Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. I Nostri Contenuti
  3. Malattie
  4. Sindrome Di Zollinger Ellison

Sindrome di Zollinger-Ellison

Sindrome di Zollinger-Ellison
Curatore scientifico
Dr. Carlo Pastore
Specialità del contenuto
Epatologia Gastroenterologia Oncologia

Quali sono i sintomi della sindrome di Zollinger-Ellison?

I sintomi più comuni della sindrome di Zollinger-Ellison includono:

  • Dolore addominale
  • Diarrea
  • Bruciore e senso di smania nell’ addome superiore
  • Reflusso acido e bruciore di stomaco
  • Nausea e vomito
  • Debolezza
  • Sanguinamento nel tratto digestivo
  • La perdita di peso non intenzionale
  • Riduzione dell'appetito
  • Anemia

Quali sono le cause della sindrome di Zollinger-Ellison?

La causa esatta della sindrome di Zollinger-Ellison rimane sconosciuta, Ma è possibile identificare una serie di eventi sono comuni a chi ne soffre. La sindrome inizia quando si forma uno o più tumori (gastrinoma) nel pancreas, nel duodeno o nei linfonodi adiacenti al pancreas.

I tumori che si verificano con la sindrome di Zollinger-Ellison sono costituiti da cellule che inducono a secernere grandi quantità di gastrina, che a sua volta porta lo stomaco a produrre acido. L'acido eccessivo porta poi a ulcere peptiche e talvolta diarrea.

Oltre a causare la produzione di acido in eccesso, i tumori possono essere maligni.

La sindrome di Zollinger-Ellison può essere causata anche da una malattia ereditaria chiamata neoplasia endocrina multipla di tipo 1 (MEN 1). Le persone con MEN1 hanno più tumori nel sistema endocrino, oltre ai tumori pancreatici. Hanno anche tumori nelle ghiandole paratiroidi e nella ghiandola pituitaria. Circa il 25 per cento delle persone che hanno gastrinomi soffrono di MEN 1.

Trattamento consigliato

Tra i trattamenti consigliati, troviamo l’intervento chirurgico in caso di singolo tumore perchè la chirurgia non si può applicare in caso di tumori multipli o diffusi al fegato.

Esistono altri trattamenti da effettuare in caso non si voglia ricorrere alla chirurgia:

  • tagliare l'apporto di sangue (embolizzazione) per tentare di distruggere il tumore
  • ablazione a radiofrequenza (utilizzare il calore per distruggere le cellule tumorali)
  • iniezione di farmaci nel tumore per alleviare i sintomi del cancro
  • utilizzo di chemioterapia per cercare di rallentare la crescita tumorale
  • trapianto di fegato

Alcuni approcci chirurgici più radicali, come recidere i nervi che promuovono la secrezione acida o rimuovere l'intero stomaco,non vengono più effettuati perchè oggi si riesce a tenere sotto controllo la situazione con i farmaci.

Come trattare l’acido in eccesso

La produzione di acido in eccesso si può quasi sempre controllare. I farmaci noti come inibitori della pompa protonica sono alla base del trattamento e sono i farmaci più efficaci per diminuire la produzione di acido nella sindrome di Zollinger-Ellison.

Gli Inibitori della pompa protonica sono farmaci che riducono l'acidità bloccando l'azione delle "pompe" all'interno delle cellule che secernono acido. Farmaci comunemente prescritti sono il lansoprazolo , omeprazolo , pantoprazolo , rabeprazolo ed esomeprazolo . 

Hai trovato questo contenuto utile?
Mostra commenti

Contenuti correlati

Epatite E
Il virus dell'epatite E (HEV) è una delle cause più comuni di epatite in tutto il mondo.
Teratoma
Il teratoma è un tumore embrionale diffuso, di solito, nelle ovaie e nei testicoli rispettivamente di donne e uomini.
Linfoma
Un linfoma è un cancro che ha inizio nei linfociti, deputate alla difesa del sistema immunitario.