Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Notizie di salute
  3. Ghiaccio o calore? Cosa è meglio applicare dopo un trauma

Ghiaccio o calore? Cosa è meglio applicare dopo un trauma

Ultimo aggiornamento – 15 marzo, 2016

Indice

Quanti di noi hanno sforzato un muscolo, stirato un legamento oppure soffrono di mal di testa o di schiena? E col passare del tempo le cose peggiorano e si diventa anche più a rischio di sviluppare l’artrite. Quando qualcosa provoca dolore, è meglio applicare qualcosa di caldo o di freddo? La risposta cambia in base al problema che ci troviamo davanti ed ecco cosa consigliano gli esperti.

Lesioni causate da sport

Il ghiaccio sembra cattivo e crea disagio. Il calore invece sembra sempre confortevole e accogliente“, dice il medico sportivo Anne Rex. “Ma il ghiaccio vince per alleviare il dolore acuto, l’infiammazione e il gonfiore. Il calore al contrario perpetua il ciclo di infiammazione e può essere dannoso“. Il caldo umido però aiuta a sciogliere le contratture muscolari ed è consigliato prima di praticare attività fisica.

Mal di testa

Impacchi freddi sulla fronte, gli occhi e le tempie alleviano il dolore lancinante da emicrania“, dice il neurologo Jennifer Kriegler. Il ghiaccio è il rimedio preferito, ma a volte gli impacchi di calore possono fermare i mal di testa causati dalla cervicale.

Artrite

Il calore per l’artrite e le lesioni che permangono da più di sei settimane è il rimedio più adatto. “I pazienti che soffrono di osteoartrite cronica di solito si sentono meglio con il calore“, afferma Linda Mileti, reumatologo. “Ma nel caso di attacchi acuti di gotta è preferibile il ghiaccio”. È possibile applicare il ghiaccio e il calore in molti modi. Il tempo ideale per avere un pieno beneficio è quello di tenere il caldo sulla zona dolorante per 20 minuti. Ma vediamo alcuni dei modi in cui è possibile applicare impacchi caldi o freddi.

Impacchi di ghiaccio

Si possono utilizzare diverse soluzioni, tra cui un sacchetto di surgelati o dei cubetti di ghiaccio in un sacchetto o un cuscinetto in gel. Le applicazioni sono consigliate nelle prime 48 ore, fino a quando il gonfiore o l’infiammazione sono diminuiti.

Massaggio col ghiaccio

Basta massaggiare la zona interessata fino a quando è insensibile. Questa soluzione è ideale dopo infortuni o per le zone troppo scomode per gli impacchi di ghiaccio, come il gomito o il tallone.

Maschere di freddo

Posizionare sopra gli occhi o le tempie un asciugamano imbevuto di acqua fredda. Questo rimedio è consigliato nel caso di mal di testa.

Calore umido

In questo caso, è sufficiente un bagno in acqua calda o una doccia o nella vasca idromassaggio.

Impacchi di calore

Avvolgere intorno alla parte interessata un cuscinetto in gel che è stato scaldato in precedenza. Si possono acquistare in farmacia o nei negozi specializzati in articoli sanitari.

Infine, ricordatevi che l’utilizzo del ghiaccio è consigliato anche in caso di febbre molto alta.

Mostra commenti
La sopravvivenza grazie a un rene non compatibile
La sopravvivenza grazie a un rene non compatibile
Il segreto dei Cavalieri Templari: la dieta
Il segreto dei Cavalieri Templari: la dieta
Contatta uno specialista Prenota un videoconsulto
Articoli più letti
Cosa mangiare con l’influenza (e cosa no)
Cosa mangiare con l’influenza (e cosa no)
I partner ideali? Gli uomini bassi!
I partner ideali? Gli uomini bassi!
Precauzioni e rimedi contro i batteri in vacanza
Precauzioni e rimedi contro i batteri in vacanza
Cura e prevenzione nelle carceri: il progetto della Regione Lazio
Cura e prevenzione nelle carceri: il progetto della Regione Lazio