Neonato a 7 mesi: sviluppo e progressi

Ludovica Cesaroni

Ultimo aggiornamento – 10 Maggio, 2023

Scopriamo di più sul neonato a 7 mesi

Andiamo a scoprire quali sono i progressi tipici del neonato a 7 mesi, quali i passi da aspettarsi e cosa fare per agevolare lo sviluppo del bimbo.

Quali sono i progressi in un bebè a 7 mesi?

Anche se ogni bambino è diverso e conosce un proprio percorso di crescita, è possibile determinare - a seconda dell’età nei primi mesi di vita - alcune fasi tipiche e progressi che il bimbo dovrebbe essere in grado di compiere.

A questa età, un bambino è probabilmente in grado di:

  • sedersi da solo;
  • rotolare da una posizione all'altra;
  • iniziare a gattonare. 

Fino a questo momento, un bambino di 7 mesi ha raggiunto anche una serie di altri importanti traguardi nello sviluppo, come la capacità di:

  • riconoscere volti familiari;
  • emettere suoni con intenzione;
  • imitare movimenti e suoni.

Progressi bambino 7 mesi

Riescono a soffermarsi su un suono e cercano di capire da dove proviene tale suono

Ciononostante, a questa età il bambino è ancora - ovviamente - dipendente dalle cure dei suoi genitori o di altri adulti, ma sta gradualmente imparando a interagire con il mondo che lo circonda e a scoprire nuove cose ogni giorno.

Il peso ideale di un neonato a 7 mesi

Il peso non è un aspetto da sottovalutare nella corretta crescita di un bambino, anzi: è proprio uno dei primi parametri da monitorare per controllare che tutto proceda correttamente. Il peso di un bebè di 7 mesi può variare notevolmente a seconda della sua genetica, dell'alimentazione e di altri fattori individuali. 

Tuttavia, in media, un bambino a 7 mesi dovrebbe pesare circa 7,6 kg, mentre una bambina dovrebbe pesare circa 7 kg. In linea di massima, il bambino dovrebbe aver raddoppiato il peso alla nascita e continuare a crescere a un ritmo costante (ma più lento) rispetto ai primi mesi di vita.

Infatti l’incremento di peso a questi mesi è molto più rallentato rispetto ai primi mesi, ma questo è assolutamente fisiologico

È opportuno monitorare il peso del bambino per assicurarsi che stia crescendo in modo sano e adeguato: nel caso i parametri non fossero in linea, è sempre meglio consultare il pediatra per valutare la situazione e verificare se sia necessario un intervento o una modifica nell'alimentazione.

Sviluppo psicomotorio di un neonato a 7 mesi

A 7 mesi, un bebè ha raggiunto molti traguardi nello sviluppo psicomotorio. Di seguito sono elencati alcuni dei principali traguardi che un neonato di 7 mesi dovrebbe aver raggiunto:

  • Sedersi da solo: il bambino dovrebbe essere in grado di sedersi da solo senza supporto per brevi periodi di tempo.
  • Rotolare da una posizione all'altra: il bambino dovrebbe essere in grado di rotolare da una posizione prona o supina all'altra in entrambe le direzioni
  • Iniziare a gattonare: alcuni bambini iniziano a gattonare a 7 mesi, ma altri possono aspettare qualche mese in più, a sette mesi di solito i bambini se non gattonano tendono a strisciare
  • Riconoscere volti familiari: il bambino dovrebbe essere in grado di riconoscere i volti familiari e di esprimere felicità o riconoscenza quando incontra persone che conosce.
  • Emettere suoni con intenzione: il bambino dovrebbe essere in grado di emettere suoni con intenzione, come imitare le vocali o fare dei versi per richiamare l'attenzione
  • Imitare movimenti e suoni: il bambino dovrebbe essere in grado di imitare movimenti e suoni, come battere le mani o fare dei suoni con la bocca. . Sono molto interessati ai suoni che emettono, infatti molti bambini si divertono a sperimentare piccole pernacchiette.
  • Afferrare oggetti: il bambino dovrebbe essere in grado di afferrare gli oggetti con una presa “a pinza”.
  • Esplorare con la bocca: il bambino dovrebbe essere in grado di esplorare gli oggetti con la bocca e di mettere le cose in bocca.
  • Riconoscere la differenza tra le persone: il bambino dovrebbe essere in grado di riconoscere la differenza tra le persone e mostrare preferenze per alcune persone rispetto ad altre.
  • Interagire con gli altri: il bambino dovrebbe essere in grado di interagire con gli altri attraverso il gioco, il sorriso e la comunicazione non verbale.

Dunque, a 7 mesi, il neonato sta iniziando a esplorare il mondo che lo circonda e a interagire con esso in modo sempre più consapevole. È essenziale offrire al bambino opportunità di gioco e di interazione sociale per favorire lo sviluppo delle sue abilità e per supportare il suo benessere psicologico e fisico.

Gioco e aspetto ludico in un bimbo di 7 mesi

I giochi sono un aspetto importante dello sviluppo del neonato, in quanto possono aiutare a stimolare le abilità motorie, sensoriali e cognitive. A 7 mesi, i giochi del bebè dovrebbero essere pensati per soddisfare le sue esigenze e interessi specifici; eccone alcuni esempi:

  1. Giocattoli morbidi: a quest’età i bambini amano i giocattoli morbidi, come peluche o coperte morbide. Questi giocattoli possono aiutare a sviluppare le abilità motorie e sensoriali del bambino, mentre allo stesso tempo offrono una sensazione confortevole e rassicurante.
  2. Giochi di esplorazione: i bambini di 7 mesi sono curiosi e amano esplorare l'ambiente circostante. I giochi che incoraggiano l'esplorazione.
  3. Giochi di movimento: a questa età, un neonato è probabilmente in grado di sedersi da solo e di rotolare. I giochi che incoraggiano il movimento, come le palle o le scivolate, possono contribuire a sviluppare la forza muscolare e la coordinazione motoria.
  4. Giochi di stimolazione sensoriale: a 7 mesi, il bebè è molto sensibile ai suoni, alle luci e alle texture. I giochi che offrono una stimolazione sensoriale, come ad esempio i giocattoli musicali o i tappeti sensoriali, possono far sviluppare le abilità sensoriali del bambino. Molto interessante a quest’ età sono i libri sensoriali che emettono rumori al tatto. 
  5. Giochi sociali: in questo momento, il bimbo sta iniziando a interagire sempre di più con le persone che lo circondano. I giochi sociali, come ad esempio i giochi di "cucù” o del “bubù-settete", possono aiutare a sviluppare la capacità di interazione sociale del bambino.

È necessario scegliere i giochi in modo attento, tenendo conto delle abilità del bambino e dei suoi interessi, per offrire un'esperienza di gioco divertente e stimolante che favorisca lo sviluppo del neonato. 

Quanto deve dormire un neonato di 7 mesi?

Il sonno è un aspetto fondamentale dello sviluppo del bimbo e il numero di ore di sonno che un bebè di 7 mesi richiede può variare notevolmente. In media, un neonato di 7 mesi dovrebbe dormire tra le 12 e le 15 ore al giorno, compresi i sonnellini durante il giorno. Tuttavia, occorre ricordare che ogni bambino è unico e le sue esigenze di sonno possono essere diverse da quelle di altri bambini.

Durante il sonno, il neonato (così come ogni altra persona) attraversa diverse fasi, compreso il sonno REM (Rapid Eye Movement) e il sonno non-REM. Il sonno REM è caratterizzato da movimenti rapidi degli occhi, e in questa fase il bambino sogna e il cervello lavora per elaborare le informazioni ricevute durante la veglia.

Il sonno non-REM, invece, è caratterizzato da una maggiore attività del sistema nervoso parasimpatico e da una riduzione del tono muscolare; iIn questa fase, il corpo lavora per riparare i tessuti danneggiati e per rafforzare le connessioni neuronali.

È importante che i genitori creino un ambiente favorevole al sonno per il neonato, con temperature fresche, luci soffuse e suoni dolci e rilassanti.

Inoltre, i genitori dovrebbero seguire una routine di sonno stabilita, per aiutare il bambino a comprendere quando è il momento di dormire. Se il bimbo ha difficoltà a dormire o si sveglia spesso durante la notte, è indispensabile consultare un pediatra per valutare eventuali problemi di salute o altre possibili cause di disturbi del sonno.

Il bambino a 7 mesi potrebbe avere ancora 1 o 2 risvegli notturni, ma è normale. I bambini hanno bisogno di sentire che i genitori ci sono anche per questo la notte adorano rimanere vicino a mamma e papà.

Qual è l’alimentazione di un neonato a 7 mesi?

L'alimentazione di un bebè di 7 mesi è una fase dello sviluppo del bambino da tenere in grande considerazione, poiché è in questo momento che il bambino inizia a sperimentare nuovi sapori e consistenze. La maggior parte dei bambini inizia a mangiare cibi solidi intorno ai 6 mesi di età, e a 7 mesi molti bimbi hanno già sviluppato abilità motorie sufficienti per prendere il cibo dalle mani o dalla tazza.

L'OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) raccomanda che i neonati siano allattati esclusivamente al seno per i primi 6 mesi di vita, e che vengano introdotti alimenti solidi (in aggiunta all'allattamento al seno) solo a partire dai 6 mesi.

I bambini che non sono allattati al seno possono ricevere formule per lattanti adattate alle loro esigenze nutrizionali. Il latte materno o formulato rimane comunque un alimento necessario per la nutrizione del neonato fino ad un anno di vita.

I cibi solidi dovrebbero essere introdotti gradualmente, iniziando con cibi morbidi, come purè di frutta o verdura, e poi passando a cibi più solidi come cereali, pasta e pane. Se si sceglie lo svezzamento modificato.

Se si sceglie l’auto svezzamento si può cominciare a proporre già da subito cibo solido offerto secondo i tagli sicuri. Occorre evitare gli alimenti che potrebbero causare soffocamento (come popcorn, noci e caramelle gommose). Inoltre, i neonati non dovrebbero mai ricevere alimenti ad alto contenuto di sale, zucchero o grassi.

È giusto assicurarsi che il bambino riceva una dieta equilibrata, che comprenda proteine, carboidrati e grassi, nonché vitamine e minerali necessari alla crescita e allo sviluppo. In caso di dubbi sull'alimentazione del neonato, il pediatra resta la figura di riferimento a cui affidarsi.

Ludovica Cesaroni
Scritto da Ludovica Cesaroni

Amo definirmi una creativa dalla forte impronta razionale. Scrivere, disegnare e creare con le mani sono le mie grandi passioni, ma il pungolo della curiosità mi ha sempre portato a interrogarmi sui grandi misteri della vita e a informarmi sui 'piccoli misteri' dell'uomo.

a cura di Letizia Samantha Zeverino
Le informazioni proposte in questo sito non sono un consulto medico. In nessun caso, queste informazioni sostituiscono un consulto, una visita o una diagnosi formulata dal medico. Non si devono considerare le informazioni disponibili come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento o l’assunzione o sospensione di un farmaco senza prima consultare un medico di medicina generale o uno specialista.
Ludovica Cesaroni
Ludovica Cesaroni
in Bebe e neonati

308 articoli pubblicati

a cura di Letizia Samantha Zeverino
Contenuti correlati
Neonato sdraiato che dorme con le mani appoggiate sulle guance
Lanugo: cos'è la peluria dei neonati

La peluria dei neonati è un elemento caratteristico della pelle ma da cosa è determinata e quando scompare? Ecco tutto quello che c'è da sapere sul lanugo. 

Neonato che riposa nel lettino
Apnea neonatale: come riconoscerla?

Che cos'è l'apnea neonatale e come si riconosce? Perché compare e con quali sintomi si manifesta? Scopriamo cosa comportarci in caso si verifichi.