Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Notizie di salute
  3. Dolore addominale: potrebbe non essere un semplice mal di stomaco

Dolore addominale: potrebbe non essere un semplice mal di stomaco

Ultimo aggiornamento – 13 marzo, 2017

crampi addominali: ecco le cause
Indice

I dolori addominali sono spesso ricondotti a una comune indigestione, destinata a risolversi nel breve tempo spontaneamente o con una semplice cura farmacologica.

Il frequente manifestarsi di crampi addominali potrebbe essere il campanello di allarme trasmesso dal corpo per allertare la presenza di una anomalia delle funzioni degli organi che compongono il ventre, che potrebbe essere la causa di malattie, anche di tipo grave.

Regola n°1: localizzare il dolore addominale.

Al perdurare nel tempo di dolori addominali e all’intensificarsi della loro intensità è bene consultare il proprio medico, il quale a seconda della zona dell’addome dove è localizzato il dolore potrà effettuare una prima diagnosi sulla presenza di patologia al ventre e su eventuali cause che l’hanno generata.

Ecco le più comuni patologie distinte in relazione alla localizzazione di crampi e dolori addominali:

  • Calcoli biliari, ulcera allo stomaco e pancreatite sono tipiche patologie della zona superiore destra dell’addome, più comunemente noto come “fianco destro”, sede dello stomaco, del fegato, del duodeno, del pancreas e dell’ansa del colon.
  • Bruciore di stomaco o indigestione, ernia epigastrica, pancreatite, ulcera allo stomaco, tipiche della zona superiore centrale dell’addome, sede principale della parte iniziale dello stomaco.
  • Ulcera allo stomaco, ulcera duodenale, coliche biliari e pancreatite sono tipiche patologie della zona superiore sinistra dell’addome, nota anche “fianco sinistro”, sede di milza, di pancreas e del colon.
  • Calcoli renali, stipsi, infezione urinaria, ernia lombare, tipiche della zona centrale destra del ventre.
  • Appendicite nella fase iniziale, ulcera allo stomaco, infiammazione intestino tenue, ernia ombelicale, sono tipiche patologie della zona centrale dell’addome, sede principale dello stomaco.
  • Calcoli renali, malattia diverticolare del colon, costipazione e infiammazione intestinale, patologie che si manifestano con dolori addominali nella zona centrale sinistra.
  • Appendicite, costipazione, dolore pelvico, ernia inguinale patologie tipiche dell’inguine destro, ovvero della zona inferiore destra dell’addome, sede dei genitali di destra.
  • Infezione alle vie urinarie, appendicite, malattia diverticolare del colon, infiammazione intestinale, dolore pelvico, tipiche della zona inferiore centrale dell’addome.
  • Malattia diverticolare del colon, dolore pelvico ed ernia inguinale, tipiche della zona sinistra inferiore dell’addome, comunemente denominato fianco sinistro, sede dei genitali di sinistra.

Diagnosi di dolori addominali

Localizzata la zona del dolore addominale, una diagnosi completa viene determinata da una serie di analisi cliniche più specifiche:

  • Analisi del sangue e delle urine
  • Elettrocardiogramma
  • Gastroscopia
  • Colonscopia
  • Ecografia e tac dell’addome

A questo punto il medico potrà formulare una terapia ad hoc.

I rimedi naturali contro il mal di stomaco

Fortunatamente, la maggior parte delle volte i dolori addominali sono riconducibili a mal di stomaco.

sintomi più comuni di mal di stomaco includono:

  • Bruciore di stomaco
  • Nausea
  • Gonfiore
  • Brividi

Consumare cibi salutari, evitare abbuffate, ridurre il consumo di alcool sono il primo passo per ridurre la frequenza e intensità di mal di stomaco.

A queste buone abitudini alimentari, per risultati maggiori, è bene associare alcuni semplici rimedi naturali:

  • Decotti o tisane a base di finocchio. Il finocchio migliora la digestione.
  • Decotto di foglie di salvia e alloro, con aggiunta di gocce di limone per ridurre il gonfiore.
  • Decotto di scorze di limone per aiutare la digestione.
  • Radici di liquirizia per calmare il bruciore di stomaco.
  • Mela a fine pasto per riequilibrare i livelli di acidità dello stomaco.
  • Alimenti ricchi dii fermenti lattici vivi per il ripristino della flora batterica.
  • Infusi arricchiti di semi di cumino, anice, coriandolo o chiodi di garofano, per alleviare il gonfiore addominale.
  • Decotti a base di valeriana, melissa, camomilla e biancospino, per favorire il rilassamento dei muscoli intestinali.

Mal di stomaco frequenti e acuti, accompagnati da assunzione o perdita di peso ingiustificata e da colore anomalo delle feci, potrebbero essere anche sintomi di intolleranza a determinati cibi.

Da non sottovalutare come cause di crampi allo stomaco anche lo stress fisico e psicologico: controllare il proprio stato emotivo è sicuramente un altro importante passo per ridurre il manifestarsi e acuirsi di mal di stomaco.

Mostra commenti
Convulsioni o crisi epilettiche? Impariamo a distinguerle
Convulsioni o crisi epilettiche? Impariamo a distinguerle
Raffreddore, sinusite e rinite allergica: quali sono le differenze?
Raffreddore, sinusite e rinite allergica: quali sono le differenze?
Contatta uno specialista Prenota un videoconsulto
Articoli più letti
Quest’occhio vi sembra normale?
Quest’occhio vi sembra normale?
Lattobacilli: cosa sono e quanto sono utili per la nostra salute?
Lattobacilli: cosa sono e quanto sono utili per la nostra salute?
Lenti a contatto: gli errori più pericolosi per gli occhi
Lenti a contatto: gli errori più pericolosi per gli occhi
Il ruolo del paziente: punti di vista a confronto con TEDMED
Il ruolo del paziente: punti di vista a confronto con TEDMED