Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. I Nostri Contenuti
  3. Terapie
  4. Lipofilling

Lipofilling

Curatore scientifico
Dr. Riccardo Gazzola
Specialità del contenuto
Medicina estetica

Che cos'è il lipofilling?

Il lipofilling è una particolare procedura estetico-chirurgica di rimodellamento del corpo, finalizzata ad aumentare il volume di zone svuotate.

Quali sono gli obiettivi del lipofilling?

L'obiettivo principale del lipofilling è il ringiovanimento del corpo e il miglioramento dell'aspetto estetico. In particolare tale tecnica è indicata nelle seguenti circostanze:

  • definire zigomi, guance e mento
  • ridisegnare viso
  • spianare le rughe
  • volumizzare labbra sottili
  • riempire glutei e polpacci
  • rimodellare il seno cadente

Oltre che per fini estetici, il lipofilling può essere utilizzato anche per riparare velocemente i tessuti lesi e favorire la guarigione delle ferite.

Quali sono le indicazioni da seguire prima di un intervento di lipofilling?

Prima di sottoporsi a un intervento di lipofilling la paziente non deve assumere acido acetilsalicilico o altri antinfiammatori nelle 2 settimane antecedenti, poiché questi farmaci possono alterare la coagulazione del sangue e deve astenersi dal fumo nelle 4 settimane antecedenti e nelle 8 settimane dopo l'intervento perché il fumo altera la micro-circolazione e, ostacolando l'attecchimento del grasso, aumenta il rischio d'infezione.

Come si esegue un intervento di lipofilling?

L'intervento di lipofilling viene normalmente eseguito in anestesia locale con sedazione, in day-surgery. Successivamente, si procede con l'aspirazione di una nota quantità di tessuto adiposo (grasso) mediante una cannula sottile munita di una speciale punta, disegnata appositamente per evitare di danneggiare o lesionare la zona. Nella maggior parte dei casi, il grasso viene prelevato da zone in cui esso è abbondantemente presente, come la sede sottocute di fianchi, addome, glutei, cosce esterne o ginocchio. Prima di procedere con il lipofilling, è necessario centrifugare il grasso prelevato per alcuni minuti a 3.000 giri: lo scopo è di purificare l'adipe dall'anestetico, dal sangue e dai fluidi fuoriusciti per rottura di alcuni adipociti. Dopo di che si procede impiantando il filler-adiposo nella zona desiderata, servendosi di una cannula ancora più sottile.

Quali possono essere le eventuali conseguenze di un intervento di lipofilling?

Il decorso post-operatorio del lipofilling può generare un certo disagio fisico, provocato dalla percezione di dolenzia e gonfiore nelle aree in cui il grasso è stato prelevato e ri-inoculato. La formazione di piccoli ematomi ed ecchimosi nei giorni immediatamente seguenti all'intervento deve essere considerata un fenomeno pressoché normale. Alcune pazienti accusano anche un lieve rialzo termico (febbricola) nei primi 2-3 giorni successivi al lipofilling. Tra gli altri possibili effetti collaterali si ricordano: iperpigmentazione della pelle nelle sedi trattate; edema o gonfiore delle aree trattate; possibile riassorbimento del grasso trapiantato dopo pochi mesi dal lipofilling.

Hai trovato questo contenuto utile?
Mostra commenti

Contenuti correlati

Acido glicolico
L’acido glicolico è un prodotto di origine naturale che si usa nella cura della pelle e nella medicina estetica. È conosciuto anche con i...
Acido mandelico
L'acido mandelico è un acido presente in natura in alcuni frutti ed è utilizzato in dermatologia come agente peeling nel trattamento di r...
Pulizia del viso
Una regolare pulizia del viso aiuta a preservare la pelle anche dal deposito di batteri, dagli accumuli di sebo sulla pelle e aiuta a pre...