Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Notizie di salute
  3. Generazione 55 Indagine

Generazione “55 special”: ecco cosa fanno gli over 60 per stare bene!

Redazione

Ultimo aggiornamento – 29 Novembre, 2018

Generazione “55 special”: ecco cosa fanno gli over 60 per stare bene!

Qual è lo stile di vita e quali sono le condizioni di salute delle generazioni “55 special? A rispondere, una ricerca condotta da Ipsos, in collaborazione con Amplifon, che ha analizzato le abitudini e i comportamenti di 6mila persone di età superiore ai 55 anni, non solo in Italia, ma anche in Australia, Francia, Germania e Stati Uniti.

Cosa fanno gli over 55 per stare bene?

Di certo, potremmo dire che alcuni esempi sono proprio da seguire! Pare, infatti, che:

  • 4 senior italiani su 10 passano del tempo con gli amici almeno una volta alla settimana;
  • 1 su 2 – sino a 80 anni – è indipendente;
  • il 33% fa attività fisica;
  • 8 su 10 sono connessi con smartphone.

Insomma, una generazione iper-attiva e iper-presente: nel 2018, infatti, per la prima volta dopo l’Unità di Italia, i 60enni (e oltre!) hanno superato gli under 30.

Una vita positiva

La vita della generazione “55 special” è, dunque, positiva e libera. Inoltre, i senior sono indiscutibilmente un pilastro su cui poggiarsi per supportare figli e nipoti.

Contrariamente a quanto si pensa, dopo una certa età, le relazioni continuano o addirittura ne nascono di nuove.

Spesso assistiamo alla creazione di nuove coppie dopo i 65 anni di età, perché le persone hanno tempo di frequentarsi e voglia di innamorarsi. Addirittura, i dati ci mostrano una crescita nel numero di matrimoni tra gli over 75. Non mi pare – afferma la scrittrice Lidia Raverache i senior soffrano di solitudine. Fanno parte di una generazione che è cresciuta in gruppo, che faceva politica insieme e che spesso condivideva spazi abitativi”.

I dati sulla salute

La salute e, dunque, la durata media della vita, segna un andamento positivo. Ed è proprio la perdita di una condizione sana a far paura: ne è spaventato il 63% degli intervistati. I timori più grandi? Perdita di memoria (52%), decadimento fisico (40%), ipertensione (39%), colesterolo alto (32%) e problemi di udito (17%) – 2 persone su 10 in Italia convivono con disturbi uditivi, ricorrendo all’utilizzo di apparecchi acustici ipertecnologici, regolabili direttamente dal proprio smartphone.

Non a caso, quindi, la tendenza a prendersi cura di se stessi è molto forte, anche se c’è da dire che non tutti combattono le paure con la prevenzione, come afferma anche il dr. Roberto Bernabei, Direttore Dipartimento Scienze dell’Invecchiamento, Neurologiche, Ortopediche e della Testa-Collo, Fondazione Policlinico A. Gemelli e Presidente di Italia Longeva. “I senior italiani si dichiarano in salute e molto attenti a preservarla: fanno infatti controlli regolari, esercizio fisico e controllano minuziosamente la propria alimentazione. Nonostante le malattie e il decadimento fisico rappresentino le principali paure dei nostri senior, ancora troppo pochi cercano una soluzione in caso di disturbo o di patologie. In questo senso, è emblematico il dato dell’indagine di Ipsos sui disturbi dell’udito: solo un quarto di coloro che soffrono di un calo uditivo indossa una protesi acustica in grado di risolvere il problema“.

La necessità di essere connessi…

Emerge, infine, una necessità non solo dei millennials: quella di essere sempre connessi.

La tecnologia, quindi, non fa paura, anzi! Lo smartphone è il dispositivo preferito da oltre 7 senior su 10. “Insieme con gli statunitensi, i nostri connazionali sono quelli che si collegano a internet più spesso durante il giorno (75%). Il cuore della nuova generazione batte anche per i “social network”: oltre 7 su 10 hanno infatti un account (solo 5 su 10 in Germania). Facebook è la 3 piattaforma più utilizzata (gli italiani, con il 67%, sono secondi solo agli Stati Uniti), seguita da Twitter e Instagram (22% e 18%, le percentuali italiane sono le più alte in assoluto)”.

Le riflessioni che emergono? I nuovi servizi e gli scenari che possono delinearsi nel panorama della sanità del futuro riguardano assolutamente chi vive la terza età. L’impegno, dunque, su più fronti – come sottolinea Federico Bardelli, General Manager Amplifon Italia – è  quello di studiare un ecosistema digitale per offrire servizi sempre più personalizzati.

Mostra commenti
Via libera a formaggio e latte acido: proteggono il nostro cuore
Via libera a formaggio e latte acido: proteggono il nostro cuore
Insieme a “FraParentesi” per offrire supporto a chi vive con un tumore
Insieme a “FraParentesi” per offrire supporto a chi vive con un tumore
Articoli più letti
Vuoi ridurre il rischio di cancro? Segui questi 10 consigli (dettati dalla scienza)
Vuoi ridurre il rischio di cancro? Segui questi 10 consigli (dettati dalla scienza)
10 trucchi per nascondere la cellulite (provare per credere)
10 trucchi per nascondere la cellulite (provare per credere)
Mal di collo? 12 posizioni di yoga per dire addio al dolore
Mal di collo? 12 posizioni di yoga per dire addio al dolore
Gli esercizi consigliati per chi soffre di fibromialgia
Gli esercizi consigliati per chi soffre di fibromialgia