Dieta del supermetabolismo: tutto ciò che occorre sapere

Ludovica Cesaroni

Ultimo aggiornamento – 01 Settembre, 2023

dieta-del-supermetabolismo

Come indica il nome, la dieta del supermetabolismo cerca di aumentare il dispendio energetico, ed è basata su cinque pilastri erivanti da un acronimo inglese che va a formare la parola “super”: (Super proteins, super carbs, and super fats); upping your energy expenditure; power snacks; essential calories, vitamins, and minerals; relaxing and recharging). Tradotti, questi cinque fondamenti sarebbero:

  • Super proteine, super carboidrati e super grassi
  • Aumentare il dispendio energetico
  • Snack energetici
  • Calorie, vitamine e minerali essenziali
  • Rilassante e ricaricante.

In questa dieta, vi sono delle precise indicazioni su cosa mangiare e quando. In genere, viene consigliato di consumare tre pasti e uno spuntino al giorno, oltre a bere molta acqua. Piuttosto che eliminare nutrienti specifici (come grassi o carboidrati), essi vengono tutti adattati al piano alimentare e le scelte in questi gruppi di alimenti sono tutte progettate specificamente per aumentare il metabolismo.

Funzionamento del metabolismo

Naturalmente, per capire come funziona la dieta del metabolismo accelerato o supermetabolismo, occorre prima imparare alcune nozioni sul metabolismo in generale. Esso è determinato da quattro fattori chiave: età, genetica, dieta e livello di attività. Dunque, nonostante non si possa ringiovanire o modificare il proprio DNA, è possibile regolare il proprio regime di allenamento e ripulire la propria alimentazione da cibi non ottimali.

Tuttavia, con la dieta del super metabolismo, non si è condannati ad un regime alimentare che lascia svuotati e deboli. Questa dieta garantisce un modello che può anche trasformarsi in uno stile di vita duraturo, il che significa che non occorre dire "no" ai piaceri del mangiare per vedere cambiamenti duraturi.

Scopriamo, nel dettaglio, come funziona la dieta.

Come funziona la dieta del supermetabolismo

La dieta del supermetabolismo richiede un focus sui macronutrienti:

  1. le "super proteine", che aiutano a costruire muscoli, che bruciano energia e danno la sensazione di essere più pieni e più a lungo (cibi come uova, yogurt, salmone e manzo magro).
  2. I "super carboidrati", che garantiscono al metabolismo glucidi essenziali da bruciare con una quantità di fibre sufficienti per tenere sotto controllo i livelli di zucchero nel sangue (alimenti come farina d'avena, grano integrale, verdure germogliate e quinoa).
  3. I " super grassi" (alimenti come avocado, crema di noci, olio di cocco e olio d'oliva). Gli acidi grassi Omega-3 presenti in alcuni pesci, ad esempio, migliorano il metabolismo dei grassi alterando l'espressione dei geni infiammatori.


L'obiettivo di tutti gli alimenti di questa dieta è aumentare il dispendio energetico e fornire calorie, vitamine e minerali essenziali, consentendo anche di rilassarsi e ricaricarsi quando necessario.

Poiché il metabolismo è centrale in questa dieta, occorre prestare attenzione ad evitare certi alimenti dietetici, che possono nuocergli: come lo sciroppo di mais ad alto contenuto di fruttosio, soda e alimenti trasformati come pane bianco, formaggio trasformato, piatti surgelati, biscotti e merendine.

Quale potrebbe essere un menu tipo? Muffin quiche a colazione, con frutti di bosco freschi, avocado a fette per pranzo e bistecca con contorno di patate dolci per cena.

La dieta è solo una parte nel puzzle del metabolismo: oltre a ciò che si mangia, è importante prestare attenzione ad altri elementi, come l'esercizio fisico (già fare le scale e fare una breve passeggiata ogni giorno può essere un ottimo punto di partenza) combattere sia la mancanza di sonno e ridurre lo stress.

Dieta del supermetabolismo: cosa mangiare

Due dei 5 pilastri precedentemente citati sono direttamente correlati agli alimenti assumibili con questa dieta. 

Per quello che riguarda i macronutrienti (i “super”) ricapitolando, vi sono:

  • Super proteine: uova, salmone, manzo magro, bisonte e petto di pollo. Occorre assumere 1,6 grammi di proteine per chilogrammo di peso corporeo. 
  • Super carboidrati: farina d'avena, grano integrale, quinoa, banane, mele e orzo.
  • Super grassi: avocado, crema di noci e olio d'oliva.

Tra gli snack energetici, invece (o super snack) sono scelte ideali lo yogurt, le carote e l’hummus.

Inoltre, è possibile aggiungere degli extra, valutando di aggiungere le spezie per rendere i cibi interessanti oppure accompagnare i pasti con tè e tisane.

Naturalmente, vi sono cibi che bisognerebbe evitare e che riguardano alimenti normalmente assunti con l’alimentazione quotidiana:

  • Carboidrati raffinati
  • Bibite
  • Grassi saturi
  • Alcol
  • Pane e cereali

Risultati della dieta del supermetabolismo

Secondo questo piano è possibile imparare i segreti per incrementare il proprio metabolismo. Il metabolismo è in grado di bruciare correttamente le calorie ingerite, con questa dieta, ma è importante evitare i nemici metabolici, che lo rallentano (tra questi vi sono lo stress e la mancanza di sonno).

Non sono i singoli cibi a migliorare il metabolismo, quanto una combinazione degli stessi, assieme all'eliminazione di cattive abitudini e scorretto stile di vita che impattano sul metabolismo. Inoltre, è importante non trascurare una corretta idratazione, che aiuta il processo digestivo e anche quello di purificazione da scorie e tossine.

Possibili effetti collaterali della dieta del supermetabolismo

La dieta offre una vasta gamma di gruppi di alimenti da cui poter attingere, ma è importante fare attenzione alle calorie. Il rischio, infatti, è quello di metter su peso.

Solo 100 calorie in più al giorno, anche da alimenti consentiti, possono far aumentare di 4,5/5 kg all'anno, il che potrebbe impedire a qualcuno di raggiungere i propri obiettivi di peso.

La dieta del supermetabolismo: oltre l’alimentazione

Secondo il regime non si tratta solo di alimentazione, ma conta anche lo stile di vita, che va ripulito dalle cattive abitudini. Infatti, troppo stress, troppo poco sonno e il contatto con le sostanze chimiche possono rallentare il metabolismo.
Oltre a ciò che è importante evitare, occorre tener presente di praticare attività fisica, sia attraverso i movimenti quotidiani (come fare le scale) sia nell'allenamento della forza e negli allenamenti ad alta intensità, da seguire nelle fasi successive alla dieta.

Questi fattori sono fondamentali per raggiungere il peso desiderato e rimanere in salute nel mentre che si segue la dieta. 

La dieta del super metabolismo funziona?

Questa dieta promette di alleggerire dal peso della tipica mentalità "no" che scaturisce dalle classiche diete, in cui è necessario fare affidamento sulla sola forza di volontà (una condizione che spesso fa fallire il proposito di seguire la dieta stessa). 

Un altro aspetto di questo approccio è che non serve contare necessariamente le calorie: una volta che ci si sente sazi, non si sarà tentati di rivolgersi a cibi spazzatura o poco salutari.

Il parere dell’esperto

L’esperto Dott. Cristian Mastropietro ci lascia con un commento finale: “L’ideatrice della dieta, la nutrizionista statunitense Haylie Pomroy, propone il suo programma alimentare come una soluzione rapida e duratura nel tempo. Contrariamente ad altre diete dimagranti, quella del supermetabolismo abolisce il conteggio delle calorie. Ad oggi questa dieta è molto criticata dalla comunità scientifica. I principi su cui si basa non hanno fondamento scientifico e non ci sono trial clinici che dimostrino la reale efficacia della dieta. Si pensa quindi che il reale dimagrimento dipenda prevalentemente dal ridotto contenuto calorico piuttosto che dall’accostamento accurato degli alimenti. Una regola fondamentale. Evitate il fai da te sulle dieteSe siete intenzionati a seguire una qualsiasi dieta, non solo questa, consultate sempre il vostro medico di fiducia o un nutrizionista, in modo che vi possano fornire dei consigli su misura.”

Ludovica Cesaroni
Scritto da Ludovica Cesaroni

Amo definirmi una creativa dalla forte impronta razionale. Scrivere, disegnare e creare con le mani sono le mie grandi passioni, ma il pungolo della curiosità mi ha sempre portato a interrogarmi sui grandi misteri della vita e a informarmi sui 'piccoli misteri' dell'uomo.

a cura di Dr. Cristian Mastropietro
Le informazioni proposte in questo sito non sono un consulto medico. In nessun caso, queste informazioni sostituiscono un consulto, una visita o una diagnosi formulata dal medico. Non si devono considerare le informazioni disponibili come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento o l’assunzione o sospensione di un farmaco senza prima consultare un medico di medicina generale o uno specialista.
Ludovica Cesaroni
Ludovica Cesaroni
in Diete

308 articoli pubblicati

a cura di Dr. Cristian Mastropietro
Contenuti correlati
insalata di quinoa con verdure
Quinoa e glutine: è vero che la quinoa è gluten free?

Qual è il rapporto tra quinoa e glutine? Scopriamo se è vero che questo pseudocereale può essere consumato anche da chi è celiaco perché non contiene glutine.

Dell'alloro
Erbe aromatiche: una guida alle più usate in cucina e come rimedi naturali

Erbe aromatiche, una guida alle più usate come ingredienti culinari e rimedi naturali dalle molteplici proprietà, completa di consigli sulla coltivazione.