Pinzimonio: ecco la ricetta e i consigli per prepararlo

Ludovica Cesaroni

Ultimo aggiornamento – 30 Giugno, 2023

Pinzimonio: la ricetta

Il pinzimonio, un'antica tradizione culinaria italiana, è una deliziosa e salutare alternativa per gustare verdure fresche in modo leggero e saporito.

Questa semplice preparazione consiste nel servire una varietà di verdure crude tagliate a bastoncini, accompagnate da una salsa aromatica. Il pinzimonio è un'ottima scelta per un aperitivo leggero o come contorno sano e colorato per i pasti.

Ecco la ricetta e i segreti per preparare il pinzimonio perfetto e le combinazioni di verdure e salse che renderanno questa esperienza gustativa ancora più piacevole. 

Che cos’è il pinzimonio, esattamente?

Le verdure in pinzimonio rappresentano un antipasto o contorno leggero, fresco e altamente salutare. 

Questa preparazione culinaria si basa sull'utilizzo di una varietà di verdure crude tagliate a bastoncini o pezzetti, da intingere in un condimento appositamente denominato pinzimonio. 

Tale condimento è costituito principalmente da olio e sale, ma può essere arricchito con pepe, succo di limone o aceto. Per ottenere un'adeguata consistenza, il condimento viene emulsionato mediante l'uso di una forchetta.

Il pinzimonio di verdure rappresenta un piatto classico ma molto apprezzato; è possibile prepararlo utilizzando verdure crude di diversa tipologia, presentandole all'interno di una ciotola comune posta al centro della tavola. In questo modo, ogni commensale ha la possibilità di selezionare le verdure desiderate per immergerle nel proprio pinzimonio personale.

pinzimonio

La seguente proposta di pinzimonio di verdure si differenzia per la presentazione, in cui le verdure vengono disposte in piccoli bicchierini. Questa versione rappresenta un'alternativa affascinante e si presta perfettamente per essere servita come aperitivo, accompagnato magari da un analcolico, un prosecco, un cocktail o un calice di vino.

Come fare il pinzimonio?

Per preparare la verdura in pinzimonio, sono sufficienti pochi e semplici ingredienti:

  • 2 gambi di sedano
  • 2 carote
  • 1 finocchio
  • 2 mezzi peperoni
  • 4 ravanelli
  • 1 radicchio
  • Olio extravergine di oliva q.b.
  • Sale e pepe q.b
  • 1 cucchiaino di succo di limone

A questo punto, per realizzare la ricetta del pinzimonio, si possono seguire questi passaggi:

  1. Selezionare due gambi di sedano teneri, rimuovere le foglie dalle estremità ed eliminare eventuali filamenti, tirando delicatamente dalla base di ogni costa verso l'estremità opposta. Tagliare i gambi in due parti uguali e ricavare dei bastoncini tagliando lungo la lunghezza dei pezzi ottenuti.
  2. Prendere il finocchio, eliminare le estremità con le foglioline e anche quella opposta. Rimuovere le foglie esterne più coriacee e tagliare il finocchio in quattro parti uguali, quindi ridurle ancora a metà.
  3. Lavorare i mezzi peperoni, eliminando i filamenti e le parti bianche interne; spuntare le estremità per renderle regolari e tagliare i peperoni in listarelle. 
  4. Tagliare le foglie dei ravanelli alla base e lavarli accuratamente sotto l'acqua corrente.
  5. Sbucciare le carote, spuntare le estremità e tagliarle in fette parallele, quindi suddividerle in bastoncini.
  6. Eliminare le foglie esterne danneggiate del radicchio, conservando quelle fresche e integre, staccandole dalla base.
  7. Disporre le verdure precedentemente tagliate all'interno di piccoli bicchierini e poi riempire alcune ciotoline (tante quanti i commensali) con dell'olio extravergine d'oliva di alta qualità.
  8. Mettere al centro della tavola ulteriori condimenti, offrendo agli ospiti la possibilità di arricchire il pinzimonio secondo i propri gusti personali.
  9. Per preparare il pinzimonio, in un recipiente, mescolare insieme l'olio extravergine d'oliva, il succo di limone, il sale e il pepe. Sbattere energicamente gli ingredienti con una forchetta per emulsionare il tutto e ottenere una consistenza omogenea.
  10. Servire i bastoncini di verdure precedentemente preparati, accompagnandoli con l'intingolo appena preparato.

Qualche consiglio in più per preparare il pinzimonio

La preparazione del pinzimonio di verdure richiede l'uso di verdure estremamente fresche e tenere. Inoltre, il condimento può essere personalizzato con una varietà di ingredienti secondo i gusti individuali, come:

  • Succo di limone
  • Aceto
  • Pepe
  • Senape
  • Erbe aromatiche (come timo, basilico, erba cipollina, prezzemolo, ecc.)
  • Peperoncino
  • Yogurt

Esistono, poi, molte altre verdure che possono essere utilizzate per arricchire il pinzimonio; la scelta degli ortaggi dipende dalla loro disponibilità stagionale. 

La ricetta sopra proposta, infatti, riguarda il pinzimonio estivo ed è quella più conosciuta; il pinzimonio, infatti, essendo un piatto che viene consumato a temperatura ambiente, risulta particolarmente gradevole quando la stagione è mite o calda.

Ad ogni modo, per chi lo desidera, il pinzimonio è un ottimo antipasto o contorno anche per la stagione invernale. Alcune opzioni dedicate alle verdure da pinzimonio reperibili nei mesi più freddi includono:

  • Cuori di carciofi
  • Pomodori
  • Insalata
  • Foglie di indivia belga
  • Cetrioli
  • Avocado
  • Cipollotti freschi
  • Cipolle rosse di Tropea
  • Foglie piccole e tenere di lattuga
  • Altre varietà di insalata

Varianti del pinzimonio

Oltre a cambiare le verdure in base alla stagione, esistono anche delle vere e proprie varianti del pinzimonio:

  1. Oltre al classico pinzimonio di origine toscana, esiste anche la variante siciliana, che prevede l'aggiunta di aglio, pomodori pelati, menta e una piccola quantità di acqua.
  2. Per coloro che apprezzano il sapore agrodolce, è possibile preparare un delizioso pinzimonio emulsionando salsa di soia e miele nel rapporto 8:1. Questa versione si adatta sia alle verdure crude che alla frutta fresca.

Pinzimonio di frutta: la variante più golosa

Oltre al classico pinzimonio salato, è possibile provare anche la versione dolce del pinzimonio. 

Ecco gli ingredienti che occorrono:

  • Frutta fresca di stagione (circa 100 g a persona: fragole, mele, pere,  melone)
  • Frutta esotica (circa 100 g di frutta per persona, come ananas, mango, kiwi)
  • 2 tuorli d'uovo
  • 70 g di zucchero.
  • 40 g di succo di limone
  • Scorza di limone
  • Qualche foglia di menta
  • Un cucchiaino colmo di maizena

Procedura di preparazione del pinzimonio di frutta:

  1. Separare i tuorli d'uovo e metterli in un pentolino insieme allo zucchero. Mescolare con una frusta a mano per alcuni minuti fino a ottenere una crema gonfia e spumosa di colore chiaro.
  2. Grattugiare la buccia del limone e aggiungerla alle uova. Mescolare bene per incorporare gli ingredienti.
  3. Aggiungere 1,5 dl di acqua fredda e il succo di limone alla crema. Continuare a mescolare per ottenere una consistenza uniforme.
  4. Cuocere la crema a fuoco molto basso.
  5. Una volta che la crema si è riscaldata, aggiungere la maizena precedentemente diluita in 1/2 dl di acqua. Continuare a mescolare costantemente e cuocere per altri 2 minuti.
  6. Versare la crema in una ciotola passandola attraverso un colino a rete fine. Lasciarla raffreddare, mescolando di tanto in tanto.
  7. Preparare la frutta, rimuovendo eventuali bucce o gusci, e tagliarla a bastoncini, fette o cubetti, a piacere.
  8. Lavare e tritare finemente qualche foglia di menta fresca.

Servizio:

  1. Disporre la frutta già preparata in piatti o ciotole.
  2. Spolverare con la menta tritata per aggiungere un tocco di freschezza.
  3. Posizionare i piatti di frutta al centro della tavola, in modo che siano facilmente accessibili a tutti i commensali.
  4. Presentare la frutta sul tavolo, offrendo a ogni commensale una forchettina o degli stecchi di legno.
  5. Servire una ciotolina di crema al limone a ciascun commensale, da utilizzare come intingolo per la frutta.

Storia del pinzimonio

L'etimologia della parola pinzimonio può essere ricondotta al verbo "pinzare", che significa "pungere". Questo termine descrive l'usanza di consumare verdure crude immerse nell'olio d'oliva e nel sale. 

Le origini di questa pratica risalgono al Rinascimento, ma solo nel XIX secolo si è diffusa l'abitudine di sostituire i condimenti con l'olio d'oliva. 

Di solito, il pinzimonio viene servito durante il periodo estivo ma può essere preparato tutto l'anno, anche in versione invernale, con l'unica accortezza di utilizzare verdure di stagione.

Ludovica Cesaroni
Scritto da Ludovica Cesaroni

Amo definirmi una creativa dalla forte impronta razionale. Scrivere, disegnare e creare con le mani sono le mie grandi passioni, ma il pungolo della curiosità mi ha sempre portato a interrogarmi sui grandi misteri della vita e a informarmi sui 'piccoli misteri' dell'uomo.

Le informazioni proposte in questo sito non sono un consulto medico. In nessun caso, queste informazioni sostituiscono un consulto, una visita o una diagnosi formulata dal medico. Non si devono considerare le informazioni disponibili come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento o l’assunzione o sospensione di un farmaco senza prima consultare un medico di medicina generale o uno specialista.
Ludovica Cesaroni
Ludovica Cesaroni
in Ricette

308 articoli pubblicati

Contenuti correlati
Aperitivi per celiaci: ecco tante idee
Aperitivi per celiaci: tante idee da provare

Come preparare degli aperitivi per celiaci adatti anche a chi non può assumere il glutine? Ecco tante idee semplici e gustose da mettere in pratica.