icon/back Indietro Esplora per argomento

Amore platonico: cosa sapere su queste relazioni?

Redazione

Ultimo aggiornamento – 11 Maggio, 2023

Amore platonico: di cosa si tratta?

L'amore platonico è una forma di amore idealizzato che deriva dalla filosofia del filosofo greco Platone. Si distingue dall'amore romantico e sessuale poiché non si basa sulla passione fisica, piuttosto su un legame spirituale.

Dunque, cerchiamo di approfondire in questo articolo cosa significa amore platonico e quando si tende a parlare di relazione platonica

Definizione di amore platonico 

L'amore platonico prende il nome dal filosofo greco Platone (vissuto ad Atene fra il 428 a.C e il 348 a.C.), che lo ha teorizzato in una delle sue opere più famose, il Simposio o Convito.

Secondo Platone, l'amore platonico è la forma più alta di amore, basata sulla contemplazione della bellezza e della perfezione. 

Platone credeva che il vero amore non potesse essere basato sulla bellezza fisica, piuttosto sulla bellezza dell'anima. 

L'amore platonico era, quindi, una forma di amore intellettuale e spirituale, che coinvolgeva la mente e l'anima più che il corpo.

Dunque, questa forte componente intellettuale, a differenza dell’attrazione fisica, si configura come l’elemento portante di ciò che ancora oggi, nella società moderna, viene definito amore platonico.

Cosa si intende per relazione platonica?

Sebbene non siano così popolari come le relazioni romantiche e/o fisiche, è possibile parlare di rapporti platonici anche nella società odierna.

Potrebbero svilupparsi, ad esempio, nelle amicizie profonde, nei rapporti di mentorship, tra collaboratori, nelle relazioni a distanza in cui la comunicazione è basata sulla conversazione e sulla conoscenza reciproca, piuttosto che sulla presenza fisica.

Ecco perché, specialmente nel caso di rapporti a distanza, talvolta si è portati a definirli come delle relazioni che idealizzano l’altra persona e in cui si tende a sottovalutare l’importanza del confronto con l’altro. Ciò anche perché in alcuni casi si circoscrivono a una dimensione virtuale.

ragazzo sorride al telefono

In generale, le relazioni platoniche possono essere formate tra persone di qualsiasi genere e di qualsiasi orientamento sessuale e sembrano essere contraddiste da:

  • un'assenza di sentimenti romantici e sessuali;                                            
  • un legame molto forte di amicizia, rispetto, accettazione e sostegno emotivo;
  • una comprensione reciproca, empatia, fiducia e stima, piuttosto che attrazione fisica;
  • una mancanza di aspettative da entrambi le parti.

Un rapporto di questo tipo potrebbe configurarsi come più duraturo nel tempo, poiché non influenzato dalle difficoltà che si potrebbero presentare nelle relazioni romantiche, come le tensioni, la gelosia o, nei casi più estremi, la possessività.

Inoltre, le relazioni platoniche potrebbero anche essere una valida alternativa per coloro che non sono alla ricerca di un rapporto romantico o sessuale, ma che desiderano comunque avere un'amicizia profonda e significativa con un'altra persona.

Anche se questo tipo di relazioni sono perlopiù delle amicizie “amorose”, è possibile che un legame del genere debba affrontare alcune sfide, come il rischio di innamorarsi dell'amico e la difficoltà di comunicare i propri sentimenti all'altro in modo aperto e sincero.

Infatti, se, da un lato, l’assenza del desiderio di intimità fisica è una caratteristica fondamentale in una relazione che si definisce platonica, dall’altro lato, è vero anche una o entrambe le persone coinvolte possano iniziare a provare un’attrazione nei confronti dell’altra.

Inoltre, rapporti di questo tipo, basati soltanto su un'affinità mentale, possono anche essere percepiti come poco comuni in alcune culture o contesti sociali, il che potrebbe portare a giudizi negativi e a isolamento.

Dunque, abbiamo visto che un rapporto platonico è caratterizzato da una sorta di innamoramento spirituale, di cui si possono trovare esempi nella letteratura e nella cinematografia internazionale, e che viene vissuto con equità, sincerità e chiarezza da entrambe le parti, che insieme tracciano i confini da non oltrepassare.

Qualora una relazione del genere dovesse provocare dubbi, malessere o semplicemente si volessero approfondire le proprie sensazioni in merito, è possibile consultare un professionista della salute mentale.

Condividi
Redazione
Scritto da Redazione

La redazione di Pazienti.it crea contenuti volti a intercettare e approfondire tutte le tematiche riguardanti la salute e il benessere psificofisico umano e animale. Realizza news e articoli di attualità, interviste agli esperti, suggerimenti e spunti accuratamente redatti e raccolti all'interno di categorie specifiche, per chi vuole ricercare e prendersi cura del proprio benessere.

a cura di Dr.ssa Silvia Bertolotti
Le informazioni proposte in questo sito non sono un consulto medico. In nessun caso, queste informazioni sostituiscono un consulto, una visita o una diagnosi formulata dal medico. Non si devono considerare le informazioni disponibili come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento o l’assunzione o sospensione di un farmaco senza prima consultare un medico di medicina generale o uno specialista.
Redazione
Redazione
in Relazioni

1779 articoli pubblicati

a cura di Dr.ssa Silvia Bertolotti
icon/chat