Come interpretare il linguaggio del corpo maschile

Mattia Zamboni | Seo Content Specialist

Ultimo aggiornamento – 11 Agosto, 2023

come-interpretare

Il linguaggio del corpo rappresenta una tipologia di comunicazione in cui si utilizzano i comportamenti fisici per esprimere emozioni e informazioni.

Tutto questo si può riscontrare anche nell’uomo, che cambia totalmente il proprio linguaggio del corpo quando è attratto da qualcuno: gesti e sguardi diventano importanti segnali di seduzione.

Andiamo ad analizzare quale può essere il significato dei gesti maschili e come riuscire ad interpretarli.

Segnali di interesse maschile nel corteggiamento

L’uomo tende spesso a comunicare il proprio interesse verso qualcuno: ad esempio, quando è in piedi, ha l’abitudine ad allargare il torace, mentre quando è seduto, mette le mani dietro la testa.

Ecco alcuni segnali che possono rivelare l’interesse dell’uomo verso qualcuno:

  • se segue il passo dell’interlocutore o cerca di superarlo, significa che quella persona è al centro della sua attenzione
  • se assume una posizione eretta, mettendo in risalto il petto, vuol dire che sta cercando di attirare l’attenzione
  • se appoggia un braccio sulla spalla durante l’entrata in un locale, vuol dire sta cercando di proteggere l’altro
  • se nasconde i palmi o chiude le mani a pugno, può essere un segno di aggressività o difesa
  • se sorride spesso, significa che considera piacevole il tempo speso con il proprio interlocutore
  • se si accarezza il mento, le guance o il torace, vuol dire che l’interlocutore sta sostenendo il suo interesse
  • se schiude le labbra delicatamente, vuol dire che è rimasto affascinato da ciò che ha visto
  • se tende ad accarezzarsi i capelli, a smuoverli o ad aggiustarli, significa che vuole essere attraente per chi ha davanti
  • se punta i piedi verso qualcuno, la direzione potrebbe indicare un desiderio verso l’interlocutore
  • se condivide un indumento, significa che vuole prendersi cura della persona in  questione
  • se guarda l'orologio, mostra ansia e desiderio di andarsene
  • se gioca con il bicchiere, spera di poter interagire con l’interlocutore in modo simile
  • se accavalla le gambe, quando è seduto, l’uomo ha ancora un atteggiamento chiuso. Al contrario, se le gambe sono larghe e ben salde a terra, sta mostrando attenzione

Come capire il significato dei gesti di un uomo

Quando si parla di linguaggio del corpo maschile nel corteggiamento e segni di attrazione, sia maschile che femminile, la ricerca del contatto fisico rappresenta uno dei pilastri essenziali.

Se un uomo si avvicina a qualcuno, è possibile che non sia del tutto indifferente al proprio interlocutore, anche se occorre sottolineare che l'interesse manifestato attraverso l'invasione pacifica dello spazio personale non implica necessariamente l’innamoramento.

Tutto ciò, però, non sempre accade: gli uomini estremamente timidi, infatti, potrebbero adottare un comportamento opposto ed evitare ogni tipo di contatto per nascondere il proprio intenso imbarazzo.

Qualora si dovesse incontrare un ragazzo nervoso, impacciato e che manifesta segni di disagio solo quando è in presenza di una persona specifica, potrebbe significare prova qualcosa e non riesce a controllare le proprie emozioni.undefined

Passando, invece, allo sguardo, se in un uomo si notano pupille leggermente dilatate, significa che prova un sincero interesse per la persona con cui sta parlando.

Al contrario, se non dovesse essere particolarmente interessato, si può notare che il suo sguardo sarà rivolto altrove, come se fosse distratto e ansioso di andarsene.

Invece, se alza rapidamente le sopracciglia, può essere un segnale positivo che denota attrazione.

Un altro segnale importante del linguaggio del corpo maschile che indica interesse riguarda la postura. Quando un uomo è attratto da qualcuno, l'istinto lo porta ad assumere una postura migliore rispetto al solito, mantenendo la schiena diritta e il torace leggermente sporgente in avanti.

È essenziale che le braccia non siano incrociate, ma aperte. Inoltre, la posizione del corpo nello spazio è significativa: se un uomo è interessato, di solito non si tiene a distanza dalla persona che lo attrae; al contrario, cercherà di avvicinarsi e magari di stabilire un contatto fisico.

Le categorie di segnali del corpo

Paul Ekman, psicologo di fama mondiale, ha diviso i gesti del linguaggio del corpo in varie categorie:

  • gesti pittogrammi: disegnano cose concrete
  • gesti emblematici o simbolici: hanno un significato specifico che può essere tradotto in parole ed è condiviso all’interno della stessa cultura (ad esempio, il segno “OK” per dire che va tutto bene)
  • gesti illustratori: utilizzati consapevolmente per sottolineare alcune parole e scandire il ritmo del verbale
  • gesti regolatori: servono a mantenere il flusso della conversazione
  • gesti indicatori dello stato emotivo: sono gesti che hanno un significato emotivo, ad esempio il pugno che indica la rabbi;
  • gesti manipolatori del linguaggio del corpo: ci indicano che vi è un’attivazione emotiva e quindi un’alterazione del livello emotivo. Di solito, quando sono molto frequenti, segnalano stati stress ed ansia

Il linguaggio del corpo maschile in amore: attenzione a questi segnali

Quando si vuole sapere se un ragazzo è attratto da qualcuno, occorre fare attenzione ad alcuni segni che possono indicare un mancato interesse.

Ecco quali sono:

  • si concentra sul telefono: quando un uomo focalizza la sua attenzione maggiormente sullo smartphone, può significare che non c’è interesse
  • utilizza un tono di voce acuto e mantiene la conversazione su argomenti generici: in questo caso, il suo interesse non è di natura sessuale
  • evita lo sguardo: se un uomo, nonostante non sia imbarazzato, evita di fissare negli occhi il proprio interlocutore negli occhi, è probabile che non provi alcuna attrazione. Inoltre, se tiene le sopracciglia sollevate per più di qualche secondo, potrebbe essere a disagio
Mattia Zamboni | Seo Content Specialist
Scritto da Mattia Zamboni | Seo Content Specialist

Ho conseguito la laurea in Scienze della Comunicazione con un particolare focus sullo storytelling. Con quasi un decennio di esperienza nel campo del giornalismo, oggi mi occupo della creazione di contenuti editoriali che abbracciano diverse tematiche, tra cui salute, benessere, sessualità, mondo pet, alimentazione, psicologia, cura della persona e genitorialità.

a cura di Dr.ssa Silvia Bertolotti
Le informazioni proposte in questo sito non sono un consulto medico. In nessun caso, queste informazioni sostituiscono un consulto, una visita o una diagnosi formulata dal medico. Non si devono considerare le informazioni disponibili come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento o l’assunzione o sospensione di un farmaco senza prima consultare un medico di medicina generale o uno specialista.
Contenuti correlati
dimenticare un ex
Come dimenticare un ex: consigli per superare la rottura

Dimenticare un ex è un processo molto soggettivo, che può essere provante dal punto di vista psicologico. Ecco dei consigli per superare una rottura.

Volto di donna riflesso in un pezzo di specchio
Ikigai: cos'è la via giapponese per la felicità

"Ikigai" è una parola giapponese che indica il proprio scopo nella vita. Scopriamo di più su questa filosofia che mira a rendere l'uomo più felice e consapevole.