Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Notizie di salute
  3. Caschetto Anticaduta Chemio

Sì alla chemio, ma senza parrucca. Arriva il caschetto salva capelli

Alessandra Lucivero | Editorial Manager a Pazienti.it

Ultimo aggiornamento – 29 Maggio, 2015

Sì alla chemio, ma senza parrucca. Arriva il caschetto salva capelli

Chemioterapia e capelli che cadono. Uno dei segni del cancro con cui migliaia di persone convivono e che incide maggiormente sulla psiche dei pazienti.

Oggi, finalmente, pare esserci la possibilità che ciò non avvenga, grazie a un innovativo casco che, indossato durante il trattamento, salva i capelli, limitando i estetici, oltre che fisici e psicologici.

Una grande novità

L’innovazione tecnologica va a braccetto con la salute. Allo Ieo, gli specialisti sono ben consapevoli di questo e lo stesso Veronesi, oncologo fondatore della struttura, sottolinea che “i trattamenti non devono più guarire la malattia dimenticando la persona“.

L’obiettivo, ambizioso quanto umano, è quello di conservare la forza del singolo paziente e accompagnarlo nel percorso di guarigione, senza violarne l’identità, il carattere, l’aspetto.

Dietro ogni paziente, infatti, ci sono un uomo o una donna che si trovano a combattere su due fronti: quello della malattia e quello più silenzioso e nascosto dell’interiorità, che cambia e si ridefinisce con nuovi valori e priorità. Per questa ragione, compito del medico è far alleggerire la battaglia su quest’ultimo fronte, rendendo il paziente meno malato possibile.

E da qui l’idea del caschetto salva capelli. Paolo Veronesi, dirigente del reparto di chirurgia senologica allo Ieo, afferma che “nel nostro istituto il casco è stato utilizzato da 30 pazienti, con buoni risultati“.

Come funziona questa nuova tecnologia?

Dignicap è il nome del casco che ha un’azione refrigerante, in grado di proteggere le cellule dei bulbi piliferi del cuoio capelluto, riducendo notevolmente la caduta dei capelli.

Il freddo, personalizzato a seconda del caso attraverso 3 sensori, arriva a una temperatura di 3-5 gradi. I risultati sono incoraggianti. Negli Stati Uniti, dove si attende l’approvazione della Fda, i pazienti ne stanno traendo un notevole beneficio.

Un grande passo avanti nella lotta contro il tumore.

Mostra commenti
H-open Day: una giornata per promuovere il valore delle terapie del dolore
H-open Day: una giornata per promuovere il valore delle terapie del dolore
Un pesce di ferro per combattere l’anemia
Un pesce di ferro per combattere l’anemia
Contatta uno specialista Prenota un videoconsulto
Articoli più letti
Tumore alla prostata: rischio più alto per chi soffre di patologie intestinali?
Tumore alla prostata: rischio più alto per chi soffre di patologie intestinali?
Cosa mangiare quando si soffre di bradicardia
Cosa mangiare quando si soffre di bradicardia
Colecisti, colecistite e calcoli biliari: quali sono le differenze?
Colecisti, colecistite e calcoli biliari: quali sono le differenze?
Pelle secca in menopausa? Qualcosa si può fare per evitarla
Pelle secca in menopausa? Qualcosa si può fare per evitarla