Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. I Nostri Contenuti
  3. Terapie
  4. Raschiamento

Raschiamento

Raschiamento
Curatore scientifico
Dr. Gianfranco Blaas
Specialità del contenuto
Ginecologia

Che cos'è il raschiamento?

Il raschiamento è una procedura con cui il medico rimuove del tessuto dalla parte interna dell'utero.

In quali casi si effettua il raschiamento?

Il raschiamento può essere effettuato nel momento in cui si verificano tali condizioni:

  • sanguinamento uterino anomalo
  • sanguinamento dopo la menopausa
  • forti dolori mestruali
  • anomalie nelle cellule endometriali

Quali sono le possibili complicanze del raschiamento?

Il raschiamento è di solito molto sicuro, e le complicanze sono rare. I rischi includono:

  • perforazione dell'utero
  • danni alla cervice
  • sindrome di Asherman che comporta lo sviluppo di tessuto cicatriziale sulla parete uterina
  • infezione

Come ci si deve comportare in seguito al raschiamento?

In seguito al raschiamento è importante non inserire nulla nella vagina fino a quando la cervice non sarà ritornata alla sua dimensione normale poiché i batteri potrebbero entrare nell'utero.

Hai trovato questo contenuto utile?
Mostra commenti

Contenuti correlati

Pessario
Il pessario è uno strumento da inserire all'interno della vagina per sostenere le sue pareti; viene usato nel caso di prolasso vaginale.
Coppetta mestruale
La coppetta mestruale è un dispositivo medico per l'igiene intima, che serve per raccogliere le perdite ematiche del flusso mestruale.
Parto naturale
Il termine parto si riferisce all’espulsione spontanea, nel caso di parto naturale, o all'estrazione strumentale del feto e degli annessi...