Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. I Nostri Contenuti
  3. Terapie
  4. Anello Emorroidale

Anello emorroidale (legatura elastica delle emorroidi)

Curatore scientifico
Dr. Nicola Antonacci
Specialità del contenuto
Proctologia

Cos'è la legatura elastica delle emorroidi?

L'anello emorroidale (o più correttamente, la legatura elastica delle emorroidi) è uno dei trattamenti più comuni disponibili per i soggetti affetti da emorroidi. La procedura prevede l'utilizzo di un anello di gomma applicato alla base delle emorroidi, per ostacolare l'afflusso di sangue verso la massa emorroidale. Nel giro di 2-7 giorni dall'applicazione dell'anello le emorroidi cominciano a ridursi e a scomparire.

La legatura elastica delle emorroidi viene effettuata in giornata, riduce il dolore e prevede un periodo di recupero minore rispetto all'intervento. La percentuale di successo oscilla tra il 60% e l'80%. Il trattamento ambulatoriale è possibile e sufficiente per la maggior parte dei pazienti affetti da emorroidi. È stato inoltre scoperto che la legatura elastica delle emorroidi è uno dei metodi più semplici, sicuri ed efficaci per la cura sintomatica delle emorroidi di primo, secondo e terzo grado, perché migliora notevolmente la qualità della vita del paziente. 

Quali sono le controindicazioni?

La legatura elastica delle emorroidi è sconsigliata per:

  • i pazienti che assumono anticoagulanti;
  • ogni processo settico nella regione ano-rettale;
  • in presenza di emorroidi di grado quarto;
  • in presenza di papilla anale ipertrofica;
  • in presenza di ragade anale cronica.

Quali sono i sintomi delle emorroidi?

In ambito clinico, le emorroidi presentano in genere sanguinamento, prolasso, dolore, prurito o perdita di mucosa perianale. Nel caso di gravi complicazioni le emorroidi possono causare trombosi, infezioni con infiammazioni, ulcerazione e anemia. Le emorroidi interne sono classificate in quattro gradi. 

Come si curano le emorroidi?

Il trattamento sintomatico per le emorroidi di primo e secondo grado è diretto a controllare la costipazione attraverso l'adozione di un regime alimentare, come una dieta a base di fibre, emollienti delle feci, lassativi e vari tipi di creme. Quando le cure mediche risultano inefficaci, si consiglia il trattamento ambulatoriale, che prevede:

  • scleroterapia per iniezione
  • legatura elastica delle emorroidi
  • criochirurgia
  • coagulazione ad infrarossi
  • legatura arteriosa doppler guidata emorroidali
  • emorroidectomia 

Quali complicazioni possono insorgere?

L'utilizzo della legatura elastica delle emorroidi è assolutamente sconsigliata per i pazienti sotto terapia anticoagulante, a causa del rischio emorragico. I pazienti che assumono aspirine, dovrebbero sospendere la medicazione 7 giorni prima della procedura. Inoltre, la legatura elastica delle emorroidi dovrebbe essere applicata su un'area totalmente insensibile sopra la linea pectinea, per evitare il dolore post-procedurale.

Hai trovato questo contenuto utile?
Mostra commenti

Contenuti correlati

Clistere
Quando si parla di clistere si intende l’introduzione di un liquido attraverso l’ano, allo scopo di stimolare l’evacuazione.
Colpoperineoplastica
La colpoperineoplastica è un intervengo chiurgico grazie al quale viene ricostruita o corretta la parte perineale e vaginale della donna....
Trattamento per le emorroidi
Il trattamento per le emorroidi è una procedura che viene effettuata legando con un elastico le emorroidi alla base e serve per tagliare ...