Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Notizie di salute
  3. I deodoranti influenzano il microbioma della pelle

I deodoranti influenzano il microbioma della pelle

Ultimo aggiornamento – 10 febbraio, 2016

Indice

I ricercatori affermano che non è chiaro se il disturbo della flora batterica possa avere qualche effetto collaterale oppure se possa addirittura avere degli effetti benefici. Tuttavia, le recenti scoperte mirano a chiarire come lo stile di vita moderno possa influenzare, se non addirittura alterare, il microbioma umano.

Cosa significa microbioma?

Il termine si riferisce ai trilioni di batteri e ad altri microbi presenti nel corpo umano, sia all’interno che all’esterno. La pelle, infatti, è ricoperta di una serie di microbi, la maggior parte dei quali innocui e benefici.

I microbi sono utili al corpo umano?

Secondo gli Istituti Nazionali di Sanità statunitensi, alcuni microbi proteggono la pelle dagli insetti e giocano anche un ruolo fondamentale nella “educazione” delle cellule del sistema immunitario, presenti nella pelle. La direttrice delle ricerche Julie Horvath ha affermato: “Sappiamo che questi microbi cutanei interagiscono con il sistema immunitario. Quindi, è importante considerare come le nostri abitudini quotidiane influenzano il microbioma della pelle“.

Il deodorante è sicuro?

Lo scopo principale di questo studio non è tuttavia di demonizzare il deodorante, secondo Horvath, che dirige il laboratorio di ricerca di genomica e microbiologia al North Carolina Museum of Natural Sciences, a Raleigh. Secondo le prime ricerche, infatti, tutto ciò che viene messo sulla pelle può modificare la comunità microbica.

Quali ricerche sono state fatte?

Per approfondire delle ricerche già iniziate, la dottoressa ha reclutato 17 volontari per un esperimento della durata di 8 giorni, suddivisi in uomini e donne che utilizzano diversi prodotti, quali:

  • antitraspiranti
  • deodoranti
  • niente

I campioni di coloro che utilizzavano l’antitraspirante presentava meno batteri rispetto agli altri. Una maggiore concentrazione di batteri era presente nei campioni di chi applicava il deodorante. Inoltre, tra le persone che di solito non utilizzavano nessun prodotto, il batterio più comune era il corinebatterio, in gran parte responsabile dell’odore del corpo, ma anche della difesa della pelle dai batteri dannosi. Infine, le ricerche hanno evidenziato che i campioni di chi applicava sulle ascelle dei prodotti per la pelle presentavano come batterio dominante lo stafilococco, che pur avendo una brutta reputazione, in linea di massima è benefico.

Qual è stata la conclusione?

In sostanza, le ricerche hanno dimostrato che i prodotti dell’igiene personale, come appunto deodoranti e antitraspiranti, influenzano fortemente il microbioma cutaneo. Quello che rimane da capire è se questa cosa possa avere o meno degli effetti negativi a lungo termine.

Mostra commenti
La crioterapia: una valida soluzione di salute e benessere
La crioterapia: una valida soluzione di salute e benessere
6 ragioni per cui amiamo la musica
6 ragioni per cui amiamo la musica
Contatta uno specialista Prenota un videoconsulto
Articoli più letti
Malattia di Crohn: vi è un nuovo farmaco che blocca i sintomi
Malattia di Crohn: vi è un nuovo farmaco che blocca i sintomi
Apnea dei bambini: quando è il caso di controllare le adenoidi o le tonsille
Apnea dei bambini: quando è il caso di controllare le adenoidi o le tonsille
Le attività di ricerca nella lotta contro il diabete
Le attività di ricerca nella lotta contro il diabete
Google Fit: la nuova sfida di Google nel mondo della salute
Google Fit: la nuova sfida di Google nel mondo della salute