iAMGENIUS: sino al 15 novembre, partecipa all’hackathon per migliorare la vita dei pazienti oncologici

Redazione

Ultimo aggiornamento – 14 Aprile, 2020

iAMGENIUS

Migliorare la vita di tutti i giorni dei pazienti colpiti da patologie oncologiche. In che modo? Valutando e confrontando più di 800 suggerimenti che iAMGENIUS, piattaforma per l’ascolto diretto dei pazienti con tumore, ha raccolto nella prima fase di un progetto lanciato da Amgen in collaborazione con AIL ed Europa Donna Italia, con il patrocinio di Fondazione AIOM, “per fare incontrare le esigenze dei pazienti con il talento dei giovani creativi”.

Partecipare con la propria idea è possibile sino al 15 novembre, data ultima di iscrizione all’hackathon di 24 ore che, dal 23 al 24 novembre, vedrà impegnati numerosi creativi in una sfida per pensare a soluzioni tecnologiche innovative, volte a “umanizzare i percorsi di cura”.

Bando e form di iscrizione sono disponibili sulla piattaforma www.iamgenius.it.

Un percorso terapeutico sempre più vicino alle esigenze dei pazienti

Protagonisti dell’hackathon saranno programmatori, sviluppatori, web-designer, maker, app developer, digital expert. Ovviamente, a non mancare esperti dell’healthcare, imprenditori, business & marketing expert, creativi, data scientist, esperti di digital-health e studenti.

Il progetto ha visto già una prima fase, conclusa il 30 settembre scorso, che ha dato voce ai pazienti con tumori solidi o del sangue, i quali hanno condiviso sul portale la loro idea su come migliorare la vita attraverso la tecnologia.

Un insieme di voci che si è trasformato, dunque, in un coro: parliamo di oltre 800 suggerimenti ricevuti e selezionati dalla Giuria (composta da Società scientifiche, Associazioni e partner tecnologici).

La natura delle idee? Passiamo dal supporto assistenziale da remoto per pazienti e caregiver, a un servizio di co-sharing per il trasporto dei pazienti ai controlli; dalle applicazioni in grado di semplificare la vita quotidiana fino al canale virtuale che aiuti gli specialisti a condividere il percorso di cura.

iamgenius: soluzioni per pazienti oncologici

“Mettiti alla prova! Partecipa al contest creativo per migliorare la qualità di vita dei pazienti oncologici e traduci la tua idea in una soluzione digitale innovativa”

Questa è la call rivolta ai creativi digitali. Saranno poi selezionati 50 partecipanti e la maratona si terrà a Roma, nella sede di Roma Eventi, Piazza di Spagna, Via Albert 5, dalle ore 14.30 del 23 novembre, per 24h.

I team saranno composti da 5-6 persone, guidati da mentor tecnologici e affiancati da specialisti.

A vincere? I primi due migliori prototipi validati.

Collegatevi in diretta sulla pagina AIL Associazione Italiana contro le Leucemie-linfomi e mieloma ONLUS (https://www.facebook.com/AIL.associazione.contro.leucemie/) sabato 24 novembre dalle 15.30, per seguire e commentare la creazione di soluzioni digitali innovative per migliorare il percorso di cura.

E ricordate, perché non tentare? In bocca al lupo a tutti e, soprattutto, incrociamo le dita per le idee creative che, certamente, miglioreranno la vita dei pazienti.

Redazione
Scritto da Redazione

La redazione di Pazienti.it crea contenuti volti a intercettare e approfondire tutte le tematiche riguardanti la salute e il benessere psificofisico umano e animale. Realizza news e articoli di attualità, interviste agli esperti, suggerimenti e spunti accuratamente redatti e raccolti all'interno di categorie specifiche, per chi vuole ricercare e prendersi cura del proprio benessere.

a cura di Dr.ssa Elisabetta Ciccolella
Le informazioni proposte in questo sito non sono un consulto medico. In nessun caso, queste informazioni sostituiscono un consulto, una visita o una diagnosi formulata dal medico. Non si devono considerare le informazioni disponibili come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento o l’assunzione o sospensione di un farmaco senza prima consultare un medico di medicina generale o uno specialista.
Redazione
Redazione
in Salute

1783 articoli pubblicati

a cura di Dr.ssa Elisabetta Ciccolella
icon/chat