Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Notizie di salute
  3. Deodorante: lo usi nel modo giusto?

Deodorante: lo usi nel modo giusto?

Ultimo aggiornamento – 19 giugno, 2019

Qual è il deodorante più efficace?
Indice

La necessità di prevenire o nascondere sgradevoli odori della pelle risale a tempi antichi: gli egizi profumavano la loro pelle con allume ed erbe profumate. I cinesi ricorrevano a oli particolarmente profumati.

Il concetto di deodorante, inteso come un mix di composti chimici da applicare sulla pelle, risale alla fine dell’Ottocento e si è perfezionato nei secoli successivi grazie all’evoluzione del settore farmaceutico, dando vita a un prodotto sempre più efficace, delicato e versatile per qualsiasi tipo di pelle.

Ma come usarlo? Quale scegliere?

Due parole sulle funzioni (meno scontate) del deodorante

Attualmente, tanto per le donne quanto per gli uomini, il deodorante rappresenta un prodotto di cosmetica fondamentale a completamento della propria igiene personale. È infatti comune l’idea che il sudore abbia un cattivo odore – anche se, in realtà, all’ordine sia inodore.

L’odore poco gradevole emesso dalla pelle in determinate condizioni, è determinato dal contatto del sudore con i batteri presenti sulla pelle, che tendono ad attivarsi soprattutto negli ambienti più umidi della pelle (ad esempio ascelle, piedi, spazi interdigitali e interno cosce).

Il ruolo primario del deodorante è di prevenire e nascondere la formazione di sgradevoli odori, contrastando la proliferazione dei microorganismi responsabili della sua formazione. Contrariamente da quanto si pensa, esso non riduce la formazione del sudore, essenziale per il corretto mantenimento dell’equilibrio corporeo (espulsione di batteri e tossine, pulizia i pori, regolazione della temperatura corporea).

Gli antitraspiranti, invece, riducono anche la formazione del sudore, regolando l’attività delle ghiandole sudoripare.

Infine, se l’obiettivo è quello di limitare la sudorazione, è possibile ricorrere a prodotti di origine vegetale, capaci di regolare la funzionalità delle ghiandole responsabili della formazione del sudore stesso.

Quale deodorante usare

La scelta del deodorante giusto per la propria pelle non è semplice: in commercio sono disponibili numerose varietà di deodoranti che differiscono tra loro per composizione chimica e per forma di erogazione, con effetti diversi da soggetto a soggetto.

Piuttosto che farsi guidare nella scelta del deodorante di uso quotidiano da una super offerta, da una forte campagna pubblicitaria o da una confezione accattivante rispetto alle altre, è bene soffermarsi sulla composizione chimica valutando alcuni di questi parametri:

  • Trietil citrato – forte inibitore degli enzimi batterici presenti sulla pelle, responsabili primari della formazione di cattivo odore. Nella scelta è bene orientarsi verso deodoranti con elevata concentrazioni di trietil citrato
  • Alcool etilico – potente inibitore di batteri. In caso di soggetti allergici è bene privilegiare deodoranti a bassa concentrazione alcoolica
  • Vitamina E e B5 – ingredienti particolarmente emollienti che donano immediata e prolungata freschezza alla pelle
  • Zinco – assorbe cattivi odori prima della loro propagazione
  • Aromi – optare per deodoranti neutri o non eccessivamente profumati: un’elevata concentrazioni di aromi mixata al sudore può generare effetti indesiderati, odori forti e particolarmente sgradevoli

Inoltre, i deodoranti che scegliamo non dovrebbero contenere alcool, parabeni e sali di allumino, un agente antitraspirante in grado di dissolversi nel sudore lasciando sulle ghiandole sudoripare una sottile pellicola di gel che riduce la quantità di sudore rilasciato sulla pelle per alcune ore dopo la sua applicazione.

È bene comunque ricordare che la maggior parte dei deodoranti in commercio sono facilmente assimilabili dalla pelle, ad eccezione di particolari condizioni di allergia.

È bene orientarsi su deodoranti dermatologicamente testati per ovviare a spiacevoli inconvenienti. In tali circostanze è bene affidarsi al consiglio di un farmacista per individuare la soluzione migliore in relazione alle caratteristiche della propria pelle.

Per ciò che concerne il tipo di erogazione la scelta è del tutto personale:

  • Spray o vapo – Il getto rapido dona un’immediata sensazione di freschezza. L’applicazione è veloce e pratica, ben adatta anche fuori casa.
  • Roll on – Si spalma sulla direttamente sulla cute con un movimento ondulatorio.
  • Crema – Si applica direttamente sulla zona interessata, generalmente è ricco di sostanze idratanti ed emollienti, quindi poco aggressivo per la pelle.

Come mettere il deodorante

Qual è il miglior deodorante? L’efficacia non dipende solo dal mix di componenti compatibile con il proprio tipo di pelle ma anche da modo e dalla frequenza con cui esso viene quotidianamente utilizzato.

Come mettere il deodorante? Ecco qualche suggerimento

Ecco qualche suggerimento su come utilizzare il deodorante al fine di prevenire la formazione di sgradevoli odori in seguito a sudorazione:

  • Utilizzare il deodorante esclusivamente su pelle asciutta
  • Prima dell’utilizzo del deodorante rimuovere tracce di sudore con l’ausilio di acqua tiepida, senza applicare il sapone
  • Non utilizzare deodoranti in caso di pelle irritata
  • Non utilizzare deodorante prima dell’esposizione al sole
  • Non applicare il deodorante su pelle appena depilata
  • Dopo l’applicazione del deodorante attendere qualche minuto prima di indossare il vestiario per evitare la formazione di spiacevoli macchie
  • In caso di deodoranti spray agitare prima dell’uso per miscelare gli ingredienti
  • In caso di deodoranti spray o vapo applicare tenendo il flacone distante circa 15 cm dalla pelle
  • In caso di deodoranti roll on passare l’applicatore due volte con movimento ondulatorio
  • Applicare il deodorante in piccole quantità, se necessario ripetere piccole applicazioni durante la giornata opportunamente distanziate tra di loro in termini di tempo.

Ricordate, però. Il deodorante, pur essendo un prodotto cosmetico di uso quotidiano largamente diffuso, non può essere utilizzato come sostituto di igiene del corpo. La sua efficacia è strettamente legata ad un’accurata igiene personale quotidiana.

Mostra commenti
Bagni pubblici? Ecco le infezioni che puoi contrarre
Bagni pubblici? Ecco le infezioni che puoi contrarre
Ragno violino: dobbiamo stare attenti al suo morso?
Ragno violino: dobbiamo stare attenti al suo morso?
Contatta uno specialista Prenota un videoconsulto
Articoli più letti
Quali esami sono più utili per la diagnosi del glaucoma. Il follow-up efficace
Quali esami sono più utili per la diagnosi del glaucoma. Il follow-up efficace
Seno gonfio e dolorante: quando prestare attenzione
Seno gonfio e dolorante: quando prestare attenzione
Piorrea: i rimedi per evitare la caduta dei denti
Piorrea: i rimedi per evitare la caduta dei denti
Quelle antiestetiche smagliature
Quelle antiestetiche smagliature