Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Risposte
  3. Asportazione Neurinoma Acustico

È necessario ricorrere ad una nuova operazione per neurinoma dell'acustico?

La mia fidanzata è stata sottoposta ad intervento chirurgico per l'asportazione di un neurinoma dell'acustico, a distanza di due anni si è notato un ingrossamento del residuo che era rimasto per la vicinanza al tronco cerebrale, allora si è deciso di effettuare un ciclo di radioterapia ma a distanza di nove mesi si nota la morte delle cellule al centro del tumore ma un ingrossamento nella parte esterna, ora ha un ulteriore controllo il 12 dicembre, con forte ipotesi da parte del radio oncologo per ricorrere nuovamente alla chirurgia. Cosa consiglia? Quali potrebbero essere le conseguenze?

Innanzitutto occorre verificare le risultanze del nuovo controllo a cui la tua fidanzata verrà sottoposta. Se si dovesse trattare di un residuo vitale, una valutazione chirurgica in primis è opportuna. Il neurochirurgo valuterà e deluciderà i pro ed i contro sulla base delle nuove immagini e dell'eventuale dimensione e direzione di crescita del residuo. In bocca al lupo per tutto.

Hai trovato questa risposta utile?
Risposta a cura di:
Dr. Carlo Pastore
Dr. Carlo Pastore
Roma - VIA F.A.GUALTERIO, 127
Risposte simili
PET: che cos'è?
La PET (acronimo inglese di Positrone Emission Tomography) è la Tomografia a Emissione di Positroni, una tecnica di indagine che utilizza degli isotopi radioattivi per...
Neurinoma dell'acustico: quando operarlo?
Il neurinoma dell'acustico è un tumore ad invasività locale le cui modalità di trattamento contemplano la rimozione microchirurgica (prima scelta ove possibile) o...
Meningioma: cos'è?
Buongiorno,il meningioma (o meningioma calcifico) è un tumore endocranico a partenza dalle meningi che può portare con il suo accrescimento una compressione locoregionale...
Altre risposte di questo specialista
Eritrodisestesia: cos'è?
L'eritrodisestesia palmo plantare, anche nota come sindrome mano-piede in oncologia, è il risultato di alcuni trattamenti con farmaci oncologici, si presenta con arrossamento e...
Linfonodi all'inguine: cosa comportano?
La presenza di linfonodi inguinali è cosa normale dal punto di vista anatomico. Se tali linfonodi sono dolenti o ingranditi di volume, la prima ipotesi...
Carcinoma ovarico: quali cure seguire?
Il principio attivo Avastin è un agente inibitore dell'angiogenesi ed è un farmaco ormai di comune utilizzo. Occorre verificare però le condizioni generali...
Marcatori tumorali: cosa indicano?
Il CEA è un marcatore tumorale. Tale marcatore non possiede una specificità ed una sensibilità del 100%, pertanto può trovarsi alterato anche in condizioni non...
Ulcere durante la chemioterapia: cosa fare?
E' indispensabile che tu ti sottoponga ad una visita clinica per verificare lo stato effettivo delle ulcerazioni. Se non dovessero tendere a guarigione, è opportuno...
Vedi tutte