Colazione inglese, ecco gli ingredienti e la preparazione

Valentina Montagna | Editor

Ultimo aggiornamento – 15 Settembre, 2023

scopri la colazione inglese

La tipica colazione inglese, anche chiamata colloquialmente"fry-up", per la presenza del fritto, è il pasto tradizionale del Regno Unito molto popolare anche in altre culture. Molto diversa dalla colazione italiana, orientata sul dolce e sul consumo di carboidrati. 

Tra gli ingredienti per preparare la classica Full English Breakfast, immancabili le salsicce, il bacon, le uova, e altri di cui si parla in questo articolo, dove vediamo quali sono gli ingredienti della vera colazione all'inglese, come si prepara e qual è il suo background culturale, la sua evoluzione storica. 

Cosa mangiano gli inglesi a colazione 

Oggi la colazione anglosassone è ancora molto popolare e la si può trovare sia nel Regno Unito sia all'estero, ovunque si trovino gli inglesi. Anche se bisogna dire che essendo piuttosto ricca e abbondante, non è sempre possibile dedicarle il giusto tempo ogni mattina. Resta però presente nella cultura anglosassone come prima colazione da preparare in casa, nel weekend, o da gustare nei locali più caratteristici e che rispettano la tradizione. 

Ma in cosa consiste una tipica full english breakfast

Partendo dalle bevande, tè e caffè sono entrambi presenti. A piacere, si può aggiungere latte, zucchero e/o panna. Non mancano i succhi di frutta o i centrifugati, come aggiunta moderna alle opzioni da bere.

Il piatto della colazione, invece, si compone di questi ingredienti:

  • salsicce;
  • back bacon;
  • uova all'occhio di bue o strapazzate;
  • pomodori;
  • funghi;
  • pane tostato;
  • fagioli;
  • black pudding (opzionale, sanguinaccio insaccato a base di maiale e spezie.

Qualche precisazione sugli ingredienti. Per quanto riguarda il pane, chiamarlo "pane tostato" non è molto corretto perché in realtà si tratta di pane fritto con olio o burro. In alternativa, può andare bene anche il pane tostato e imburrato.

Salsicce e bacon

In genere, le salsicce più apprezzate per la colazione inglese sono quelle di maiale a grana grossa, con una preferenza per quelle proveniente dal Cumberland o dal Lincolnshire.

Il bacon nel Regno Unito è il back bacon (tagliato dalla schiena del suino). Insieme alle salsicce, va servito rigorosamente rosolato e cotto in padella a fuoco basso fino a diventare croccante. Bacon e salsiccia vanno cotti insieme sulla piastra oppure in padella.

Fagioli (baked beans)

I fagioli, immancabili, baked beans, si aggiungono in umido o cotti in una salsa d pomodoro condita con carote, sedano e Worcestershire. Vanno serviti caldi anch'essi.

Funghi e pomodori 

Da cuocere anche funghi e pomodori fino a farli dorare e caramellare, ma senza farli "rammollire" troppo. In realtà, nella colazione inglese autentica i pomodori vengono cotti sulla griglia, ma si possono anche far saltare in padella con la polpa rivolta verso il basso per farli ammorbidire e dorare leggermente.

Mentre i funghi, champignon o di altro tipo, tagliati a fette possono essere saltati a fiamma viva in padella con un goccio di olio.

Uova 

Per ultime si possono cuocere le uova in vari modi. Il più idoneo è quello all'occhio di bue, ma nulla vieta di farle strapazzate o in altro modo, a seconda dei gusti. L'unica accortezza è gustare l'uovo ancora caldo.

La ricetta della colazione inglese

Ingredienti

  • 130 grammi di fagioli al forno;
  • 4 fette di pancetta;
  • 4 salsicce di maiale;
  • 6 once (170 grammi) di funghi;
  • 2 pomodori maturi tagliati a metà;
  • un pizzico di sale;
  • 2 fette di sanguinaccio;
  • 2 fette di pane bianco;
  • 4 uova grandi;
  • olio da cucina (se necessario).

Preparazione

  1. preriscaldare il forno a 95°C e mettere una pirofila grande; 
  2. in una piccola casseruola mettere i fagioli e tenerli in caldo a fuoco medio-basso;
  3. scaldare una padella grande a fuoco medio e aggiungere il bacon e le salsicce da cuocere fino a quando il bacon è cotto e la salsiccia rosolata;
  4. mettere il piatto in forno per tenerlo in caldo;
  5. cuocere i funghi a fuoco medio fino a farli dorare e metterli in forno;
  6. nella stessa padella aggiungere anche i pomodori e i sanguinacci, da cuocere per un paio di minuti su entrambi i lati;
  7. in una padella con dell'olio far sfrigolare il pane da cuocere fino a doratura;
  8. adagiarlo su carta assorbente e nello stesso olio cuocere le uova; 
  9. una volta cotte, servire tutti gli ingredienti insieme e il pane a parte.

undefined


La storia della colazione in Inghilterra

La tradizione della breakfast inglese ha una storia che inizia durante il Medioevo, quando i contadini erano soliti nutrirsi con cibi sostanziosi per affrontare il duro lavoro nei campi.

Nel XIV-XV secolo, la colazione entra nelle usanze della nobiltà terriera, la cosiddetta gentry, la classe nobile che vuole mantenere vivo lo stile di vita tradizionale della campagna e salde le radici dell'identità nazionale.

La colazione servita in queste grandi case di campagna inglesi di proprietà della gentry era un'usanza molto sentita dalla società locale che dava importanza alla colazione come gesto ospitale, come momento conviviale.

E fu proprio sulle tavole della nobiltà che nacque l'idea di una colazione all'inglese come un vero e proprio evento sociale che poteva ricorrere in varie occasioni, prima di andare a caccia, ma anche prima di un viaggio, la mattina dopo una festa o per accogliere nuovi ospiti. Ma non solo. La colazione era anche un modo per ostentare opulenza, benessere, la qualità del cibo e l'abilità delle proprie cucine. 

Durante l'era vittoriana e in quella successiva, edwardiana, la English Breakfast diventa uno standard anche nelle scelte alimentari della middle class e del cento medio-alto, fissando i suoi canoni con ingredienti standardizzati, sancendo dunque la nascita della colazione inglese per come la conosciamo oggi, con qualche rivisitazione magari, ma come emblema di una tradizione e costume nazionali riconoscibili in tutto il mondo.

Piatti tradizionali della colazione britannica

La colazione inglese per come la conosciamo oggi, dunque, arriva da epoche remote, come appena descritto, da una tradizione radicata nelle usanze della classe nobile, dei proprietari terrieri delle grandi tenute di campagna.

Ma non si consumava come si potrebbe immaginare. Non ci si sedeva a tavola con un piatto composto da ingredienti fissi. Il pasto era condiviso all'interno di un banchetto che proponeva una sfilata di cibi molto più impegnativi, come bistecche di halibut al forno, merlano fritto, fichi stufati, cosce di fagiano, rognoni al vapore, rognoni su pane tostato, pollame e cacciagione, salsicce con pane fritto, guancia di maiale e pasticcio di maiale, oltre alle più familiari salsicce e pancetta, preparata secondo la tradizione regionale.

Per gli intenditori ed estimatori della colazione tradizionale all'inglese, questi piatti storici rappresentano un modo per rendere omaggio alle sue radici, in una chiave più moderna che tuttavia conserva tracce indelebili del suo passato. Dunque, al giorno d'oggi la English Breakfast servita nei locali più esclusivi celebra le origini con i piatti storici, distinguendosi più come una forma d'arte culinaria che non come una semplice colazione d'altri tempi.

Per quanto riguarda gli ingredienti della full breakfast, restano quelli che si sono attestati nel corso dei secoli come i fondamentali: back bacon, uova, salsiccia, fagioli al forno, pomodoro fritto, funghi fritti, sanguinaccio, pane fritto e tostato a parte, con l'opzione della bubble and squeak, un piatto a base di patate e cavoli che vengono prima cotti e poi mescolati insieme e, infine, fritti.

Questi ingredienti possono variare a seconda della zona della Gran Bretagna in cui ci si trova e sono a tutt'oggi argomento che potrebbe creare pareri discordanti, proprio perché si dibatte sulle origini di alcune preparazioni. Un esempio su tutti, quella del black pudding che secondo gli inglesi del sud si deve agli scozzesi. In realtà, però. il black pudding è considerato da sempre una parte essenziale della Full English Breakfast.

Qualsiasi siano le varianti possibili, che cambiano a seconda della regione, una cosa mette tutti d'accordo: il tratto distintivo della vera colazione inglese tradizionale. ovvero la qualità dei suoi ingredienti che devono provenire da agricoltori e produttori di carni e verdure locali o regionali. 

Valentina Montagna | Editor
Scritto da Valentina Montagna | Editor

La mia formazione comprende una laurea in Lingue e Letterature Straniere, arricchita da una specializzazione in Web Project Management. La mia esperienza nel campo si estende per oltre 15 anni, nei quali ho collaborato con nutrizionisti, endocrinologi, medici estetici e dermatologi, psicologi e psicoterapeuti e per un blog di un'azienda che produce format televisivi in ambito alimentazione, cucina, lifestyle.

Le informazioni proposte in questo sito non sono un consulto medico. In nessun caso, queste informazioni sostituiscono un consulto, una visita o una diagnosi formulata dal medico. Non si devono considerare le informazioni disponibili come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento o l’assunzione o sospensione di un farmaco senza prima consultare un medico di medicina generale o uno specialista.
Valentina Montagna | Editor
Valentina Montagna | Editor
in Ricette

574 articoli pubblicati

Contenuti correlati
yogurt
Yogurt fatto in casa: ricetta e procedimento

Come si fa lo yogurt fatto in casa? Si può fare anche senza yogurtiera? Andiamo alla scoperta della ricetta per prepararlo e di alcuni utili suggerimenti.

infuso di prezzemolo
Infuso e decotto di prezzemolo, ecco le proprietà e come prepararli

Infuso e decotto di prezzemolo, un'erba aromatica e pianta medicamentosa con proprietà e benefici. Ecco a cosa fa bene e come preparare infuso e decotto.