Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Notizie di salute
  3. Rinoplastica: quando operarsi?

Rinoplastica: quando operarsi?

Ultimo aggiornamento – 17 Agosto, 2011

La Rinoplastica, come dice un noto detto romano, è la “tomba del chirurgo plastico”. Il detto riflette una realtà di fondo: l’intervento di chirurgia estetica è uno dei più complessi, ma anche il più affascinante, perché più di ogni altro incide sul viso, apportandovi un cambiamento, essendo il naso una parte centrale del volto.
Prima della Rinoplastica, è necessario sottoporsi ai normali esami pre-operatori di routine: esami del sangue, esami delle urine, elettrocardiogramma (ECG) e, se è necessario risolvere anche un problema funzionale con la Rinoplastica, bisogna sottoporsi anche ad una radiografia o tac del massiccio facciale (rx cranio).

Per scegliere di sottoporsi all’intervento di Rinoplastica, la motivazione gioca un ruolo importantissimo.  Un’elevata motivazione è generalmente sintomo di forte disagio, dovuto ad un reale difetto estetico.

Le tecniche chirurgiche impiegate per la Rinoplastica sono varie e numerose, a seconda delle esigenze specifiche di chi sceglie di sottoporsi all’intervento: ad esempio, un rimodellamento del dorso, delle fratture o della cartilagine. Nel caso, ad esempio, di gibbotomia, ossia l’eliminazione della gobba sul dorso, vengono eseguite delle fratture basali esterne.

La classificazione classica delle tecniche è tra Rinoplastica aperta, caratterizzata da incisioni nella columella del naso, e Rinoplastica chiusa, in cui le incisioni avvengono all’interno delle narici.

La durata dell’intervento varia dalla specifica esigenza di rimodellamento (da 20 minuti a 3 ore, considerando anche la preparazione pre-operatoria). Di norma, comunque, la durata effettiva dell’intervento è di 40/45 minuti.
L’intervento non prevede nessuna degenza, eccetto che per chi dista minimo 100 km dalla struttura in cui viene eseguito l’intervento.

L’autore di questo articolo è il Dr. Luigi Fantozzi

Chirurgo Plastico LaCLINIQUE®

Mostra commenti
Reflusso gastro-esofageo
Reflusso gastro-esofageo
Esenzioni dal ticket: vi diciamo quali sono le novità
Esenzioni dal ticket: vi diciamo quali sono le novità
Contatta uno specialista Prenota un videoconsulto
Articoli più letti
Prostata infiammata: come curarla (e cosa evitare)
Prostata infiammata: come curarla (e cosa evitare)
“L’Alzheimer raccontato dai lavori all’uncinetto di mia madre”
“L’Alzheimer raccontato dai lavori all’uncinetto di mia madre”
Tumore al pancreas: perché è così aggressivo?
Tumore al pancreas: perché è così aggressivo?
La percezione del dolore: ecco da cosa dipende
La percezione del dolore: ecco da cosa dipende