Sei un professionista sanitario? Iscriviti

CLOTRIMAZOLO CREMA DOC 30G 1%

1. Come si chiama la sostanza curativa?

CLOTRIMAZOLO

2. A che gruppo di farmaci appartiene?

CLOTRIMAZOLO DOC GENERICI 1% CREMA

3. Il ministero della sanità come lo classifica?

ANTIMICOTICI PER USO TOPICO

4. Posso farmelo prescrivere dal medico per ridurre o eliminare il costo?

NON CONCEDIBILE

5. Serve la ricetta del medico per comprarlo?

OTC - LIBERA VENDITA

6. In che tipo di contenitore è il farmaco?

CREMA

7. Nella classificazione ATC a che gruppo appartiene?

D01AC01

8. Contiene Glutine?

9. Qual è la casa farmaceutica che lo produce?

DOC GENERICI Srl

10. Altre informazioni sulla rimborsabilità (classe)

C

11. Qual è la classe farmacologica del prodotto?

FARMACO GENERICO

12. Qual è la validità del farmaco?

36 MESI

13. Maggiori informazioni sul principio attivo

Clotrimazolo 1 g.

14. Quali sono gli eccipienti del farmaco?

Sorbitan monostearato, polisorbato 60, spermaceti, alcool cetilstearilico, 2-ottildodecanolo, alcool benzilico, acqua depurata.

15. Quali sono le indicazioni terapeutiche del farmaco?

Micosi della pelle e delle pieghe cutanee, come pitiriasi versicolor,candidosi cutanea, tinea pedis o piede d'atleta, tinea corporis.

16. Quali sono le controindicazioni del farmaco?

Ipersensibilita' al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti.

17. Qual è la posologia?

Il prodotto va applicato in piccola quantita' due-tre volte al giornoin corrispondenza della zona affetta, frizionando leggermente, dopo aver lavato ed asciugato accuratamente la parte. Il medicinale e' specialmente indicato per il trattamento delle zone cutanee glabre (senza peli). In genere, per la scomparsa delle manifestazioni, e' sufficienteun periodo di trattamento senza interruzione di tre-quattro settimane.Al fine di consolidare i risultati terapeutici ottenuti ed evitare reinfezioni, e' opportuno proseguire la terapia con il farmaco per almeno 2 settimane dopo la scomparsa delle manifestazioni. Per evitare recidive, assai comuni nelle micosi, e' bene informare il paziente che deve osservare alcune elementari norme igieniche: frequente ricambio della biancheria intima, degli asciugamani e loro disinfezione chimica o termica, evitare promiscuita' degli indumenti e della biancheria.

18. Come si conserva il farmaco?

Nessuna particolare precauzione.

19. Quali sono le avvertenze?

L'impiego, specie se prolungato, dei prodotti per uso topico puo' dareorigine a fenomeni di sensibilizzazione. In caso di reazioni di ipersensibilita' e' necessario interrompere il trattamento ed istituire unaterapia idonea. Nelle dermatiti da pannolino si sconsiglia l'impiegodi pannolini ad effetto "occlusivo" dopo l'applicazione della crema. Il paziente deve essere informato di consultare il medico in caso di recidive e quando il medicinale non abbia dato risultati apprezzabili dopo tre-quattro settimane d'impiego.

20. Quali sono le possibili interazioni farmacologiche?

Non sono state segnalate interazioni nelle comuni terapie di pertinenza.

21. Quali sono gli effetti collaterali del farmaco?

Raramente possono manifestarsi reazioni di intolleranza locale quali:irritazioni, sensazione di bruciore e prurito.

22. Quali sono le indicazioni in caso di gravidanza e allattamento?

Nelle donne in stato di gravidanza il prodotto va somministrato solo in caso di effettiva necessita'.

I foglietti illustrativi e le informazioni relative ai farmaci presenti in questa pagina potrebbero non essere aggiornate. In caso di dubbi è possibile consultare La Banca dati Farmaci dell' AIFA.