Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Notizie di salute
  3. Che cosa fare se l’estate e le vacanze portano anche disturbi intestinali?

Che cosa fare se l’estate e le vacanze portano anche disturbi intestinali?

Ultimo aggiornamento – 14 aprile, 2020

Disturbi all'intestino e vomito: ecco cosa fare
Indice

A cura di 


Durante i mesi estivi, tendono a moltiplicarsi i disturbi gastrointestinali.

Tante sono le cause: sbalzi di temperatura caldo-freddo, alimentazione inadeguata, infezioni batteriche e/o virali. Crampi, meteorismo e diarrea sono disturbi che in estate sono ancor più fastidiosi e hanno bisogno di un trattamento rapido per due importanti ragioni:

  1. Innanzitutto perché le condizioni ambientali favoriscono un veloce proliferare di batteri nocivi che, quando non sono in primis la causa del problema, possono prendere il sopravvento sulla normale flora microbica intestinale.
  2. In secondo luogo, perché in estate non va mai sottovalutato il rischio di disidratazione: vomito e diarrea possono far espellere in pochissimo tempo notevoli quantità di acqua e di preziosi sali minerali.

omeopatiasalute

Cosa fare in caso di vomito e diarrea?

Il consiglio è di assumere sostanze naturali, omeopatiche, sotto il consiglio del proprio medico e del farmacista di fiducia.

Principi attivi naturali, che aiutano a ristabilire l’equilibrio della flora intestinale sono:

  • Acidum phosphoricum
  • Chamomilla
  • Colocynthis
  • Mercurius corrosivus
  • Oleander
  • Rhus tox
  • Veratrum album

Le dosi consigliate possono variare; si parla solitamente di 10-15 gocce o 1-2 compresse da sciogliere in bocca ogni 15 minuti in fase acuta. Quando le condizioni migliorano, si può assumere il farmaco omeopatico 3-4 volte al giorno.

Non dimenticate, poi, di reidratarvi! Liquidi come acqua (ottima anche l’acqua di cottura del riso o delle patate, ricca di amido, astringente) o acqua e limone, bevuti a piccoli sorsi, servono a ripristinare i sali minerali persi.

Quando compare anche la febbre elevata, in presenza di complicanze, il consiglio è quello di ricorrere subito al medico e non sottovalutare il problema.

Vedrete, comunque, che i probiotici (da assumere lontano dai pasti) vi aiuteranno certamente a ripristinare l’equilibrio, in termini di qualità e quantità del microbiota intestinale.


Fonte: IMO – Istituto di Medicina Omeopatica.

Mostra commenti
Come riconoscere le perdita di liquido amniotico
Come riconoscere le perdita di liquido amniotico
Sai che lo smartphone ci fa perdere l’olfatto?
Sai che lo smartphone ci fa perdere l’olfatto?
Contatta uno specialista Prenota un videoconsulto
Articoli più letti
Quando gli antibiotici sono dannosi per la salute?
Quando gli antibiotici sono dannosi per la salute?
Riconoscere i sintomi della fibrosi cistica
Riconoscere i sintomi della fibrosi cistica
Stop alle aritmie cardiache: testata una mappa che le individua e blocca
Stop alle aritmie cardiache: testata una mappa che le individua e blocca
Sincronizzazione delle mestruazioni: è possibile?
Sincronizzazione delle mestruazioni: è possibile?