Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Notizie di salute
  3. Lavare i capelli: i trucchi dell’esperto per una chioma perfetta!

Lavare i capelli: i trucchi dell’esperto per una chioma perfetta!

Ultimo aggiornamento – 10 maggio, 2017

Lavarsi i capelli: i consigli dell'esperto
Indice

E se il problema non fossero i vostri capelli, bensì il modo in cui li lavate? Utilizzate sempre il balsamo? In quale direzione vi asciugate le chiome? L’esperto di colorazione e taglio Christophe Robin, titolare di una famosa linea di prodotti di bellezza, spiega come fare lo shampoo per ottenere il massimo volume dai propri capelli e renderli più lucenti, dando anche qualche utile consiglio.

Vediamo come ottenere una chioma folta e lucente con qualche trucco e accortezza

Lavarsi i capelli, che confusione!

Il lavaggio dei capelli dovrebbe essere semplice come mettersi quella felpa sgualcita che ci piace tanto per stare comodi in casa. Tuttavia, secondo Christophe Robin, nel suo salone ne vede “di cotte e di crude”: sembra esserci molta confusione sul modo corretto per lavarsi i capelli.

Lo specialista ha affermato: “La domanda più comune che mi fanno quando vengono nel mio salone è: ‘come mi devo lavare i capelli?’”. Parte del problema è causato dallo sconcertante utilizzo degli shampoo, secondo il quale chi ha i capelli lunghi tende a lavarli troppo o troppo poco, ma mai con una frequenza corretta.

Attenzione al risciacquo dei capelli!

Secondo il signor Robin, la questione dipende sia dalla quantità di prodotti disponibili sul mercato sia dalla velocità con cui ci si lava i capelli. Infatti, non sempre i capelli vengono ripuliti dallo shampoo. Per ottenere il massimo della lucentezza e del volume, bisogna innanzitutto essere sicuri di risciacquare bene i capelli.

Come lavare i capelli?

Per lavare e asciugare i capelli al meglio, Robin propone una guida da seguire passo per passo, per ottenere il massimo dei risultati. Vediamo insieme i suggerimenti dell’esperto:

  1. Districare i capelli. Prima di lavare i capelli è consigliabile districarli con un pettine, cominciando dalle punte per poi risalire fino alle radici. L’idea sarebbe quella di eliminare i nodi prima, per non farlo dopo, quando sono bagnati. Robin, infatti, sconsiglia l’utilizzo di un pettine sui capelli bagnati, in quanto tende a stressarli eccessivamente.
  2. Applicare un olio. Prima di lavare i capelli, sarebbe necessario applicare dell’olio di origine vegetale sulle punte e spazzolare per spargerlo uniformemente. Lo specialista utilizza un olio per capelli alla lavanda idrante ma funziona alla perfezione anche l’olio di Argan. In teoria, bisognerebbe lasciar agire l’olio per una notte ma, in mancanza di tempo, possono bastare anche 15 minuti per ottenere dei discreti benefici ed evitare l’utilizzo del balsamo perché appesantisce i capelli.
  3. Scegliere lo shampoo ideale. Secondo Robin, il problema è che molte donne non utilizzano lo shampoo corretto per i propri capelli. Per esempio, i capelli colorati non dovrebbero mai essere trattati con prodotti contenenti solfato, che rende il detergente troppo forte e più appropriato per chi non ha mai tinto i capelli o per chi ha le radici grasse. Inoltre, i capelli ricci, tendono ad essere più secchi e dovrebbero essere pertanto trattati con la tecnica del cowash, ossia il lavaggio con il balsamo senza schiuma in sostituzione allo shampoo. Lo specialista ha inoltre affermato che un altro problema è costituito dall’eccessiva quantità di prodotto utilizzato. Infatti, la dose ideale sarebbe un cucchiaino di prodotto in emulsione con un po’ d’acqua, spalmato con i polpastrelli (non le unghie) ed evitando le punte. Per aumentare il volume della chioma e stimolare la circolazione del cuoio capelluto, si consiglia di lavare i capelli abbassando la testa in avanti.
  4. Utilizzare il balsamo solo sulle punte dei capelli. Se proprio si vuole utilizzare il balsamo, l’esperto consiglia di applicarlo solo sulle punte e di fare una maschera districante una volta a settimana per ottemperare a vari problemi, come il colore spento;
  5. Non strofinare i capelli. Robin ha rivelato un trucco tipico delle donne marocchine per far tamponare i capelli: buttare i capelli in avanti e con un movimento deciso far passare l’asciugamano sopra la testa fino alle punte e poi dalla fronte alle punte, in modo veloce e ripetuto. Il movimento permetterà di rimuovere l’acqua in eccesso senza stressare i capelli;

Con quale frequenza lavare i capelli?

Lo specialista ha affermato che è ben consapevole che seguire tutti questi passaggi richiede più tempo del solito per lavarsi i capelli. Tuttavia, se fatto in modo corretto, il metodo permette di lavarli non una volta al giorno, ma un paio di volte a settimana.

Per le donne particolarmente attive, consiglia di applicare un paio di spruzzi di aceto sulle radici, per poterli mantenere puliti più a lungo. La soluzione consigliata è cinque gocce di aceto di mele in 150 ml di acqua. Questo metodo è più efficace rispetto allo shampoo a secco, perché non lascia residui ed è un tonico perfetto per il cuoio capelluto.

Conoscevate già lo specialista francese dei capelli Christophe Robin? Avete mai provato qualche metodo proposto da lui? Pensate di provarlo? Condividete le vostre opinioni! Chissà che basti seguire questi pochi passaggi per evitare di ricorrere alle forbici troppo spesso o di spendere troppi soldi nei saloni di bellezza. Avere capelli sempre al top è possibile!

Mostra commenti
Eliminare la cellulite mangiando: è possibile!
Eliminare la cellulite mangiando: è possibile!
“Anemia di primavera”: riconoscerla e prevenirla mangiando
“Anemia di primavera”: riconoscerla e prevenirla mangiando
Contatta uno specialista Prenota un videoconsulto
Articoli più letti
Osteoporosi: e se la causa fosse (anche) lo smog?
Osteoporosi: e se la causa fosse (anche) lo smog?
Strabismo: curarlo è possibile?
Strabismo: curarlo è possibile?
Perseguitati dalle zanzare? È tutta colpa dei vostri geni
Perseguitati dalle zanzare? È tutta colpa dei vostri geni
Sesso e mestruazioni? Parliamone.
Sesso e mestruazioni? Parliamone.