Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Risposte
  3. Intervento Vene Varicose

Qual è il post operatorio di un intervento alle varici?

Buonasera, mi sono operata un mese e mezzo fa alle varici effettuando un intervento con laser. La safena è stata chiusa correttamente (conferma data da ecodoppler), ma le vene che avevo esterne e molto visibili sono ancora lì. Nulla è cambiato, se non un poco il colore di quest'ultime (da verdastro ad un verde più chiaro). Mi chiedo se sia normale e quali siano le soluzioni che si potrebbero adottare a parte le sclerosanti. Ho 30 anni e mi aspettavo di avere delle "nuove gambe" dopo essermi sottoposta ad un'operazione. In attesa di un vostro riscontro, vi auguro un buon lavoro. Saluti.

Il trattamento laser della safena può determinare questo quadro incompleto se non si procede ad un trattamento di flebectomia durante il trattamento chirurgico.
Spesso, il chirurgo che utilizza tale metodica è solito completare il trattamento con terapia sclerosante perché riduce al minimo l'atto chirurgico in sala operatoria, non potendo sapere quanto del patrimonio venoso resterà dopo l'ablazione della safena.
È un problema di scuola e di scelta che dovrebbe essere condivisa con il paziente prima del trattamento chirurgico in sala operatoria.
Hai trovato questa risposta utile?
Risposta a cura di:
Dr. Fulvio D'Angelo
Dr. Fulvio D'Angelo
(0)
Milano - Milano, Italia
Altre risposte di questo specialista
Ecosclerosi: come si legge?
Sicuramente un intervento, non necessariamente uno stripping, ma anche un trattamento endovascolare laser o radiofrequenza sarebbero più indicati, anche perché meno costosi. Un trattamento...
Bruciore alle gambe: quali potrebbero essere le cause?
Non necessariamente si tratta di una patologia vascolare. Sarebbero necessari altri elementi: età, sesso, un'obbiettività vascolare e neurologica periferica. Dal poco che hai detto, penserei...
Trombosi venosa profonda: come curarla perfettamente?
La sospensione della calza è in genere a 2 anni dall'evento acuto. La sospensione della terapia anticoagulante è legata al dosaggio del D-dimero e...
Trombosi ad una vena della gamba: come curarla?
Le linee guida più accreditate in caso di trombosi venosa profonda sono: 3 mesi di terapia anticoagulante in caso di trombosi per causa...
Ecodoppler: come si effettua durante una visita angiologica?
L'esame ecocolordoppler è un esame mirato e indaga lo stato dei vasi di maggior calibro, del collo, addome e arti. In sostanza, dei vasi evidenziabili...
Vedi tutte

Risposte simili

Sindrome di Churg-Strauss: cosa fare?
Per sindrome di Churg-Strauss, si intende un tipo di vasculite sistemica dei piccoli vasi. I sintomi e i segni clinici presentano sinusopatia, asma...
Cure termali: si possono fare in caso di trombosi venosa?
Il caldo può essere responsabile di gonfiore. Se poi la trombosi è dovuta ad una coagulopatia congenita, cioè ad una eccessiva tendenza alla coagulazione di...
Morbo di Raynaud: cosa fare?
Il morbo di Raynaud è una patologia funzionale, vuol dire che non c'è un danno fisico della circolazione come nell'arteriosclerosi, ma...