Delega per ritiro esami clinici: come funziona?

Delega per ritiro esami clinici: come funziona?

Normalmente per ritirare le analisi cliniche, la documentazione medica, certificati di qualunque genere e referti vari è necessario presentarsi di persona, muniti di carta di identità.

La politica delle aziende sanitarie a riguardo è molto chiara e tende a preservare il diritto di privacy delle persone.

Tuttavia, non sempre è possibile andare a ritirare i referti e la documentazione privata, per impegni vari o perché impossibilitati a muoversi da casa. In questo caso, come si fa a rilasciare una delega? Sebbene a volte sia sufficiente un’autodichiarazione, spesso viene richiesto un modulo particolare.

Vediamo come deve essere strutturata e compilata una delega per ritiro degli esami.

Come è composta una delega per il ritiro di documenti

In genere, ogni azienda sanitaria o struttura possiede un proprio modulo di delega per il rilascio di documenti a terze parti, ed è reperibile presso il sito web dedicato o nella stessa struttura.

Tali moduli di delega sono strutturati in quattro parti. In particolare:

  1. Intestazione azienda – Nella prima parte del foglio si può trovare l’intestazione dell’azienda che rilascia il modulo.
  2. Dati del delegante – Nella seconda parte, solitamente è necessario compilare tutti i campi del delegante, ossia la persona a nome della quale si va a ritirare i documenti. I dati richiesti sono nome e cognome, luogo e data di nascita, indirizzo di residenza, il numero di documento di identità che il delegato presenta in forma di fotocopia e il codice fiscale.
  3. Dati del delegato – In seguito, si troverà la parte dedicata al delegato, cioè la persona effettiva responsabile del ritiro dei documenti. Tale sezione è simile in tutto e per tutto alla parte del delegante, con i soliti campi da riempire che determinano l’identità di una persona. Anche in questo caso, il delegato dovrà presentarsi con un documento di identità valido e non scaduto, il cui numero dovrà essere inserito all’interno del modulo.
  4. Documentazione da ritirare – Infine, è possibile trovare tutti i dati relativi al tipo di documentazione che deve essere rilasciata. In questa sezione, si dovrà indicare con estrema precisione il tipo di documento che deve essere ritirato.

Il modulo dovrà quindi essere firmato dal personale incaricato al rilascio della documentazione richiesta.

Autocertificazione per la delega sanitaria

Nel caso sia possibile compilare un’autocertificazione, è necessario seguire per filo e per segno tutto lo schema presentato in precedenza, avendo cura di specificare i dati del delegante e del delegato come segue: “Il/La sottoscritto/a, nato/a a … , in data, residente a (via, città, provincia), numero e tipo di documento, rilasciato da e in data, codice fiscale”. Per introdurre tutti i dati del delegato sarà sufficiente scrivere: “delego il signor / la signora…”.  In seguito, è necessario specificare la dicitura: “al ritiro della seguente documentazione sanitaria, esonerando (nome dell’azienda o della struttura) da qualsiasi responsabilità”.

I documenti che possono essere ritirati da un delegato possono essere:

  • Referti di analisi
  • Indagini diagnostiche
  • Copia di cartelle cliniche di ricoveri in ospedale
  • Copia delle cartelle di ricovero in Day Hospital
  • Copia della cartella clinica di ricovero al Pronto Soccorso
  • Copia verbale del Pronto Soccorso

Tali diciture devono essere espresse all’interno dell’autodichiarazione, correlate dalle date di ricovero o del giorno in cui sono state effettuate le analisi.

Infine, anche nel caso dell’autocertificazione dovrà essere espressamente scritta la parte dedicata al personale, che verifica la corrispondenza tra i dati dell’autodichiarazione e il delegato.

Moduli standard e variazioni

È necessario specificare che il modulo delega è sempre standard, ma può variare in base alle diverse strutture. In ogni caso, il contenuto richiesto dalle aziende è sempre molto simile: dati del delegante, dati del delegato e specifiche della documentazione da ritirare.  Infine si ricorda che molte strutture prevedono l’invio di documenti tramite posta elettronica, evitando ogni problema relativo alla delega.

comments powered by Disqus