Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Risposte
  3. Colica Renale Gonfiore

Come comportarsi in caso di gonfiore e coliche renali?

Salve, sono un uomo di 30 anni con una stenosi renale bilaterale dalla nascita, decisamente più pronunciata a sinistra. Dopo circa 10 giorni di leggere coliche, una settimana fa, tramite esame ecografico, mi hanno riscontrato un calcolo di 2 cm nel bacinetto renale sinistro ed altri calcoli di 3/4 mm nei calici. Dopo essermi recato in pronto soccorso, hanno riscontrato una dilatazione del bacinetto di 3,66 cm (7 anni fa, la dilatazione sotto colica è arrivata anche a 5 cm). Al pronto soccorso ,dopo aver effettuato tac con e senza contrasto, hanno appurato che entrambi i reni, seppur con stenosi e con presenza di calcoli, scaricano regolarmente, motivo per il quale non hanno reputato idoneo un intervento di nefrostomia per salvaguardare l'organo. In attesa di sentire nuovamente l'urologo, sono soggetto a innumerevoli coliche e gonfiore del rene sinistro. Cosa fare in questo caso? Il rene rischia di essere compromesso qualora il calcolo di 2 cm si vada ad incanalare? Come faccio a capire quando realmente la funzionalità dell'organo è compromessa per recarmi al pronto soccorso? Grazie.

A mio modesto avviso, devi recarti in una buona struttura di urologia per sottoporti alla bonifica dei calcoli, in particolare di quello di 2 cm, per evitare che nel tempo, tra episodi di colica associati verosimilmente ad infezione delle vie urinarie, i tuoi reni, in particolare il sinistro, possano andare incontro a fenomeni di nefrite interstiziale con riduzione della funzionalità renale.
Dopo la bonifica dei calcoli, controlla regolarmente con esami ematochimici lo stato complessivo della tua funzionalità renale.
Hai trovato questa risposta utile?
Risposta a cura di:
Dr. Franco Perrone
Dr. Franco Perrone
Taranto
Altre risposte di questo specialista
Nefrectomia: come dovrebbero essere le analisi?
Tuo marito ha fatto un intervento di nefrectomia (per quale motivo?) per cui ha un patrimonio nefronico dimezzato. Considerando lo stress legato all'intervento di...
Sindrome nefrosica corticodipendente: come si tratta?
Certamente è importante avere la documentazione clinica perché sindrome nefrosica corticodipendente non vuol dire nulla se non vi è il dato bioptico (è una
Tac ai reni: come si legge?
La giovane età (21 anni) associata ad ipertensione arteriosa con un referto TAC che evidenzia una riduzione delle dimensioni del rene destro rispetto al...
Risonanza ai surreni: è più affidabile di un'ecografia?
Sicuramente, la risonanza magnetica nucleare è un esame di secondo livello e non è operatore dipendente come accade più facilmente con l'ecografia. Per questo motivo,...
Grappolo di cisti sul rene: cosa comporta?
No, verosimilmente hai un'infezione delle vie urinarie. Utile eseguire esame delle urine ed urinocoltura ed aumentare l'introito idrico giornaliero. La presenza di...
Vedi tutte
Risposte simili
Coliche renali e dilatazione ureterale destra: cosa significa?
Se soffri di coliche renali, significa che tendi a formare calcoli e questi, migrando, possono causarti sia le coliche, sia la...
Diabete, ipertensione e proteinuria alta: come curarli?
La proteinuria elevata indica una condizione di nefropatia diabetica, che è curabile tenendo sotto controllo il diabete: se la Hb A1c (che è...
Dolore al fianco fino all'inguine associato a nausea: qual è la causa?
Se sei una donna, potrebbe trattarsi di un ovaio o una salpinge che, in fase di ovulazione o per flogosi o per...