Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Notizie di salute
  3. Pensava di parlare con spiriti maligni, ma aveva un ragno nell’orecchio

Pensava di parlare con spiriti maligni, ma aveva un ragno nell’orecchio

Ultimo aggiornamento – 07 ottobre, 2015

Indice

Una donna, che pensava di essere posseduta da alcuni spiriti maligni, scopre di avere un ragno nell’orecchio, dopo giorni di lacerante dolore. Una storia incredibile e un tantino inquietante, che suscita non poche domande.

Perché la donna non è andata immediatamente all’ospedale?

Ecco la prova che, quando la superstizione non si riduce all’evitare scale e gatti neri, provoca dei veri e propri problemi di salute, gravi e allarmanti. La Center European News (CEN) ha riportato che inizialmente, Li Meng, una donna cinese, aveva deciso di non rivolgersi al proprio medico, perché pensava che il fastidioso rumore, che avvertiva di notte, fosse dovuto ai sussurri di alcuni spiriti maligni.

La sua superstizione era avvallata da un fatto accaduto pochi giorni prima. La ragazza aveva cominciato ad avvertire degli strani rumori dopo mangiato delle bacche cresciute su una tomba, durante una giornata dedicata al trekking, nonostante gli avvertimenti del suo fidanzato. Li Meng era convinta che gli spiriti maligni la stessero punendo.

La donna ha provato a curarsi?

Li Meng ha affermato che per cercare di liberarsi dai rumori si era anche recata al tempio per pregare, senza tuttavia ottenere nessun beneficio. Con il passare dei giorni, al rumore misterioso si era aggiunto anche il dolore, così la donna ha cominciato ad assumere antidolorifici e antinfiammatori.

Quando è avvenuta la scioccante scoperta?

Nonostante i farmaci e le preghiere, il dolore non solo non passava, ma aumentava, diventando talmente insopportabile che la malcapitata ha infine deciso di recarsi all’ospedale Xiamen della medicina tradizionale cinese. Durante la visita, un medico specializzato in cura di naso e gola ha scoperto la fonte del dolore intollerabile. Un ragno stava tessendo delle ragnatele nel condotto uditivo della donna, in particolar modo l’insetto si era creato una tana proprio nel timpano della povera malcapitata.

Come è stato rimosso il ragno?

Inizialmente, ogni tentativo di rimuovere l’intruso non è stato solo vano, ma anche doloroso per la paziente, a causa della violenta reazione del ragno. Alla fine, i medici hanno deciso di sedare l’insetto per procedere con l’estrazione, mediante l’utilizzo di un paio di pinzette.

Casi di questo tipo sono rari?

Il dottor Zhaoyou ha affermato che l’arrivo in ospedale di pazienti con insetti nelle orecchie non è un raro avvenimento. Infatti, il medico ha stimato che si presentano fino a 23 pazienti al giorno. Gli intrusi non sono solo ragni, ma anche scarafaggi, formiche, farfalle, millepiedi e persino le mosche.

 

Mostra commenti
La scienza può curare la cecità?
La scienza può curare la cecità?
Bambini pigri oggi, adulti con patologie cardiache domani
Bambini pigri oggi, adulti con patologie cardiache domani
Contatta uno specialista Prenota un videoconsulto
Articoli più letti
Esistono degli antipiretici naturali per abbassare la febbre?
Esistono degli antipiretici naturali per abbassare la febbre?
Quello strano legame tra ovaio policistico e microflora intestinale
Quello strano legame tra ovaio policistico e microflora intestinale
Orecchio rosso: e se fosse una sindrome?
Orecchio rosso: e se fosse una sindrome?
I nemici della salute per la quarta età
I nemici della salute per la quarta età