Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. I Nostri Contenuti
  3. Malattie
  4. Arenavirus

Arenavirus

Curatore scientifico
Dr. Bruno Tozzi
Specialità del contenuto
Microbiologia e virologia

Cosa sona gli arenavirus?

Gli arenavirus fanno parte di una famiglia di virus i cui membri sono generalmente associati alle malattie trasmesse dai roditori negli esseri umani. Ogni virus è associato ad una particolare specie di roditore ospite in cui viene conservato. Le infezioni dovute all'arenavirus sono relativamente comuni negli umani e in alcune aree del mondo causano malattie molto gravi. 

Come sono fatti gli arenavirus?

Le particelle del virus sono sferiche, hanno un diametro di 110-130 nanometri e si sviluppano in una membrana lipidica. Al microscopio, presentano particelle granulose che consistono in ribosomi acquisiti dalla cellula ospite ed è per questa caratteristica che prendono il nome di "arena", ossia "sabbia". Il loro materiale genetico si compone solo di RNA. La replicazione di questo virus non è ancora chiara, ma è noto che le particelle virali emergono dalla superficie della cellula infettata per la gemmazione.

Cosa sono gli animali serbatoio?

Questo virus è zoonotico, il che significa che in natura è presente solo negli animali. Ogni virus è associato ad una specie, che costituisce un serbatoio per il virus stesso. Il virus Tacaribe, per esempio, è associato a ratti e topi del Nuovo Mondo, mentre il Lassa virus a quelli del Vecchio Mondo. Questi roditori sono molto diffusi in Europa, Asia, Africa e America. 

Come si diffonde l'arenavirus?

Il roditore ospite è portatore cronico del virus, che non si manifesta. È stato dimostrato che il virus viene trasmesso dalla madre al feto, durante la gravidanza, per molte generazioni, oppure tramite morsi. Solo in pochi casi, il virus si manifesta nei roditori.

Come avviene il contagio dell'arenavirus negli umani?

I virus sono trasmessi nell'ambiente tramite l'urina o gli escrementi dei topi, mentre il contagio umano avviene tramite contatto degli stessi escrementi dei topi infetti per:

  • via orale, contatto diretto con alimenti contaminati dagli escrementi;
  • contatto diretto con la pelle abrasa;
  • per via aerosolica, tramite inalazione di minuscole particelle inquinate di urina di topi infetti.

Come avviene il contagio inter-umano?

Alcuni virus, come i virus Lassa e Machupo, sono associati al contagio inter-umano. Ciò può avvenire tramite diretto contatto dei fluidi corporei di un soggetto sano con quelli di uno infetto. Per evitare questo genere di diffusione è necessario adottare delle procedure di prevenzione, che mirano alla disinfezione. 

Hai trovato questo contenuto utile?
Mostra commenti

Contenuti correlati

Botriocefalosi
La botriocefalosi è una malattia di genere parassitario, che insorge a causa del pesce crudo contaminato. In particolar modo è più sogget...
Anchilostomi
Con questo nome si indicano dei parassiti, che infettano polmoni ed intestino tenue. Questi parassiti entrano in contatto con l’uomo attr...