Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Risposte
  3. Intolleranza Inulina

Come curare un'intolleranza ai latticini e all'inulina?

Ho 54 anni, da decenni soffro di pancia gonfia, meteorismo, flatulenza, senza particolari dolori addominali. Sono circa 10 anni che mangio in maniera molto sregolata e non salutare. Mai avuto episodi di colite. Ero stitica solo da piccola, dai 12 anni in poi non ho mai saltato un giorno e non ho mai avuto diarrea alternata con stitichezza, al massimo la consistenza delle feci è un po' alterna. Qualche mese fa, ho acquistato un prodotto dell'aboca, Libramed compresse. Non pensavo che contenesse il glucomannano, ma vedevo, a mano a mano che lo usavo, che andavo di corpo sempre di più e mi rendevo conto che non andava tanto bene che succedesse. Una notte ho avuto crampi fortissimi alla pancia, con gonfiore tremendo: avevo lo stimolo di andare in bagno, ma non riuscivo ad espellere nè gas nè feci. Dopo aver preso carbone per la digestione, verso mattina mi sono ricordata di avere del Buscopan e, dopo 2 compresse, lentamente sono stata meglio. Ho poi perso il conto di quante altre volte mi è capitata una cosa simile, fatto sta che dopo la terza volta mi sono resa conto che era proprio a causa del Libramed che avevo avuto questi tremendi episodi. La terza volta mi sono fatta accompagnare dalla guardia medica, che mi ha ordinato il Debridat, una dieta come quelle che di solito si consigliano per la colite (in realtà non sapevo cosa mangiare, veramente: tutti mi parlavano solo di patate, zucchine lesse, riso in bianco e niente di più), fermenti lattici (in farmacia mi hanno dato Enterelle) e lo Spasmomen: arrivata a casa ho preso 2 compresse, ma dopo qualche ora ne ho dovuto prendere un'altra, perchè la cosa non migliorava. Poi ho avuto altri episodi, sempre più prolungati e sempre più difficili da far sparire. Sono andata anche da una dietista, che per la dieta non mi ha consigliato molto di più e mi ha consigliato invece un ciclo di fermenti della Bromatech. Mi sono però resa conto pochi giorni fa il motivo probabile degli altri ulteriori episodi: mi ero comprata un integratore di proteine vegetali, molto buono in tutti i sensi, da consumare per esempio a merenda: l'ultima volta che l'ho usato mi sono resa conto che conteneva inulina. Aboliamo anche questo. Il penultimo episodio, di pochi giorni fa, è stato talmente terribile che sono riuscita a stare meglio alle 6:30 di mattina, dalle 19:30 circa di sera , dopo avere assunto ben 8 compresse di Spasmomen. L'ultimo episodio risale all'altra notte: la sera avevo mangiato un gelato vegano a base di pasta di mandorle: ho iniziato ad avere il solito mal di pancia ed ho iniziato con lo Spasmomen: è stato ancora più terribile, ogni tanto prendevo un'altra compressa, oltre al solito antigas tipo carbone, ad un certo punto avevo deciso di farmi venire a prendere dall'ambulanza: l'operatore del 118 mi ha consigliato di parlare prima con la guardia medica, mi ha chiesto quali antinfiammatori avevo in casa e mi ha consigliato di prendere 1000 mg di Tachipirina ed eventualmente, molto più tardi, con prudenza dell'Ibuprofene. Con la Tachipirina le cose sembravano leggermente migliorare, ma dopo stavano riprecipitando, per cui sono ricorsa a 400 mg di Ibuprofene e finalmente sono stata bene. La causa? Avevo letto gli ingredienti del gelato dopo averlo mangiato: conteneva inulina. Dopo la penultima volta sono andata dalla mia dottoressa, mi ha ordinato di nuovo il Debridat ed ha aggiunto anche il Peridon, da prendere molto lontano dai pasti. Avevo fatto un test delle feci: la calprotectina: non so se il mio campione fosse valido, perchè è rimasto fuori dal frigorifero circa 45 minuti prima della consegna (non sapevo andasse conservato sempre in ghiaccio) ma il valore è di 96. A volte, durante questi tremendi episodi di coliche varie, sento un bruciore quasi a livello dello sbocco dell'esofago, a volte mi sembra sia l'aria che prema lo stomaco, ma l'ultima volta sembrava semplicemente mal di stomaco. Non assumo molti latticini da anni, da piccola e da adolescente ne assumevo tantissimi, ho sofferto di acne sin da ragazzina e mi sono resa conto all'età di circa 34 anni, con l'acne che continuava imperterrita e peggiorava sempre più, che i latticini, specialmente quelli di latte mucca, mi facevano spuntare brufoli, anche giganteschi, come funghi. L'anno scorso ho fatto un test genetico sull'intolleranza al lattosio e sono risultata geneticamente intollerante al lattosio. Se mangio tanto gelato a base di latte, al massimo ne risente un po' la pelle, ma non l'intestino, ma se assumo altri tipi di latticini per 3 giorni di seguito posso avere anche diarrea. E' colite la mia? Grazie a chi proverà ad illuminarmi. Sto assumendo i seguenti farmaci: Fleiderina da 150, antiaritmico per un singolo episodio di fibrillazione atriale avuta 1 anno e mezzo fa; Venlafaxina da 75 che sto scalando; Artrosulfur visc ordinato dalla fisiatra assieme a Reumapond. La sera, per addormentarmi, dato che il caffè bevuto il pomeriggio mi provoca insonnia, assumo da anni magnesio e melatonina. Tuttora continuo ad assumere vari fermenti della Bromatech.

Cara Signora,
la tua è una storia complessa, di certo suggestiva in prima battuta di disturbi di tipo colitico forse aggravati da uno stato di ansia o forse di disagio o tensione psicologica.

Non credo possibile darti consigli se non uno solamente e cioè quello di rivolgerti ad un medico specialista in gastroenterologia ed anche ad un bravo psicologo psicoterapeuta.  

Ritengo molto probabile che entrambe queste figure professionali possano contribuire ed integrarsi per far sì che tu stia meglio.

Davvero un augurio sincero 

Hai trovato questa risposta utile?
Risposta a cura di:
Dr. Francesco Pascucci
Dr. Francesco Pascucci
Pesaro e Urbino - Via Negusanti , 7, Fano
Altre risposte di questo specialista
Premenopausa: cosa mangiare?
Potrebbe essere un periodo della vita nel quale si può facilmente prendere peso, sia per ragioni metaboliche sia per motivi psicologici. Nessuna paura, d'ora in...
Dieta delle proteine: come funziona?
Cara Signora, purtroppo, fra gli effetti collaterali noti del Daparox, c'è un aumento dell'appetito e la tendenza ad...
Pancia gonfia e flatulenza: cibi per digerire bene.
Mia cara signora, è giusto avere una certa preoccupazione per il proprio corpo, non solo per la salute, ma anche dal punto di vista estetico,...
Allattamento e debolezza: cosa mangiare?
Buongiorno, complimenti per la tua bambina e per l’energia che sono certo dimostri in questa avventura da mamma. Immagino che lo stress non manchi...
Perdere peso no massa muscolare: quante proteine assumere?
Buonasera, condivido pienamente la tua idea di rimetterti in gioco e ritrovare il peso forma; non è mai troppo tardi per iniziare a prendersi...
Vedi tutte
Risposte simili
Calcoli al fegato: quale dieta seguire?
La dieta di chi come te soffre di calcolosi al fegato deve essere corretta e bilanciata, come per gli individui sani. Le uniche accortezze che...
Pillole dimagranti: quali sono gli effetti?
Le pillole dimagranti sono dei preparati chimici di sostanze solitamente non ben definite che possono portare una temporanea riduzione del peso; solitamente il peso viene...
Diverticolosi: quali cibi evitare?
La diverticolosi è una malattia asintomatica, cioè priva di sintomi, che però può evolversi in diverticolite, che è invece un'infiammazione dell'intestino....