Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Notizie di salute
  3. Idratarsi, mangiando: i cibi più ricchi di acqua

Idratarsi, mangiando: i cibi più ricchi di acqua

Ultimo aggiornamento – 08 luglio, 2019

cibi ricchi di acqua
Indice

Assumete costantemente cibi ricchi di acqua? La loro funzione è fondamentale per la nostra salute! L’acqua, infatti, costituisce il 60% del peso corporeo, rivestendo alcune delle funzioni essenziali per buon funzionamento del nostro organismo:

  • Regola la temperatura corporea
  • Purifica il corpo eliminando le tossine dagli organi vitali
  • Trasporta l’ossigeno e nutrienti alle cellule
  • Aiuta a trasformare il cibo in energia
  • Favorisce l’assimilazione dei cibi e la digestione
  • Dona un senso di sazietà senza apporto di calorie

L’apporto quotidiano di liquidi nel nostro organismo può avvenire, non solo mediante le classiche bevande, ma anche attraverso l’assunzione di determinati cibi ricchi di acqua. Vediamo quali!

10 cibi ricchi di acqua

Esistono cibi ricchi di acqua più di altri. Ecco i 10 più noti:

  1. Cetriolo: è costituito per lo più da acqua (quasi il 97%), ideale come spuntino rinfrescante da sostituire a snack calorici.
  2. Lattuga: grazie all’elevata concentrazione di acqua, molto vicina a quella del cetriolo, favorisce la giusta idratazione del corpo. È un ortaggio da basso contenuto di calorie, ideale per mantenersi in forma.
  3. Ravanelli: ricchi di acqua e antiossidanti.
  4. Cocomero: povero di calorie e zuccheri, è l’alleato di tutte le diete. Una porzione di cocomero da 300 grammi è pari a due bicchieri di acqua.
  5. Cicoria: contiene il 95% di acqua, è utile per il benessere della pelle e dei capelli.
  6. Zucca: composta per il 90% di acqua, è povera di calorie. La polpa e i semi sono preziose fonti di minerali, tra cui magnesio, zinco, ferro, Omega 3 ed Omega 6.
  7. Fiori di zucca: contengono un’elevata concentrazione di acqua, sono poveri di zuccheri e grassi e rappresentano un’importante fonte di vitamine e sali minerali.
  8. Pomodoro: una porzione di 200 grammi di pomodori è pari a un bicchiere e mezzo di acqua. Oltre l’elevata concentrazione di acqua, i pomodori sono ricchi di vitamina A e C.
  9. Melone: grazie alla presenza di molta acqua è indicato come spuntino spezza fame, al naturale o in macedonia.
  10. Radicchio: preziosa fonte di antiossidanti e acqua. Utile per rinforzare lo stato di salute dell’apparato cardiocircolatorio e per controllare i livelli di pressione sanguigna.

Quanta acqua bere?

Affinché il corpo sia correttamente idratato è bene assumere ogni giorno acqua, attraverso bevande e alimenti, nelle quantità giuste per ripristinare i liquidi persi con la respirazione, la sudorazione, le urine e i movimenti intestinali. Ma quanta acqua bisogna bere ogni giorno per stare bene?

In relazione al sesso, l’Istituto di Medicina raccomanda per il fabbisogno giornaliero: per gli uomini 3 litri di bevande totali al giorno e per le donne 2,2 litri di bevande totali al giorno. Non siamo lontani dai classici 8 bicchieri di acqua suggeriti dai nutrizionisti!

Il fabbisogno giornaliero di acqua è strettamente connesso, oltre al sesso del soggetto, anche ad altri fattori quali:

  1. Attività fisica: l’esercizio fisico intenso (sport o lavoro) favorisce la sudorazione e quindi la perdita di liquidi. È consigliato effettuare pause per reidratarsi e continuare ad assumere liquidi anche dopo la fine dell’attività. Per esercizi fisici che richiedono un forte sforzo è bene assumere drink ricchi di sodio per ridurre le eventualità di iponatriemia che può avere effetti fatali.
  2. Gravidanza o allattamento: si tratta di fasi della vita di una donna in cui vengono perse elevate quantità di liquidi, soprattutto durante il parto. L’Istituto di Medicina raccomanda per le donne incinte di bere almeno 10 bicchieri di acqua al giorno e durante l’allattamento arrivare anche ai 13 bicchieri.
  3. Stagione e ambiente: in estate o in ambienti particolarmente caldi o umidi l’organismo perde molti liquidi. Non da meno durante la stagione fredda l’umidità o l’elevata altitudine possono favorire la maggiore minzione e quindi la necessità di integrare i fluidi persi.
  4. Malattie: febbre, vomito, diarrea o patologie ai reni o al fegato sono condizioni che provocano una maggiore perdita di liquidi rispetto a condizioni normali. Insorge pertanto la necessità di ripristinare i livelli di fluidi assumendo più acqua, oltre gli 8 bicchieri standard.

Assumere giornalmente una quantità adeguata di acqua, nelle sue diverse forme, consente di mantenersi in forma ed idratati, di avere la pelle liscia limitando le condizioni di cellulite, di sentirsi sazi e in forza.

E voi quanti bicchieri al giorno di acqua bevete? Assumete costantemente cibi ricchi di acqua?

Mostra commenti
I campanelli d’allarme della degenerazione maculare senile (DMS)
I campanelli d’allarme della degenerazione maculare senile (DMS)
Non lasciare che la cistite rovini la tua estate! Ecco come prevenirla
Non lasciare che la cistite rovini la tua estate! Ecco come prevenirla
Contatta uno specialista Prenota un videoconsulto
Articoli più letti
Quando gli antibiotici sono dannosi per la salute?
Quando gli antibiotici sono dannosi per la salute?
Riconoscere i sintomi della fibrosi cistica
Riconoscere i sintomi della fibrosi cistica
Stop alle aritmie cardiache: testata una mappa che le individua e blocca
Stop alle aritmie cardiache: testata una mappa che le individua e blocca
Sincronizzazione delle mestruazioni: è possibile?
Sincronizzazione delle mestruazioni: è possibile?