Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Notizie di salute
  3. Ecco cosa succede quando dormi con le lenti a contatto!

Ecco cosa succede quando dormi con le lenti a contatto!

Ultimo aggiornamento – 05 dicembre, 2016

lenti a contatto: i rischi di un cattivo uso
Indice

Se sei un utilizzatore abituale di lenti a contatto, ci sono molte probabilità che ti possa essere addormentato con le tue lenti a contatto addosso, a un certo punto della tua vita (o forse anche un paio di volte).

Tutti sappiamo che addormentarsi con le lenti a contatto non è consigliato dagli oculisti, ma perché, esattamente?

Cosa accade realmente ai tuoi occhi quando dormi con le lenti a contatto?

Per scoprirlo, abbiamo dovuto un po’ familiarizzare con come l’indossare le lenti a contatto ogni giorno impatti sul nostro corpo.

Come con qualsiasi sostanza o oggetto estraneo che si introduce all’interno del proprio corpo, sia che si tratti di un alimento o di un farmaco, anche per le lenti a contatto è necessario di un po’ di tempo per abituarcisi.

La FDA realmente descrive le lenti a contatto come una droga“, afferma Russell Wohl, optometrista da Farmingdale, New York. “Certamente non stiamo parlando dell’ingestione di una lente a contatto, ma di indossarla sull’occhio; nonostante ciò, il corpo deve abituarsi a questo“.

Le lenti a contatto a volte possono anche bruciare o provocare secchezza nell’occhio; le lacrime di ogni persona sono costituite da una certa acidità di pH, spiega Wohl, e quando si mette una lente a contatto nell’occhio, la soluzione delle lenti — non la lente in sé — possiede in realtà un pH differente: così l’occhio può lacrimare per cercare di lavar via quella soluzione.

E se si hanno gli occhi asciutti, all’inizio, le lenti possono solo esacerbare il problema. “Quando strizziamo gli occhi, stiamo spingendo le lacrime lungo la cornea, per cercare di mantenere una visione delle cose uniforme e chiara; perché quando la cornea è esposta all’aria, può diventare irritante“, spiega Wohl. “Le lenti a contatto hanno bisogno di umidità e, una volta che sono rimosse dalla soluzione in cui vengono confezionate, se non avete una lacrimazione sufficiente o se soffrite di secchezza agli occhi, le lenti potrebbero solo fare peggio“.

Cosa succede quando dormiamo?

Quando dormiamo, viene meno l’esposizione all’aria (e quindi all’ossigeno) per la cornea; aria necessaria per mantener sana la cornea.

Siamo ancora in grado di ossigenare la cornea in altri modi — ad esempio attraverso i vasi sanguigni — ma in questo modo ne assumiamo comunque meno di quanto riusciamo a filtrarne quando siamo svegli. “Quello che fa una lente a contatto è limitare l’ossigeno ancora di più, perché crea una barriera tra l’ossigeno e la cornea“, spiega Wohl. “Alcune lenti — in particolare quelle a lunga durata — consentono però all’ossigeno di passarvi attraverso“, dichiara Wohl, “ma se non si ricava abbastanza ossigeno, si può sperimentare quella che viene chiamata ipossemia (privazione di ossigeno in una zona del corpo)“.

Dormendo con le lenti, è inoltre probabile contrarre un’infezione, perché i batteri possono rimanere sulla cornea e, quando gli occhi sono chiusi, non c’è niente che li sciaqui via.

I batteri possono poi diventare opportunistici e iniziare letteralmente a mangiare la cornea“, sostiene Wohl. “Lo scenario peggiore è quello della perdita della vista“. Eh già!

Certo, se ci si addormenta accidentalmente con le lenti a contatto a per una sola notte, è improbabile incorrere in problemi gravi.

Tuttavia, se diventa un’abitudine più frequente o se si indossano volutamente le lenti durante la notte (lenti che non sono destinate a quest’uso), si aumenteranno le probabilità di un rischio grave per la salute.

I sintomi che dovreste notare:

Se si inizia a notare che gli occhi si fanno estremamente rossi (stiamo parlando di occhi rossi ad un livello tale da sembrare iniettati di sangue), o se si sente che c’è qualcosa nell’occhio che crea irritazione tutto il tempo, se la palpebra risulta infiammata, se non si vede bene come prima, o se quando si guarda una lampada da interni ci si sente come se si stesse guardando direttamente il sole, sono segni che si potrebbe avere un’infezione e si dovrebbe vedere subito il proprio oculista.

La buona notizia è che nella maggior parte dei casi si tratta di un episodio acuto che solitamente si può correggere con l’evitare di indossare le lenti a contatto per un certo lasso di tempo, così da permettere al corpo di guarire da solo e completamente“, consiglia Wohl. “Se si tratta di una condizione peggiore, il medico curante potrebbe darvi una prescrizione“.

Quindi, perché correre anche un solo rischio? Abituatevi a rimuovere le lenti a contatto ogni sera prima di andare a dormire, e rendete questo piccolo gesto parte della vostra routine.

Io sono più sul lato conservatore delle cose“, dice Wohl, “così, anche con i miei pazienti che utilizzano lenti a contatti di lunga durata, se non è “di troppo sforzo”, raccomando a tutti di rimuovere le lenti ogni sera. Di certo, a mio parere, è l’opzione più sana e la più sicura“.

Mostra commenti
Dolore da ernia del disco? Curarlo con la crioterapia
Dolore da ernia del disco? Curarlo con la crioterapia
Le caratteristiche di uno psicopatico
Le caratteristiche di uno psicopatico
Contatta uno specialista Prenota un videoconsulto
Articoli più letti
Soffrite di psoriasi? Tenete d’occhio la pressione (e viceversa)
Soffrite di psoriasi? Tenete d’occhio la pressione (e viceversa)
Reflusso gastrico: c’è un motivo ben preciso per cui gli anziani dovrebbero curarlo
Reflusso gastrico: c’è un motivo ben preciso per cui gli anziani dovrebbero curarlo
Il deodorante fa male alla salute?
Il deodorante fa male alla salute?
Gli ingredienti giusti per perdere peso!
Gli ingredienti giusti per perdere peso!