Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. I Nostri Contenuti
  3. Valori Nutrizionali
  4. Kava Kava

Kava kava

Kava kava
Curatore scientifico
Dr. Mario Frusi
Specialità del contenuto
Nutrizione

Cos'è la kava kava?

Con il termine Kava Kava si raggruppano le parti sotterrane (radici e rizoma) di Piper methysticum Forst, arbusto appartenente alla famiglia delle Piperaceae, tipico della Polinesia e dell’Oceania, che raggiunge un’altezza di circa 3 metri.

La pianta da cui deriva la radice di kava kava ha stelo legnoso e foglie larghe. 

Radice Kava kava

Il termine kava kava significa “pepe che intossica”, si tratta infatti di una radice che, se assunta in dosi elevate, può avere effetti collaterali devastanti.

Essa è stata fin dall’antichità utilizzata dalla popolazione polinesiana come sedativo per placare gli stati di ansia e i dolori, contrastare la stanchezza e facilitare il sonno. Proprietà confermate anche dalla medicina occidentale.

Proprietà

Alla radice di kava kava sono riconducibili molteplici proprietà benefiche, purché utilizzata nelle dosi consigliate:

  • Proprietà ansiolitiche e sedative: i principi attivi di cui è composta (kavalattoni, kavapironi, diidrokavaina, metisticina, diidrometisticina) agiscono positivamente sul sistema nervoso conferendo all’organismo una condizione di rilassamento. Sin dall’antichità gli estratti della radice sono stati impiegati per combattere condizioni di stress da nervosismo, insonnia e conflittualità di coppia. Gli effetti del kava lava per stati di ansia sono simili a quelle di farmaci quali le benzodiazepine, senza particolari effetti collaterali, se assunti nelle dosi consigliate.
  • Proprietà antidolorifiche: la radice di kava kava trova largo impiego per la risoluzione di condizioni di dolore, in particolare di crampi.
  • Proprietà cognitive: l’estratto di kava kava, contrariamente all’azione degli psicofarmaci, incide positivamente sulla memoria.

Bevanda alla kava

Dalla pianta Piper methysticum si ottiene l’omonima bevanda.

La bevanda alla kava può essere ottenuta:

  • mediante masticazione lenta delle foglie, da cui viene prodotto un succo, che rilascia le sue proprietà benefiche senza essere ingerito;
  • mediante polvere di kava mescolata con acqua e filtrata. Con tale procedimento si ottiene una bibita giallastra. È possibile aromatizzare la bevanda con latte o olio di semi. 

Kava kava in erboristeria

È possibile acquistare la kava kava in erboristeria o on line.

Essa è reperibile sotto forma di polvere, impiegata per la preparazione dell’omonima bevanda, di tintura o di integratori in pillole.
In Italia il commercio di integratori a base di kava kava è molto ristretto.

Controindicazioni e effetti collaterali

Il consumo di kava kava e dei suoi estratti è fortemente sconsigliato a donne in stato di gravidanza e a bambini.

Un consumo eccessivo della radice, nonché la soggettiva predisposizione allergica, possono indurre a importanti effetti collaterali a carico della pelle, degli occhi, del cuore e del fegato, a volte anche letali.

È consigliato l’uso in piccole dosi, da non associare all’impiego di altri farmaci o di alcool e da non prolungare oltre i 3 mesi. È fortemente sconsigliato l’impiego di estratti o integratori a base di kava kava per donne in stato di gravidanza, bambini e soggetti epatici.

Hai trovato questo contenuto utile?
Mostra commenti

Contenuti correlati

Nux vomica
La nux vomica o noce vomica è un potente rimedio omeopatico volto a risolvere numerose problematiche di salute.
Nitriti e nitrati
Nitriti e nitrati sono sostanze naturalmente presenti in acqua e vegetali, mentre nelle carni è naturale la presenza di un minimo quantit...