Dieta detox: come funziona la dieta disintossicante

Anna Nascimben | Editor

Ultimo aggiornamento – 04 Agosto, 2023

Scopri se e come funziona la dieta detox

Con la definizione di dieta detox si intende generalmente un periodo limitato nel tempo durante il quale si porta avanti un'alimentazione disintossicante e depurativa volta a smaltire un accumulo di calorie e di tossine da parte dell'organismo.

È vero che questa dieta purificante così restrittiva apporta dei benefici per la salute? Per quanto tempo si può osservare e qual è un esempio di menù tipo? Vediamolo insieme.

Cosa significa dieta detox

La dieta detox, anche chiamata dieta disintossicante o dieta depurante, è un regime alimentare particolare che si caratterizza per la rigidità del suo protocollo. Molti cibi, infatti, sono banditi, così come gran parte dei condimenti e delle bevande ad accezione dell'acqua e delle tisane, infatti non a caso è consigliabile non protrarre questa vera e propria cura depurativa per più di un certo periodo di tempo.

In genere si tende a mettere in pratica questo tipo di alimentazione disintossicante in seguito a fasi nelle quali si è mangiato molto e prevalentemente cibi grassi e calorici.

La dieta detossificante, tuttavia, non è solamente un regime ipocalorico volto a perdere peso: il suo fine ultimo, infatti, è più che altro teso a una vera e propria depurazione totale dell'organismo, il quale, mediante l'introduzione di determinati alimenti, sarebbe stimolato ad espellere le tossine che si sono accumulate al suo interno.

In cosa consiste la dieta detox

L'alimentazione detox consiste in una dieta disintossicante e depurativa particolarmente restrittiva, sia in termini di quantità di calorie introdotte, sia per quanto riguarda la tipologia di cibi e di bevande concesse. Negli alimenti che costituiscono la base di questo regime rientrano:

  • la verdura, in particolare quella a foglia verde, i broccoli, i carciofi, gli asparagi, le carote, i cavoli, i fagiolini, i finocchi e la bieta
  • la frutta, soprattutto quella a ridotto contenuto di zucchero. Sono consigliati in particolare l'avocado, il limone, il pompelmo, i frutti di bosco, le arance, le mele, il melograno, il kiwi e l'ananas
  • l'acqua
  • le tisane a base di erbe depurative e drenanti
  • la frutta secca
  • i semi oleosi
  • i legumi

Al contrario, i cibi assolutamente da evitare all'interno di una dieta disintossicante sono:

  • tutti quelli processati e industriali
  • gli insaccati e i salumi
  • la carne rossa
  • lo zucchero
  • il caffè e il tè
  • i condimenti grassi, come ad esempio il burro, la panna e la margarina
  • alcol
  • latticini e tutti i prodotti caseari
  • uova
  • i cibi che contengono glutine
  • dolcificanti
  • alimenti ricchi di grassi

La detox dieta fa largo uso dei frullati e delle tisane, infatti è un tipo di alimentazione definito semi-liquido. L'acqua rimane la bevande più consumata, tuttavia sono consigliate anche le tisane drenanti e il tè verde. L'obiettivo finale è quello di spingere l'organismo a depurarsi eliminando le tossine, oltre a quello di ridurre la cellulite e la ritenzione dei liquidi.

Per quanto riguarda la scelta dei carboidrati, nelle diete depurative e disintossicanti vengono privilegiati quelli senza glutine e con pochi grassi, come ad esempio l'avena, il miglio e la quinoa. Il riso integrale viene concesso, tuttavia occorre fare attenzione alle quantità, le quali devono essere sempre molto ridotte in modo da non appesantire l'organismo.

La quota proteica è trascurabile e deriva essenzialmente dai legumi e dal pesce bianco, con un uso sporadico della carne magra. 

Pro e contro della dieta detossinante

Secondo i suoi sostenitori, sembra che il regime detox possa apportare notevoli benefici all'organismo. Questo tipo di alimentazione è ricco di cibi dalle proprietà antiossidanti e antinfiammatorie, inoltre esso, grazie all'assunzione di una notevole quantità di liquidi, mira ad aumentare il drenaggio e a depurare l’organismo dalle tossine in eccesso. Sembra che la dieta detox sia utile per:

  • alleggerire l'organismo ed eliminare il gonfiore addominale
  • depurare il corpo dalle tossine in eccesso
  • favorire il transito intestinale
  • ritrovare maggior energia
  • ridurre lo sforzo di reni e fegato
  • diminuire la sensazione di pesantezza
  • migliorare la ritenzione idrica
  • perdere peso
  • migliorare la diuresi

L'alimentazione depurativa, inoltre, va sempre integrata con l'attività fisica, prediligendo sport a bassa intensità come la camminata o lo yoga. Il movimento, infatti, aiuta il fisico a smaltire le tossine e i liquidi in eccesso, contribuendo ad intensificare l'effetto della dieta detox.

Secondo i detrattori di questo tipo di regime, tuttavia, l'utilizzo di diete depurative con l'obiettivo di disintossicare l'organismo è inutile, oltre che potenzialmente dannoso. Gli organi del corpo umano, infatti, sono quotidianamente impegnati nell'eliminazione delle sostanze nocive e degli agenti tossici che vengono introdotti con il cibo.

In particolare, è il fegato l'organo maggiormente impegnato su questo fronte, in quanto riesce ad attivare un processo di detossificazione e di eliminazione di elementi tossici presenti nell’organismo in modo automatico.

Inoltre, sembra che non esistano alimenti che, grazie alle loro particolari proprietà, riescano a purificare il corpo.

Da questo punto di vista, quindi, l'unica soluzione veramente efficace per depurare l'organismo sarebbe quella di alimentarsi senza eccedere con la quantità di calorie introdotte, privilegiando gli alimenti ricchi di fibre e limitando l'assunzione dei cibi ricchi di grassi saturi, di zuccheri e le bevande eccitanti.

Dieta depurativa: a cosa fare attenzione

Come tutte le diete purificanti e disintossicanti che mirano a ridurre la pesantezza e le tossine, anche il regime detox presenta delle accortezze di cui è necessario tenere conto. Innanzitutto esso non va mai portato avanti per un periodo di tempo eccessivo in quanto si tratta di un tipo di alimentazione fortemente sbilanciato che non assicura l'introduzione di tutte le sostanze nutritive.

La durata di tale protocollo andrebbe concordata con il proprio medico o nutrizionista, soprattutto se si soffre di alcune patologie o se si hanno già alcune carenze alimentari. In genere, essa non dovrebbe essere portata avanti per più di qualche settimana.

Molte persone iniziano delle rigide diete disintossicanti con l'obiettivo di perdere peso, ritenendo erroneamente che questo tipo di alimentazione possa farli dimagrire. In realtà, se è vero che uno dei capisaldi del detox è quello di introdurre poche calorie per sgonfiare l'organismo, sul lungo periodo questo tipo di alimentazione non fa dimagrire in quanto la maggior parte dei kg persi sulla bilancia sono costituiti dai liquidi.

E' importante ricordare che una dieta per purificarsi non è bilanciata dal punto di vista nutrizionale e per alcune persone che presentano problematiche di salute potrebbe essere addirittura dannosa.

Esempio di dieta depurativa e disintossicante

Ecco un esempio di dieta depurativa disintossicante da mettere in pratica per non più di sette giorni.

Esempio di dieta depurativa e disintossicante

Lunedì
  • Colazione...
  • Colazione: una mela con 150 ml di latte di soia senza zuccheri
  • Spuntino: 30 grammi di mandorle
  • Pranzo: 60 grammi di riso integrale con spinaci lessati
  • Spuntino: smoothie senza zucchero a base di arancia, finocchio e limone
  • Cena: 200 grammi di piselli, 10 grammi di semi di lino e rucola

Il parere dell’esperto

Il Dr. Mastropietro, nutrizionista, ci spiega che "nella medicina convenzionale, le tossine generalmente si riferiscono a droghe e alcool, e "disintossicazione" è il processo di svezzamento dei pazienti da queste sostanze che creano dipendenza.

Nel contesto delle diete disintossicanti commerciali, invece, il termine "tossina" ha adottato un significato molto più confuso che comprende inquinanti, prodotti chimici di sintesi, metalli pesanti, alimenti trasformati e altri prodotti potenzialmente dannosi della vita moderna.

Le diete disintossicanti commerciali raramente identificano le tossine specifiche che mirano a rimuovere i meccanismi con cui le eliminano, rendendo difficile indagare sulle loro affermazioni.

L'industria della disintossicazione si basa sull'idea che le sostanze chimiche possano essere nettamente suddivise in categorie "buone" e "cattive"; in realtà, per la stragrande maggioranza dei prodotti chimici, è la dose che fa il veleno.

Sebbene l'industria della disintossicazione sia in forte espansione, ci sono pochissime prove cliniche a sostegno dell'uso di queste diete.

Una manciata di studi clinici ha dimostrato che le diete disintossicanti commerciali migliorano la disintossicazione del fegato ed eliminano gli inquinanti organici persistenti dal corpo, sebbene questi studi siano ostacolati da metodologie imperfette e campioni di piccole dimensioni.

Ci sono prove preliminari che suggeriscono che alcuni alimenti come coriandolo, nori e olestra abbiano proprietà disintossicanti, sebbene la maggior parte di questi studi sia stata condotta su animali.

Per quanto ne sappiamo, non sono stati condotti studi controllati randomizzati per valutare l'efficacia delle diete disintossicanti commerciali negli esseri umani".

Anna Nascimben | Editor
Scritto da Anna Nascimben | Editor

Con una formazione in Storia dell'Arte e un successivo approfondimento nello studio del Digital Marketing, mi occupo da anni di creare contenuti web. In passato ho collaborato con diversi magazine online scrivendo soprattutto di sport, vita outdoor e alimentazione, tuttavia nel corso del tempo ho sviluppato sempre più attenzione nei confronti di temi come il benessere mentale e la crescita interiore.

a cura di Dr. Cristian Mastropietro
Le informazioni proposte in questo sito non sono un consulto medico. In nessun caso, queste informazioni sostituiscono un consulto, una visita o una diagnosi formulata dal medico. Non si devono considerare le informazioni disponibili come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento o l’assunzione o sospensione di un farmaco senza prima consultare un medico di medicina generale o uno specialista.
Anna Nascimben | Editor
Anna Nascimben | Editor
in Diete

943 articoli pubblicati

a cura di Dr. Cristian Mastropietro
icon/chat