Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Notizie di salute
  3. Come perdere peso in estate

Come perdere peso in estate

Ultimo aggiornamento – 01 agosto, 2017

I consigli per perdere peso in estate
Indice

A chi non piace sfoggiare un fisico perfetto in spiaggia? Se in inverno ci lasciamo un po’ andare, in primavera ci ricordiamo che la bella stagione è alle porte e iniziamo a fare diete di ogni genere.

Tutti hanno qualcosa del loro aspetto che non li rende soddisfatti e che vorrebbero cambiare. Che sia il naso, le guance, le orecchie, le mani o la cosa più comune: il peso. I chili superflui sono spesso fonte di frustrazione, ma la buona notizia è che mentre alcune cose sono più difficili da cambiare, il nostro peso è qualcosa su cui possiamo lavorare con un pizzico di buona volontà.

Basta poco per trovare le diete più strane, ma troppo spesso questi modelli alimentari sono poco salutari e possono mettere a rischio la salute di chi le segue.

È il momento di iniziare la dieta? Queste semplici regole potrebbero esserti di supporto

Innanzitutto bisogna prendere consapevolezza delle proprie abitudini alimentari e del proprio stile di vita. Ecco alcuni consigli:

  • Sarebbe utile annotare, per circa una settimana, cosa si mangia e quanto si beve e ci si muove. La compilazione di un diario alimentare aiuta a identificare le abitudini da modificare.
  • Scegliere gli obiettivi che si è disposti a raggiungere.
  • Compilare una lista di alimenti che potrebbero distrarre dall’obiettivo in modo da conoscere il “nemico” e non cedere alla tentazione.
  • Perdere anche solo il 5-10% del peso nel corso di un periodo di 3-6 mesi ha enormi benefici per la salute fisica e psichica, infatti, la perdita di peso incoraggia nel perseguire il proprio scopo.
  • Perdere tra 0.25 e 1 Kg a settimana è sicuramente un obiettivo realizzabile.
  • Dimagrire cambia in meglio l’aspetto, ma aiuta anche a prevenire e ridurre il rischio di malattie come il diabete di tipo 2, l’ipercolesterolemia, l’ipertrigliceridemia e l’ipertensione arteriosa.
  • Fondamentale è l’esercizio fisico.
  • Per perdere mezzo chilo a settimana bisogna essere in deficit di 500 calorie al giorno.

Come seguire un piano alimentare sano

Ecco come:

  • Iniziare la giornata con una sana colazione, in cui non devono mancare cereali integrali.
  • Mangiare 5 pasti, regolari ed equilibrati, al giorno (quindi colazione, spuntino, pranzo, merenda e cena).
  • Gli spuntini andrebbero fatti a base di yogurt, frutta secca o frutta fresca.
  • Assicurarsi di aver mangiato almeno cinque porzioni di frutta e verdura ogni giorno, mangiandone un po’ a ogni pasto.
  • Mangiare molta verdura e frutta, non devono mancare cereali, legumi, pesce e uova.
  • Riempire metà piatto con verdura e insalata e dividere l’altra metà tra carne, pesce, uova o fagioli e carboidrati come patate, riso, pasta o pane.
  • Stare sempre attenti a controllare le dimensioni delle porzioni.
  • Scegliere alimenti e bevande a basso contenuto di grassi e zucchero.
  • Limitare snacks dolci e salati.
  • Evitare l’assunzione di alcol.
  • Mangiare lentamente.
  • Fare almeno mezz’ora di attività fisica quotidiana, anche una passeggiata a passo veloce potrebbe andare bene, così da bruciare più calorie.
  • Provare a utilizzare un contapassi, cercando gradualmente di aumentare il numero di passi, fino fare circa 10.000 passi al giorno.

È importante ricordare che non esiste una soluzione veloce ma cambiare e abituarsi a un nuovo stile di vita richiede impegno e volontà.

I consigli degli esperti

Ogni individuo è diverso dall’altro. Sesso, stato di salute, età, altezza, corporatura, sono parametri che vanno considerati quando si deve seguire una dieta. I medici specializzati in nutrizione e alimentazione non standardizzano mai un regime alimentare, ma lo personalizzano in funzione delle esigenze fisiche del paziente.

Ecco i consigli di alcuni medici specialisti:

Josh Axe, medico specializzato in medicina naturale e nutrizionista clinico, suggerisce di mantenere in salute l’intestino, organo alla base del benessere generale. “Ci sono trilioni di batteri nel nostro intestino – afferma Axe – alcuni buoni e cattivi. Ma quando mangiamo gli alimenti sbagliati, i batteri cattivi sono autorizzati a proliferare e sopraffare i batteri buoni. Questi batteri cattivi finiscono per danneggiare il rivestimento intestinale, creando fori che permettono alle particelle di cibo non digerite, tossine e microbi pericolosi di passare nel flusso sanguigno. Questi invasori stranieri sconfiggono il corpo e il danno che si manifesta è diverso da persona a persona. Alcuni soggetti sviluppano problemi di diabete o di cistifellea, mentre altri prendono peso o sviluppano pelle secca e pruriginosa”.

La dottoressa Caroline Cederquist, specialista in chirurgia bariatrica ha sviluppato, insieme al marito, un servizio di consegna di pasto che si concentra sul giusto equilibrio di proteine, carboidrati, grassi sani e fibre. “Tutte cose importanti quando si cerca di perdere peso. La giusta percentuale di nutrienti, insieme ad una adeguata attività fisica, è uno strumento che aiuta a diventare più consapevoli e a perdere peso in maniera fisiologica” – ha detto Cederquist.

L’endocrinologa e dietologa Westin Childs suggerisce di incrementare l’assunzione dei grassi “buoni” (assunti con olio d’oliva, olii vegetali, frutta secca e olio di fegato di merluzzo), di fibre contenute in alimenti vegetali e integrali, evitando stressanti sedute in palestra in favore di passeggiate, training e rilassamento psicofisico.

Adottare uno stile di vita sano ed equilibrato non aiuta solo a dimagrire, ma comporta un importante benessere psicofisico. Allora, cosa aspetti? Sei pronta per cominciare il tuo cambiamento?

Mostra commenti
Macchie solari: l’aloe vera può servire?
Macchie solari: l’aloe vera può servire?
10 utilizzi dell’olio di ricino: benefici e proprietà
10 utilizzi dell’olio di ricino: benefici e proprietà
Contatta uno specialista Prenota un videoconsulto
Articoli più letti
Andate al bagno spesso di notte? Attenzione ai sintomi associati!
Andate al bagno spesso di notte? Attenzione ai sintomi associati!
Sindrome di Patau: per saperne di più
Sindrome di Patau: per saperne di più
Banca del DNA: un nuovo sistema per la lotta al crimine
Banca del DNA: un nuovo sistema per la lotta al crimine
Pronti per il vaccino JOHNSON & JOHNSON? Una guida completa
Pronti per il vaccino JOHNSON & JOHNSON? Una guida completa