Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Notizie di salute
  3. Le nuove prospettive per il farmacista 4.0: la parola a Roberto Valente, direttore di Cosmofarma

Le nuove prospettive per il farmacista 4.0: la parola a Roberto Valente, direttore di Cosmofarma

Ultimo aggiornamento – 14 aprile, 2020

Cosmofarma 2018
Indice

Al via, da venerdì 20 aprile sino a domenica 22, Cosmofarma 2018: ancora una volta, il mondo della farmacia torna a riunirsi, sotto il patrocinio di Federfarma e in collaborazione con Gruppo Cosmetici in Farmacia di Cosmetica Italia.

Un appuntamento da non perdere, ricco di stimoli, protagonisti del mondo farmaceutico e sanitario, tutti riuniti con uno sguardo attento al presente, ma anche al futuro.

Abbiamo intervistato il dr. Roberto Valente, direttore di Cosmofarma, per capire insieme quali sono le prospettive che la rivoluzione digitale apre ai farmacisti oggi e, soprattutto, quali saranno le novità dei prossimi anni.

Roberto Valente_Direttore Cosmofarma 2018

Come si configura il farmacista 4.0? Come si inserisce nel web e quali sono le prospettive future?

L’evoluzione digitale sta inevitabilmente influenzando il mondo della farmacia e il rapporto tra farmacista e cliente. Oggi il farmacista deve gioco forza affrontare temi come e-commerce e comunicazione web. Per seguire l’evoluzione della società e del profilo del paziente/cliente, sempre più informatizzato e incline a utilizzare il digital per informarsi e per rifornirsi di prodotti o servizi, il farmacista 4.0 deve sfruttare le reali opportunità offerte dai mezzi social, deve stabilire un contatto costante con il cliente, deve valutare se e come costituire un e-commerce per i propri prodotti.

Sono temi che rientrano a pieno titolo nelle prospettive future della professione.

Qual è l’atteggiamento dei colleghi farmacisti verso questa rivoluzione digitale?

Sicuramente si tratta di una trasformazione della professione che non è stato facile accettare, e in passato molti farmacisti pensavano si trattasse di fantascienza, ma oggi le mutate condizioni del mercato e le nuove regolamentazioni, che impongono al farmacista di assumere sempre più un ruolo manageriale, stanno dimostrando che si tratta di cambiamenti che vanno assecondati per portare avanti la propria attività professionale.

Sono ottimista e credo che al timore iniziale si stia sostituendo la consapevolezza che non si tratta di una rivoluzione completamente negativa: nuove prospettive si stanno aprendo, e quindi nuove opportunità di business.

In che modo i portali web di salute possono, secondo lei, lavorare fianco a fianco delle farmacie per dare un’informazione utile, che risponda alle richieste degli utenti?

Credo sia importante innanzitutto la formazione: anche noi a Cosmofarma cerchiamo di dare sempre nuovi contenuti ai farmacisti. Il mondo dei portali e dei siti specializzati gioca un ruolo indispensabile nel diffondere aggiornamenti e informazioni sulle tecnologie digitali più performanti e utili per incrementare il guadagno della propria farmacia.

Naturalmente, è necessario prestare attenzione alle fonti, perché nella rete le fake news sono purtroppo sempre in agguato.

Mostra commenti
Troppa acqua (bevuta velocemente) fa male: si rischia l’intossicazione
Troppa acqua (bevuta velocemente) fa male: si rischia l’intossicazione
Mal di testa e vista offuscata: quando la colpa è della cornea
Mal di testa e vista offuscata: quando la colpa è della cornea
Contatta uno specialista Prenota un videoconsulto
Articoli più letti
Ictus e diabete: un pericoloso legame
Ictus e diabete: un pericoloso legame
Sì, si può essere allergici a san Valentino
Sì, si può essere allergici a san Valentino
10 miti sulla menopausa
10 miti sulla menopausa
In futuro anche gli uomini potrebbero procreare
In futuro anche gli uomini potrebbero procreare