Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. I Nostri Contenuti
  3. Terapie
  4. Iontoforesi

Iontoforesi

Curatore scientifico
Dr. Miguel Rechichi
Specialità del contenuto
Medicina generale Oculistica

Che cos'è la iontoforesi?

La iontoforesi, nota anche come ionizzazione, è un processo fisico in cui gli ioni fluiscono diffusamente attraverso un mezzo guidato dall'uso della corrente elettrica.

Deve essere distinta dal trasporto di molecole non caricate mediante flussi diffusivi di altre molecole, in particolare di molecole solventi, per esempio mediante elettroosmosi, vale a dire dal flusso di molecole solventi non caricate trasportate come effetto trasversale di iontoforesi.

Questi fenomeni, direttamente e indirettamente, costituiscono un trasporto attivo di materia dovuto ad una corrente elettrica applicata. Il trasporto è misurato in unità di flusso chimico, generalmente μmol / cm2h. La iontoforesi ha applicazioni sperimentali, terapeutiche e diagnostiche.

In cosa consiste la iontoforesi?

La iontoforesi consiste nel veicolare efficacemente e rapidamente le molecole medicamentose all'interno del bulbo oculare mediante l'utilizzo di deboli correnti continue.

In quali casi è bene ricorrere alla iontoforesi?

La iontoforesi è è indicata per la terapia del cheratocono e in generale per contrastare lo sfiancamento della cornea.

Quali sono i vantaggi della iontoforesi?

I vantaggi della iontoforesi sono:

  • riduzione dei tempi
  • assenza di dolore
  • assenza di infezioni
  • maggiore penetrazione stromale grazie alla tecnica EPI-ON
Hai trovato questo contenuto utile?
Mostra commenti

Contenuti correlati

Morfina
La morfina è un farmaco utilizzato spesso per alleviare il dolore in malati terminali o pazienti oncologici.
Miorilassanti
I miorilassanti sono farmaci utili per far rilassare la muscolatura dell'organismo. Una panoramica sull'utilizzo, controindicazioni e mio...
Punti di sutura
I punti di sutura sono una procedura chirurgica fondamentale per avvicinare i lembi di una ferita e favorirne la cicatrizzazione.