Petto di pollo: ecco calorie e valori nutrizionali

Valentina Montagna | Editor

Ultimo aggiornamento – 24 Ottobre, 2023

Petto di pollo alla griglia

Quante calorie ha un petto di pollo? Dipende. Il petto o fesa di pollo con o senza pelle e la cottura possono fare una grande differenza nell'apporto calorico.

Questa considerazione vale in generale per tutti gli alimenti e non solo per il pollo, e per il suo petto quindi. Le  calorie possono variare in base al taglio specifico (petto, coscia, ali e sovraccoscia) e al modo in cui viene preparato. Ogni parte contiene un diverso numero di calorie e una diversa proporzione di proteine rispetto ai grassi. 

In generale, il pollo è un alimento leggero e molto apprezzato da chi segue una dieta dimagrante e dagli sportivi, per aumentare e conservare la massa magra. Per sua natura, infatti, contiene molte proteine cosiddette "nobili", pochissimi grassi e discrete quantità di ferro.

Essendo una carne tenera e più digeribile di altre, viene apprezzata da chiunque voglia mantenere una dieta leggera e ipocalorica. Consigliata a bambini, ragazzi, sportivi e anziani.

Vediamo nel dettaglio le calorie e il valore nutrizionale dei petto di pollo.

Valori e proprietà nutrizionali del petto di pollo

Come premesso, esistono diversi tagli della carne di pollo, tra cui petto, coscia, ali. Ogni taglio contiene un tot di calorie e una diversa proporzione tra proteine e grassi.

I filetti di pollo sono quelli con il più basso contenuto calorico in assoluto.

Calorie del petto di pollo

L'apporto energetico totale del petto di pollo corrisponde a circa 100kcal/100g, suddivise in 93% da proteine (23,3g) e 7% da grassi (0,8g –1/3 saturi e 2/3 insaturi, di cui circa 1/3 monoinsaturi e 1/3 polinsaturi).

Tante proteine e poche calorie 

Il petto di pollo fornisce poche calorie derivanti quasi solo dalle proteine. Infatti, questa carne bianca così rinomata tra gli sportivi, è una buona fonte di proteine, a basso contenuto di grassi (privato della pelle che contiene grassi saturi) e senza carboidrati. Per questa ragione, il petto di pollo è uno degli alimenti più utilizzati nelle diete mirate al dimagrimento.

Carboidrati

Il petto di pollo non contiene amidi (a meno che non sia preparato con pangrattato o condimenti), quindi non contiene carboidrati. Il carico glicemico del petto di pollo è pari a zero.

Grassi

Il petto di pollo senza pelle contiene una piccola quantità di grassi, meno di 3 grammi, e per lo più grassi insaturi. Ma se non si priva di pelle, aumentano grassi, calorie e proteine. 85 g. di petto di pollo al forno, alla griglia o al forno con la pelle fornisce 166 calorie, 6,6 grammi di grassi e 25 grammi di proteine.

Se si cucina il pollo in padella e si condisce con olio d'oliva, questa aggiunta fa aumentare la quantità di grasso. L'olio d'oliva contiene grassi monoinsaturi e polinsaturi, entrambi benefici per la salute, condimento che conviene il piú spesso possibile utilizzare a crudo.

Nota: il petto di pollo con la pelle comporta un aumento dell'apporto lipidico (trigliceridi) di circa il 300%. Con la pelle, l'aumento di colesterolo totale nel petto di pollo è di circa il 30%.

Vitamine e Minerali

Il pollo è anche ricco di vitamine del gruppo B, in particolare niacina (vitamina PP), piridossina (vitamina B6) e cobalamina (B12); non mancano anche tiamina (vitamina B1), riboflavina (vitamina B2) e acido pantotenico (B5). Contiene, inoltre, sali minerali come zinco, selenio, fosforo, potassio e ferro (0,4mg). Pur essendo una carne bianca, contiene ferro eme.

Petto di pollo: facile da cucinare con diverse cotture

Oltre alla sua rinomata leggerezza, il vantaggio del petto di pollo sta anche nella facilità di cucinarlo con diverse cotture:

  • alla griglia;
  • allo spiedo;
  • al vapore;
  • in padella;
  • con diversi condimenti.

Da privilegiare, se si sta seguendo una dieta, il condimento a base di erbe e spezie in modo da aumentarne il gusto ma non l’apporto calorico.

Infatti è da tenere presente che questi valori sono rapportati al petto di pollo cucinato in modo semplice, senza ingredienti aggiunti.

Se si cuoce in padella nell'olio, o se si aggiungono salse e marinature, ovviamente aumenta anche la quantità totale di calorie, carboidrati e grassi.

Pertanto, è importante prestare attenzione alle modalità di cottura e ai condimenti utilizzati per mantenere i benefici nutrizionali del petto di pollo.

Benefici del petto di pollo  

La proteina a basso contenuto di grassi presente nel petto di pollo rappresenta tanti vantaggi rendendo questo alimento un'ottima alternativa nella dieta alimentare.

In particolare, i nutrienti del petto di pollo favoriscono la crescita della massa muscolare, la salute delle ossa, il controllo dell'appetito.

La proteina costruisce / mantiene la massa muscolare e rafforza le ossa

Il petto di pollo è ricco di proteine. La proteina aiuta il corpo a costruire i muscoli in combinazione con un programma di allenamento con i pesi, ma anche a mantenere la massa muscolare.

Petto di pollo con patate

Inoltre, ricerche recenti mostrano che le proteine insieme al calcio aiutano a proteggere le ossa.

Riduce l'appetito

Consumare proteine, generalmente, aumenta il senso di sazietá, ciò può contribuire a ridurre l'appetito e a controllare il consumo di cibo.

Uno studio di piccole dimensioni su uomini in sovrappeso a dieta a basso contenuto calorico ha dimostrato la proprietà delle proteine di favorire un maggior controllo dell'appetito e della sazietà. 

Il petto di pollo contiene triptofano

Il triptofano è un amminoacido essenziale che aiuta a regolare la sintesi proteica, contribuisce anche alla capacità del cervello di sintetizzare la serotonina. Le persone con serotonina insufficiente possono manifestare sintomi depressivi o avere difficoltà di memoria.

Il triptofano gioca anche un ruolo nella melatonina, un importante ormone per il sonno.

Come preparare i petti di pollo

Il modo in cui si cucina il petto di pollo può cambiare il contenuto di grassi e calorie. I metodi di cottura più sani sono quelli arrosto, alla griglia, al vapore.

È bene, dunque, evitare di usare condimenti e salse, di usare panature, frittura, di saltare il pollo in burro o olio.

Le calorie del petto di pollo cucinato in diversi modi

Le calorie contenute nel petto di pollo possono variare a seconda del metodo di cottura.

  • calorie petto di pollo cotto in padella senza alcuna aggiunta = 129 kcal / 100 gr.
  • calorie petto di pollo arrosto senza pelle = 165 kcal / 100 gr.
  • calorie petto di pollo al vapore  = 160 kcal / 100 gr.
  • calorie petto di pollo alla piastra = circa 129 kcal / 100 gr.
  • calorie petto di pollo ai ferri/grigliato senza osso e senza pelle = circa 255 kcal / 100 gr. 

Calorie di altri tagli della carne di pollo

Calorie della coscia di pollo

La coscia di pollo contiene circa 150 calorie per 100 g di peso, dunque un contenuto calorico maggiore rispetto a quello del petto, ed è composta per il 65% da proteine e per il 35% da grassi.

Contiene meno proteine, ma una quota maggiore di grassi che rende la coscia più tenera e saporita. 

Calorie delle ali di pollo

100 grammi di ali di pollo con pelle possono contenere in media circa 196 calorie, mentre 100 grammi di ali di pollo senza pelle possono avere in media circa 88 calorie.

Il petto di pollo rappresenta sicuramente un taglio ed un alimento nobile, non bisogna però abusarne; in tal caso si sbilancerebbe troppo la propria alimentazione a favore dei prodotti animali e nella sua composizione proteica.

Come tutti gli alimenti, le loro proprietà vanno sfruttate considerandone in maniera attenta le quantità e mantenendo sempre un buon equilibrio tra tutte le fonti alimentari.

Valentina Montagna | Editor
Scritto da Valentina Montagna | Editor

La mia formazione comprende una laurea in Lingue e Letterature Straniere, arricchita da una specializzazione in Web Project Management. La mia esperienza nel campo si estende per oltre 15 anni, nei quali ho collaborato con nutrizionisti, endocrinologi, medici estetici e dermatologi, psicologi e psicoterapeuti e per un blog di un'azienda che produce format televisivi in ambito alimentazione, cucina, lifestyle.

a cura di Dr. Luca Berton
Le informazioni proposte in questo sito non sono un consulto medico. In nessun caso, queste informazioni sostituiscono un consulto, una visita o una diagnosi formulata dal medico. Non si devono considerare le informazioni disponibili come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento o l’assunzione o sospensione di un farmaco senza prima consultare un medico di medicina generale o uno specialista.
Valentina Montagna | Editor
Valentina Montagna | Editor
in Diete

578 articoli pubblicati

a cura di Dr. Luca Berton
Contenuti correlati
Del grana
Differenze tra Parmigiano e Grana: ecco quali sono

Differenza tra Parmigiano e Grana: spesso confusi, questi due formaggi DOP a pasta dura sono in realtà diversi. Ecco perché e in base a cosa sceglierli.

insalata di quinoa con verdure
Quinoa e glutine: è vero che la quinoa è gluten free?

Qual è il rapporto tra quinoa e glutine? Scopriamo se è vero che questo pseudocereale può essere consumato anche da chi è celiaco perché non contiene glutine.