Cosa fare in caso di asimmetria dei seni?

"Ho 20 anni ed ho un problema di asimmetria dei seni di cui mi sono accorta quando avevo 9-10 anni. Nonostante abbia cominciato ad assumere la pillola anticoncezionale per regolare il ciclo credendo che avrebbe influito anche sul mio problema, non è successo niente e anche se dalle ecografie non emergono particolari problemi, non sono a mio agio con il mio corpo, mi sento insicura e poco serena. Ho consultato un paio di medici che mi hanno detto di aspettare i 21 anni per operarmi, perchè la situazione poteva ancora cambiare; volendo rivolgermi ad un chirurgo plastico, cosa dovrei fare, ridurre o mettere una protesi? Mi è stato detto anche che riducendo avrei avuto dei problemi in futuro con l'allattamento: è vero?"

Innanzitutto, non devi prendere come tassativa l’età di 21 anni: ora ne hai 20 e la ghiandola mammaria ormai ha raggiunto il suo massimo grado di sviluppo, per cui, se effettivamente questa cosa ti crea disagio, puoi già iniziare a pensare ad un intervento di correzione.
Esistono molte possibilità a seconda anche di cosa desideri. Si può intervenire su entrambe le mammelle o solo su una, aumentare il volume mammario mediante l’utilizzo di una protesi o del grasso con la tecnica del lipofilling, oppure ridurre il volume. In questo caso, è vero che possono esserci delle difficoltà in futuro nell’allattamento.
Ti consiglio quindi una visita da uno specialista in chirurgia plastica proprio perché ogni asimmetria è un caso a sé e necessita di un approccio chirurgico personalizzato. 

Risposta a cura di:
Dr. Ezio Gangemi
Dr. Ezio Gangemi
Chirurgo plastico Torino
*Le opinioni su argomenti di salute espresse dai professionisti all'interno delle loro risposte non rappresentano necessariamente la posizione di Pazienti.
Leggi il disclaimer

Altre risposte di questo specialista: