Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Notizie di salute
  3. Cause E Rimedi Per Il Palato Gonfio E Dolorante

Vi è mai capitato di sentire il palato gonfio? Di sicuro c’è un motivo (e un rimedio!)

Ultimo aggiornamento – 24 Aprile, 2018

Vi è mai capitato di sentire il palato gonfio? Di sicuro c’è un motivo (e un rimedio!)

È capitato a tutti di avvertire una sensazione di palato gonfio, spesso accompagnato da prurito, che si estende a tutta la parte interna della bocca. Sovente si tratta di un fastidio temporaneo, della durata di qualche minuto, altre volte invece il prurito e il gonfiore potrebbero essere persistenti.

In questi casi, non è da escludere la presenza di un’infiammazione più o meno grave. Vediamo insieme cosa fare per il palato gonfio, insieme alle cause che potrebbero determinare questa condizione.

Palato gonfio e irritato: qual è il motivo?

Definire la causa esatta che determina una condizione di palato gonfio non è semplice. Spesso, infatti, è determinato da una serie di fattori di varia gravosità.

Oltre all’ustione accidentale, che è la causa più frequente che determina prurito al palato, dovuta all’ingestione di liquidi o cibi troppo caldi, vi sono altri fattori che potrebbero determinare gonfiore e infiammazione. Tra questi, ricordiamo:

  • Cibi duri che fratturano il palato
  • Scarsa igiene orale
  • Fumo
  • Eccesso di alcool
  • Stress
  • Cambiamenti ormonali
  • Carenza di vitamina B12
  • Scarsa idratazione
  • Herpes labiale
  • Mal di gola
  • Afte
  • Stomatite
  • Presenza di accesso
  • Gravi condizioni, quali epatite o cancro alla bocca

I rimedi per il palato gonfio e dolorante

Solitamente la condizione di palato gonfio e dolorante tende ad attenuarsi e scomparire del tutto nel giro di qualche giorno, senza richiedere l’ausilio di un medico.

Ecco cosa fare per combattere il gonfiore e il prurito al palato del vostro palato, per alleviare la sensazione di fastidio ed evitare che l’infiammazione si estendi ulteriormente:

  • Applicare sulla zona infiammata delle sostanze rinfrescanti per favorire dell’effetto antiestetico. Applicare quindi direttamente un cubetti di ghiaccio o mangiare lentamente un ghiacciolo, avendo cura di toccare con la superficie fredda il palato.
  • Effettuare gargarismi con bevande fredde per disinfettare la zona infiammata.
  • Evitare di consumare cibi piccanti o troppo caldi, che potrebbero incentivare lo stato infiammatorio del vostro palato.
  • Effettuare l’igiene orale con delicatezza, per evitare di lesionare il palato già infiammato.
  • Consumare decotto a base di salvia o masticare foglie di salvia fresca per placare il dolore dovuto all’infiammazione.
  • Applicare sulla zona dolorante spray a base di tintura madre di propoli o gel a base di aloe vera facilmente reperibili in farmacia o erboristeria.
  • Effettuare risciacqui con bicarbonato di sodio, noto per le sue proprietà antibatteriche.
  • Bere molta acqua per reintegrare lo stato di idratazione della bocca infiammata.
  • Effettuare sciacqui con camomilla, pianta dalle proprietà lenitive.
  • Applicare gel antidolorifici per ridurre dolore provocato da afte o herpes.

L’importanza della prevenzione

Escludendo che il gonfiore sotto il palato sia dovuto a gravi condizioni, ecco qualche semplice consiglio per prevenire questa spiacevole condizione:

  • Non trascurare l’igiene orale, intesa non solo come pulizia dei denti dopo il consumo di ogni pasto ma anche come pulizia della lingua. Per una pulizia più completa si consiglia oltre l’uso del tradizionale spazzolino con setole morbide, dello scavino e del filo interdentale, nonché del collutorio per terminare il lavaggio.
  • Lasciare raffreddare il cibo prima di mangiarlo per evitare spiacevoli ustioni.
  • Sottoporsi periodicamente a controlli odontoiatrici per evitare l’infiammazione di gengive e accessi che possono ledere il palato
  • Masticare bene cibi troppo duri o piccanti per evitare di lesionare il palato.

Qualora il dolore o il gonfiore non dovesse diminuire dopo una settimana, è bene consultare un medico per escludere la presenza di condizioni più gravi ed individuare una terapia specifica. In alcuni casi potrebbe essere necessario asportare delle cellule dalla bocca e sottoporle a biopsia per escludere la presenza di condizioni patologiche rispetto a una temporanea infiammazione.Non allarmatevi, però. Fortunatamente, nella maggior parte dei casi il palato irritato e gonfio nel giro di pochi giorni sarà solo un lontano ricordo.

Mostra commenti
Astenia da primavera: come combattere la stanchezza in modo del tutto naturale
Astenia da primavera: come combattere la stanchezza in modo del tutto naturale
Arriva il mini-cuore artificiale: salvata una bimba in attesa di trapianto
Arriva il mini-cuore artificiale: salvata una bimba in attesa di trapianto
Articoli più letti
Ecografia alla tiroide, quando e perché farla
Ecografia alla tiroide, quando e perché farla
Cattive notizie per il cioccolato fondente
Cattive notizie per il cioccolato fondente
Infarto intestinale, come riconoscerlo in tempo
Infarto intestinale, come riconoscerlo in tempo
Come rafforzare legamenti e cartilagini (in modo naturale)
Come rafforzare legamenti e cartilagini (in modo naturale)