Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Risposte
  3. Insonnia Rimedi

Cosa fare per l'insonnia?

Ho 64 anni e da 2 anni soffro di insonnia. A volte, le mie nottate le passo completamente in bianco, girandomi e rigirandomi nel letto, a volte, se sono fortunata, passano 2/3 ore prima di addormentarmi e al mattino sono più stanca di quando mi sono coricata e per tutto il giorno mi bruciano gli occhi. Il mio medico, al quale ho spiegato il problema, mi ha consigliato di prendere la Melatonina pura, ma ho notato che mi procurava l'effetto contrario, proprio come se avessi assunto della caffeina. Allora, mi ha consigliato di provare, insieme alla melatonina, mezza compressa di Lorazepam da 1 mg. Purtroppo, neanche questa soluzione ha funzionato e ho constatato che riesco a dormire profondamente in media una notte su 10. Faccio presente che, nonostante questo disagio, sono piuttosto calma, non facilmente irritabile e conduco una vita normalissima, con ottimi rapporti interpersonali, faccio una costante attività fisica (ballo, palestra, camminate). Gradirei un consiglio in merito. Grazie.

Buonasera,
la situazione che presenti rivela la presenza di una sintomatologia che pare ben strutturata (visti i 2 anni). Poichè riconosci un periodo abbastanza preciso di inizio, si può ipotizzare che ci sia una causa nella tua vita all'origine di questo sintomo: potrebbe essere successo qualcosa che, non avendo ricevuto adeguata elaborazione psichica, si è scaricato a livello somatico.
Ti consiglio una visita presso il centro del sonno che dovrebbe esserci negli ospedali della tua città o nelle asl. Qualora non risultasse nulla di fisiologico, è possibile supporre la possibilità che ti prospettavo sopra di un'origine psicologica, pertanto sarebbe consigliabile una consulenza psicologica cui seguirà un percorso mirato ad elaborare eventuali circostanze connesse.
Il fatto che durante il giorno ti senti calma, può non essere legato ad un'eventuale situazione di tensione, ansia, inquietudine e altre sensazioni ed emozioni che puoi provare di notte.
Tra le possibilità associate all'intervento psicologico, potresti provare anche il Training Autogeno, tecnica di rilassamento e ri-connessione mente-corpo da eseguire principalmente prima di dormire (dopo il corso seguito con l'operatore), in quanto concilia il sonno in modo naturale. 

Cordiali saluti
Hai trovato questa risposta utile?
Risposta a cura di:
Dr.ssa Lucia Andriolo
Dr.ssa Lucia Andriolo
Torino - Via Genova 70
Risposte simili
Cocculus e mal di montagna: è indicato?
Il mal di montagna comporta diversi sintomi, fra cui la nausea e le vertigini. Senz'altro il cocculus può essere d'aiuto. ...
Gocce omeopatiche per perdere peso: funzionano?
La perdita di peso non dipende dalle pillole, che sono solo un valido ausilio ad una dieta equilibrata. Rivolgiti ad uno specialista...
Calcoli biliari: esiste una cura naturale?
Prova a prendere LYCOPLEXIL - 1 misurino sublinguale 2 volte al dì 30' prima dei pasti principali. Cordialità
Altre risposte di questo specialista
Amicizie tra adolescenti: è giusto intromettersi?
L'età delicata che sta attraversando tua figlia è caratterizzata dalla ricerca della propria identità, dalla richiesta di indipendenza e ricerca di autonomia che però necessariamente...
Aumento battiti, tremori e vertigini: quali sono le cause?
Buonasera, la sintomatologia di cui hai sofferto potrebbe avere origine ansiosa; la componente di attivazione neurovegetativa che hai osservato nell'aumento di battiti cardiaci ne è...
Attesa di un'operazione: come comportarsi?
Buongiorno, la tua reazione di paura è assolutamente giustificata e comprensibile; il primo passo per poterla gestire l'hai già compiuto riconoscendola. Non potrai eliminarla completamente,...
Stato depressivo in seguito ad assunzione di farmaci: cosa posso fare?
Buongiorno, innanzitutto bisogna capire se il farmaco deve essere assunto per un periodo preciso o se andrà assunto sempre (perchè, nel primo...
Cambiamento comportamentale dopo interventi: perchè?
Gli interventi chirurgici sono condizioni estremamente stressanti per la persona che li deve affrontare e per chi gli sta vicino; pertanto, è comprensibile un cambiamento...
Vedi tutte