Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Notizie di salute
  3. Freddo? Attenzione ai reumatismi! I consigli per prevenirli

Freddo? Attenzione ai reumatismi! I consigli per prevenirli

Ultimo aggiornamento – 27 febbraio, 2018

Freddo e reumatismi: come prevenire i dolori muscolari
Indice

Con l’arrivo del freddo tornano a farsi vivi quei fastidiosi dolori articolari e muscolari, che sembrano intensificarsi nelle giornate più rigide.

Il termine medico che meglio descrive questa condizione è reumatismi, che raggruppa una serie non definita di patologie caratterizzate da dolori a carico del tessuto osseo, in particolare di articolazioni e della colonna vertebrale. Il dolore, più o meno diffuso nella zona colpita, è sovente accompagnato da difficoltà di movimento, rigidità del corpo e uno stato di sofferenza generale. Prevenirli è possibile? Certo, basta seguire alcuni piccoli suggerimenti.

L’inverno, nemico dei dolori articolari

I reumatismi sono strettamente correlati all’età e al sesso, sono più frequenti tra le donne piuttosto che tra gli uomini, più comuni tra adulti e anziani, con casi sporadici tra adolescenti o bambini.

L’umidità, il vento e le basse temperatura sono dei veri e propri nemici per chi soffre di reumatismi. Durante le giornate più fredde ed umide il corpo avverte maggiormente il dolore rispetto a quelle più calde, in quanto freddo ed umidità provocano un notevole abbassamento della soglia di sensibilità dei ricettori del dolore.

Non è del tutto infondata l’affermazione che chi soffre di reumatismi avverte anzitempo l’arrivo di temporali o delle basse temperature, proprio a causa dei dolori articolari che si fanno più insistenti.

Un’indagine condotta su Facebook e pubblicata sulla pagina ufficiale di Arthritis Ashey è giunta proprio a tale conclusione: sottoponendo il quesito a 35 intervistati, la maggior parte ha dichiarato che risente particolarmente di variazioni climatiche. Ovviamente, trattasi di valutazioni di tipo qualitativo che trovano però conferma anche nel campo medico.

Reumatismi: quali sono le cause e come riconoscerli?

Definire un elenco delle cause che determinano i reumatismi non è semplice, essendo le patologie corrispondenti in numero elevato e di diversa natura.

In generale si può affermare che i reumatismi sono dovuti essenzialmente a:

  • Anomalo funzionamento della struttura ossea, dovuto ad esempio a fratture o a problemi di tipo metabolico.
  • Infiammazione dei muscoli, ad esempio tendinite, borsite e fascite.
  • Stili di vita poco salubri: sovrappeso, sovraccarico, posture scorrette, vita sedentaria, alimentazione scorretta.

I sintomi dei reumatismi sono, invece:

  • Dolori articolari, non solo in movimento ma spesso anche in fase di riposo.
  • Rigidità muscolare, soprattutto in fase di risveglio mattutino.
  • Perdita di peso e appetito.
  • Facile affaticamento e perdita di energia.

Come prevenire i reumatismi

Prevenire o ridurre notevolmente l’entità di dolori articolari soprattutto a ridosso della stagione più fredda è possibile.

Ecco qualche semplice consiglio:

  • Alimentazione: il nostro stato di salute è strettamente correlato al cibo che ingeriamo quotidianamente. Una dieta basata su consumo di pesce, verdure, frutta secca e fresca, carni bianche, formaggi magri, a discapito di cibi raffinati e particolarmente grassi, favorisce lo stato ottimale delle nostre articolazioni.
  • Integratori: se per predisposizione genetica siete esposti al rischio di reumatismi valutate, unitamente al vostro medico, la possibilità di utilizzare integratori a base di vitamina C e, soprattutto, di vitamine E. Tra gli altri supplementi alimentari utili per rinforzare le articolazioni troviamo il collagene ( proteina che deposita i sali minerali che induriscono l’osso e lo rendono resistente e flessibile), il MSM, un derivato naturale dello Zolfo spesso associato, la glucosamina e la condroitina e l’acido ialuronico.
  • Attività fisica: tenere attive le articolazioni e i muscoli ogni giorno anche con una semplice camminata o dei piccoli esercizi riduce il rischio di fastidiosi dolori articolari.
  • Fisioterapia: sedute di fisioterapia possono attenuare l’intensità di dolore reumatico già manifestato.
  • Piante medicinali: tisane a base di piante possono alleviare dolori articolari e muscolari.
  • Terapia farmacologica: solo su prescrizione medica, valutare la somministrazione di antinfiammatori o analgesici.

Le conseguenze da reumatismi spesso si manifestano solo nel lungo termine, generalmente sottoforma di artrite e artrosi, patologie che possono notevolmente peggiorare la qualità di vita del paziente, non solo riducendo le prospettive di vita ma spesso provocando anche disabilità permanenti.

Se al vostro risveglio o durante la giornata avvertite dolori muscolari diffusi e difficoltà di movimento è consigliabile consultare un medico, il quale attraverso analisi del sangue e specifiche radiografie potrà diagnosticare la presenza o meno di reumatismi e definire la terapia più affine alla vostra condizione.

Mostra commenti
Infarto: proteggi il tuo cuore con le banane!
Infarto: proteggi il tuo cuore con le banane!
Mai sottovalutare la febbre!
Mai sottovalutare la febbre!
Contatta uno specialista Prenota un videoconsulto
Articoli più letti
Quali esami sono più utili per la diagnosi del glaucoma. Il follow-up efficace
Quali esami sono più utili per la diagnosi del glaucoma. Il follow-up efficace
Seno gonfio e dolorante: quando prestare attenzione
Seno gonfio e dolorante: quando prestare attenzione
Piorrea: i rimedi per evitare la caduta dei denti
Piorrea: i rimedi per evitare la caduta dei denti
Quelle antiestetiche smagliature
Quelle antiestetiche smagliature