Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Risposte
  3. Salute Polmoni

Quale esame è consigliato per avere una visione dello stato di salute dei polmoni?

Buongiorno, lavoro in una fabbrica metalmeccanica da molti anni dove non si sono mai rispettati i requisiti di sicurezza in termini di aspirazione fumi/aerazione. Ho sempre respirato un sacco di polveri e fumi della ghisa, anche vapori dati dalla lavorazione di macchine che non sono dotate di aspiratori (no fumi saldatura dato che non saldiamo), alcune volte tornavo a casa con la gola secca. Apparentemente mi sento bene, un paio di anni fa, feci la spirometria e risultò tutto regolare, ho 36 anni e vorrei fare un esame approfondito per capire lo stato dei miei polmoni, il mio medico curante è sempre molto generico e non mi soddisfa quindi vorrei chiedere a lei, quale esame o esami sono consigliati per avere una visione dello stato di salute dei miei polmoni?

Buongiorno,
devi fare una visita pneumologica completa di esami strumentali: spirometria globale con DLCO, test del cammino, emogasanalisi (EGA), TC del torace ad elevata risoluzione (HRCT) per studio del parenchima.

Qualora lo pneumologo dovesse ravvisare problematiche riconducibili all'ambiente lavorativo, sarai indirizzato, per competenza, ad un medico del lavoro.
Hai trovato questa risposta utile?
Risposta a cura di:
Dr.ssa Emiliana Meleo
Dr.ssa Emiliana Meleo
Frosinone - Via XXIV Maggio 93
Risposte simili
Fibrosi cistica: è consigliato il trapianto di polmone?
La fibrosi cistica è una malattia genetica autosomica recessiva, causata da una mutazione del gene CFTCR (Cystic Fibrosis Transmembrane Conductance Regulator) che codifica una...
Russamento e apnee nel sonno: da cosa sono causati?
Devi sapere che il russamento e la sindrome delle apnee ostruttive nel sonno hanno le stessa origine, ossia l'ostruzione parziale o totale delle...
Russamento e apnee notturne: come eliminarle?
Avrei bisogno di conoscere il livello di severità del tuo caso per poterti dare dei consigli specifici. Comunque, non ti preoccupare, esistono dispositivi di avanzamento...