Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Notizie di salute
  3. Social network, diffusori di emozioni

Social network, diffusori di emozioni

Ultimo aggiornamento – 31 marzo, 2014

Indice

È noto che le emozioni siano contagiose e che lo stato d’animo di un individuo possa influenzare quello delle persone che lo circondano.

La felicità e le altre emozioni sono sempre state al centro di numerose discipline, come psicologia o economia, e da molto tempo sappiamo che gli stati emotivi  possono essere trasferiti da un individuo all’altro tramite la mimica facciale, i gesti del corpo o le nostre espressioni.

Ciò che era meno noto, e che i ricercatori americani dell’Università di Yale hanno scoperto, è che gli stati d’animo possono diffondersi anche attraverso i social network.

La ricerca

Lo studio, effettuato in collaborazione con Facebook, ha raccolto i dati di milioni di utenti per un periodo di circa tre anni, analizzando l’impatto dei giorni di pioggia sugli aggiornamenti di stato degli utenti del social network.

Il risultato, pubblicato sulla rivista scientifica online Plos One, rivela come la giornata piovosa influenzi direttamente i contenuti emozionali degli “status” che gli utenti postano e come questi, a loro volta, influenzino in grande misura gli stati d’animo dei loro amici e degli amici dei loro amici, in qualunque area geografica si trovino.

“Ciò che le persone sentono e dicono in un determinato luogo può diffondersi in molte parti del mondo in tempo reale – scrivono gli autori della ricerca – aggiungendo che “i social network possono aumentare l’intensità della sincronia emotiva globale”.

I ricercatori hanno osservato, inizialmente, come i post negativi siano aumentati dell’1,16% e quelli positivi diminuiti dell’1,19%, per le persone direttamente coinvolte dalla giornata piovosa; successivamente, l’attenzione è stata rivolta agli amici di queste persone e ai loro aggiornamenti di stato.

Il risultato

Ogni post negativo ha generato un ulteriore 1,29% di post negativi tra gli amici degli utenti sotto la pioggia, mentre i post positivi, hanno generano addirittura l’1,75% in più di post positivi rispetto al normale.

Conclusione

I social network possono amplificare e diffondere le emozioni degli utenti, generando un sincronismo emozionale su larga scala che genera gruppi di persone felici o infelici.

Si può facilmente intuire come questi picchi di emozioni globali possano comportare un aumento della volatilità in molti aspetti fondamentali della nostra società, dalla politica alla finanza.

Mostra commenti
Addio allo stress: una App potrebbe aiutarci a vivere con relax
Addio allo stress: una App potrebbe aiutarci a vivere con relax
Bacche di Goji: i 6 motivi per mangiarle
Bacche di Goji: i 6 motivi per mangiarle
Sai che su Pazienti.it puoi trovare sconti per prestazioni mediche? Scopri di più
Articoli più letti
Picchiettare il ginocchio, far tossire e premere sulla pancia: perché il medico fa così?
Picchiettare il ginocchio, far tossire e premere sulla pancia: perché il medico fa così?
Appuntamento in piazza con il nefrologo: 2 luglio a San Giovanni a Teduccio
Appuntamento in piazza con il nefrologo: 2 luglio a San Giovanni a Teduccio
Quello che non sai sulla vitamina C
Quello che non sai sulla vitamina C
Grasso in eccesso e infiammazione alle gambe: e se fosse lipedema?
Grasso in eccesso e infiammazione alle gambe: e se fosse lipedema?