Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Risposte
  3. Rm Ginocchio Evitare Intervento

Come evitare l'intervento al ginocchio?

RM ginocchio dX: "gonartrosi tricompartimentale caratterizzata dalla presenza di minuta osteofitosi marginale e di condromalacia; in corrispondenza del compartimento femoro-tibiale e femoro-rotuleo esterno si osservano multiple zone di erosione condrale con esposizione dell'osso e sofferenza edematosa dell'osso trabecolare adiacente. Non significative alterazioni legamentose; in particolare i legamenti collaterali ed i crociati sono indenni. Meniscosi del corno posteriore e del corpo del menisco mediale; si associa a tale livello fissurazione a decorso longitudinale obliquo. Sofferenza edematosa della capsula articolare in corrispondenza del muro meniscale posteriore mediale. Fibro-osteite rarefacente inferiormente alle spine tibiali ed a livello del piatto mediale, sul versante anteriore. Non borsiti. Artrosinovite caratterizzata da minima quantità di versamento articolare." Chiedo cortesemente un parere sulla terapia da effettuare precisando che si tratta della RM di mia madre che ha quasi 77 anni. L'anno scorso fece una prima RM che diede un quadro pressochè identico a parte la fissurazione che si è evidenziata con questa RM. Si sottopose ad un ciclo di fisioterapia mirata dalla quale trasse notevole beneficio. Anche stavolta si può evitare l'intervento in artroscopia e tentare con fisioterapia o altro? Ringrazio e resto in attesa di cortese riscontro.

Visti i benefici della fisioterapia, mi sento di invitare tua madre ad effettuare un nuovo ciclo di terapie riabilitative.

In assenza di benefici, attraverso una valutazione specialistica ortopedica si potranno prendere in esame anche altri approcci terapeutici conservativi (ortesi, infiltrazioni con acido ialuronico) piuttosto che pensare subito all'indicazione chirurgica.

Ovviamente lo specialista, visitando la signora e valutando lo stato di infiammazione e di limitazione funzionale dell'articolazione, procederà per il trattamento più idoneo.

Cordialmente

Hai trovato questa risposta utile?
Risposta a cura di:
Dr. Alberto Busilacchi
Dr. Alberto Busilacchi
Ancona - Via San Giovanni,42
Risposte simili
Ernia del disco: che cos'è?
Il disco intervertebrale, che è interposto tra 2 vertebre, è costituito da una parte periferica denominata anulus fibroso e una parte centrale, gelatinosa,...
Mal di schiena: quali sono le terapie più adatte?
Bisognerebbe prima di tutto capire da cosa sia dovuto (problemi posturali, muscolari, discopatie, spondiloartrosi).Per ridurre il dolore e prevenire lo stress sulla colonna...
Scoliosi e jogging: sono compatibili?
La scoliosi è una condizione irreversibile della colonna vertebrale. Se la scoliosi non è grave e non provoca dolore forte alla schiena, allora...
Altre risposte di questo specialista
Entesopatia legamento ginocchio: cosa fare?
Questi problemi classificati come entesopatia riguardano le inserzioni di tendini o legamenti, ovvero i punti in cui essi si "fondono" con l'osso. Immagino sia...
Atlante sublussato: come si diagnostica?
Trattandosi di una valutazione sulla parte scheletrica, ritengo più appropriata una tomografia computerizzata.Nella richiesta del tuo curante, va specificata l'indicazione per la quale si richiede...
Tendini del ginocchio corti: cosa si può fare?
La posizione della rotula, alta o bassa, con conseguente tendine rotuleo più lungo o corto della norma, è un problema che emerge durante lo...
Vedi tutte