Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Risposte
  3. Dolore Braccio Osteopatia

Una seduta dall'osteopata può provocare forti dolori alle braccia e intorpidimento?

Buongiorno, un mese e mezzo fa, mi sono rivolta ad un osteopata, perchè avevo da tempo un dolore all'ipocondrio sinistro che si irradiava a fianco e schiena. Ho eseguito prima numerosi accertamenti dai quali non è emerso nulla di significativo. Alla prima seduta, mi è stata fatta anche la manipolazione viscerale (visto il sospetto di aderenze) e ho visto un buon miglioramento. Ho cominciato subito dopo però ad avere dolore alle braccia, notando bruciore quando appoggiavo i gomiti. Siccome avevo iniziato in quei giorni a prendere una pastiglia per la pressione, ho pensato fosse un effetto collaterale del farmaco. L'ho riferito al medico e l'ho sospeso. Ritorno dall'osteopata per fare la seconda seduta, mi dice che mi trova molto bene ed inizia una manipolazione piuttosto energica tanto da diventare molto dolorosa. La notte non ho dormito bene, continuavo a svegliarmi (al contrario della prima seduta in cui mi sono sentita molto rilassata) e al mattino mi sono svegliata come se avessi l'influenza, con una sensazione come se mi girasse la testa accompagnata da un po' di nausea. L'ho contattato e mi ha detto di stare tranquilla, che è tutto normale. A seguire, si sono intensificati i dolori alle braccia accompagnati da bruciore e punture di spillo che in un secondo momento si sono estesi anche alle gambe. Sono ritornata dall'osteopata , mi ha detto che non è stato il trattamento e che alla prossima seduta non mi farà più la manipolazione viscerale. Sono finita al pronto soccorso perchè mi si è intorpidita la parte sinistra della testa verso l'orecchio. È possibile che una manipolazione possa aver scatenato tutto questo? Prima non avevo nè dolore alle braccia nè la sensazione di capogiro accompagnato a nausea. Mi ha detto di aver lavorato su un nervo. Cosa potrei fare? È una cosa che col tempo si può assestare da sola?

Buongiorno,
per risponderti più dettagliatamente, avrei bisogno di sapere quanti anni hai, la tipologia di dolore che avvertivi all'ipocondrio sinistro e quali accertamenti hai fatto in merito al dolore che avvertivi prima delle sedute osteopatiche.

Per esserti di aiuto, posso dirti che i sintomi da te segnalati, dopo una seduta di osteopatia viscerale, sono facilmente accostabili ad una manifestazione del nervo vago.

Il nervo vago è il 10° nervo cranico ed è il più lungo del sistema nervoso autonomo, si estende dall’encefalo fino alla cavità addominale.

Un'infiammazione del nervo vago può essere l'effetto di diverse cause, tra cui; cattiva alimentazione (ricca di grassi), cause di natura psicosomatica (stati d'ansia, stress) ma anche postura scorretta.

Un trattamento osteopatico non può provocare infiammazione al nervo vago, se non in presenza di una problematica già esistente. È molto più probabile che il trattamento abbia fatto emergere (in modo violento) un disequilibrio un po' nascosto (la sensazione di dolore in zona ipocondrio consente già di sospettarlo).

È probabile che necessiti di trattamenti più frequenti, ma meno profondi, per consentire al tuo organismo di avere più tempo per reagire.

I sintomi violenti da te segnalati dovrebbero attenuarsi e scomparire in pochi giorni.

Ti consiglio di valutare in seguito un approfondimento della causa primaria del tuo dolore in quanto, se sono state escluse problematiche di carattere medico patologico, la sfera su cui indagare è quella psicosomatica nella quale il nervo vago regna sovrano.
Hai trovato questa risposta utile?
Risposta a cura di:
Liana Cascarano
Liana Cascarano
Milano - Via Giacomo Zanella, 43/1, Milano, MI, Italia
Risposte simili
Osteopata: può prescrivere farmaci?
No, non può farlo, a meno che non sia un medico. Saluti
Osteopatia: cos'è?
L'osteopatia non è semplicemente di terapia manuale o esoterismo di qualche genere. Osteopatia vuol dire studiare, valutare, sentire e capire il corpo, identificarne le zone...
Osteopata: quando serve?
Il trattamento osteopatico è indicato per una vasta gamma di situazioni per cui il paziente si trova ad avere uno o più sintomi e una...
Altre risposte di questo specialista
Risonanza alla cervicale: come si legge?
Buongiorno, il quadro della tua cervicale non è esattamente in linea con la tua età. Presenta un aspetto degenerativo un po' prematuro e proprio...
Dolore alla sciatica: quali esercizi effettuare?
Buongiorno,dalla tua descrizione, pare più che probabile il dolore sia evocato da un movimento, nello specifico da un movimento ripetuto in modalità scorretta.  Lo sport...
Strappo muscolare: come trattarlo?
Buongiorno,il recupero per uno strappo muscolare è facilitato dalla tecarterapia (terapia fisica strumentale).Molto spesso si affianca anche il drenaggio linfatico manuale.Entrambe hanno...
Distrazione del tendine distale: come trattarla?
Buongiorno,gli esiti della tecarterapia richiedono un ciclo che varia da 5 a 8 sedute prima di avvertire un decisivo miglioramento e possono, inizialmente (come...
Movimento a scatto del collo: dove trovare le cause?
Buongiorno, il mio consiglio è di richiedere una visita ortopedica e/o una valutazione osteopatica.La cervicale (in particolar modo) è la zona più mobile...
Vedi tutte