Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Notizie di salute
  3. Draculaterapia

Draculaterapia: la nuova frontiera dell’eterna giovinezza

Benedetta Borzillo | Blogger

Ultimo aggiornamento – 27 Gennaio, 2014

Draculaterapia: la nuova frontiera dell’eterna giovinezza

La nuova frontiera dell’eterna giovinezza? È la Draculaterapia, una tecnica che promette efficacia contro rughe e volumi rilassati. E nessun effetto collaterale.

Ma è davvero così? E in cosa consiste esattamente?

Sangue giovane ti ringiovanirà?

Bagni di latte, lozioni, massaggi, creme e impacchi: sin dall’antichità gli uomini e le donne hanno messo a punto varie tecniche per tenere a bada il tempo che passa. Ma le fiabe parlano anche di streghe e vampiri, che bevono il sangue dei bambini, per mantenersi vivi, giovani e belli.

Nonostante il nome lo evochi, la draculaterapia non ha nulla a che vedere col succhiare il sangue altrui. Tuttavia, il meccanismo non è così differente.

La draculaterapia: cos’è e come funziona.

La draculaterapia, o Stimulated Self Serum Therapy, è una tecnica messa a punto da Daniel Sister, medico francese, ma inglese di adozione. Non è però una self-therapy e nemmeno una cosa facile: si pratica in uno studio medico, e consiste nel prelevare al paziente del sangue venoso, per re-iniettarglielo poi dopo un trattamento in provetta.

Cosa accade al sangue in provetta?

Il sangue prelevato viene rigenerato in laboratorio. Tramite un separatore cellulare, dal sangue si separa il plasma, e il plasma viene potentemente nutrito di un cocktail di vitamine e nutrienti. Solo il plasma così rigenerato verrà poi iniettato negli zigomi e negli altri punti critici del viso.

L’effetto non è riempitivo. Il plasma rigenerato, trasformato in elisir di una nuova giovinezza, dopo un sapiente massaggio, assorbito dai tessuti, nutrirà la pelle come se fosse molti anni più giovane.

Draculaterapia: tutti i pro…

Dopo il trattamento al proprio plasma vitaminizzato, e nel giro di pochi giorni sempre più, la pelle trattata appare più luminosa, le rughe attenuate e i volumi più pieni.

Niente più botulino? Sembrerebbe proprio così. Infatti, i vantaggi della draculoterapia sono proprio quelli per cui i filler, pur così efficaci, rappresentano un rischio.

Con la draculaterapia, non si inietta materiale sintetico o comunque estraneo nell’organismo. Invece, si inietta nel paziente il suo stesso materiale organico, annullando i rischi di rigetto.

E gli inevitabili contro.

Sembra che, eccetto il naturale gonfiore e rossore dopo l’iniezione, non vi siano altri rischi connessi alla draculoterapia. 
Certo la draculaterapia non è una soluzione definitiva, ma il trattamento perde nel tempo la sua efficacia man mano che il siero vitaminico si esaurisce, sino a un nuovo trattamento. Tuttavia, la draculoterapia non può essere ripetuta troppo spesso. Devono passare almeno 6 mesi tra un trattamento e l’altro.

Quanto è sanguinosa la draculaterapia?

Resta il fatto che tutta la procedura può sembrare un po’ disgustosa, vampiresca e sanguinolenta. Ma per questo, ahinoi, per una terapia di nome Dracula, non c’è rimedio.

Mostra commenti
Festival delle Scienze 2014: quattro giorni per dar voce alla ricerca sui disturbi del linguaggio
Festival delle Scienze 2014: quattro giorni per dar voce alla ricerca sui disturbi del linguaggio
Al via il Blindpad, il tablet per non vedenti
Al via il Blindpad, il tablet per non vedenti
Contatta uno specialista Prenota un videoconsulto
Articoli più letti
Ecografia alla tiroide, quando e perché farla
Ecografia alla tiroide, quando e perché farla
Esami del sangue in gravidanza, cosa monitorare?
Esami del sangue in gravidanza, cosa monitorare?
Carenza di ferro? Quando la conseguenza è l’ipocromia
Carenza di ferro? Quando la conseguenza è l’ipocromia
Cosa fare in caso eosinofili alti
Cosa fare in caso eosinofili alti