Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Notizie di salute
  3. Intervento chirurgico al ginocchio: risolutivo o effetto placebo?

Intervento chirurgico al ginocchio: risolutivo o effetto placebo?

Ultimo aggiornamento – 13 Luglio, 2015

Secondo alcuni studi, le persone anziane o di mezza età, con problemi alle cartilagini o affette da artriti dolorose, potrebbero non trarre nessun beneficio da un intervento chirurgico di artroscopia. I ricercatori hanno, infatti, scoperto che moltissimi pazienti hanno valutato la chirurgia non migliore di altre alternative, che apporta solo un temporaneo sollievo dal dolore.

Jonas Thorlund, medico sportivo e ricercatore biomeccanico alla University of Southern Denmark, ha affermato che la scelta chirurgica andrebbe seriamente riconsiderata, vista la durata temporanea degli effetti e il rischio di serie complicazioni.

In cosa consiste l’artroscopia?

Durante l’operazione, un chirurgo effettua una piccola incisione nel ginocchio e inserisce una microcamera, chiamata artroscopio, per visionare l’interno della giuntura, localizzare e diagnosticare il problema.

Quali sono gli effetti collaterali?

Nonostante l’operazione sia poco invasiva, non è comunque priva di rischi. I pazienti sono sottoposti ad anestesia totale, che può comportare diverse complicazioni, come reazioni allergiche o difficoltà respiratorie. Inoltre, la procedura specifica potrebbe danneggiare il ginocchio stesso o causare coaguli di sangue nella gamba. Secondo gli studi effettuati dal medico e dal suo team, il sollievo dal dolore si ottiene in 3/6 mesi dall’operazione, superati i quali non esiste nessuna differenza nelle funzioni fisiche tra una persona operata e una non sottoposta a intervento chirurgico. L’effetto collaterale più comune nei pazienti è la trombosi venosa, che si presenta in 4 pazienti su mille.

Quali sono state le conclusioni raggiunte?

Il team ha riconosciuto che gli studi rivisti non hanno messo a confronto sia i pazienti operati che non sottoposti a intervento chirurgico, il che renderebbe difficile comprendere i rischi e i benefici di entrambe le alternative. Inoltre, la componente dell’esercizio fisico, negli studi esaminati, non era sufficiente oppure era associata all’intervento chirurgico.

Ciò nonostante, la maggior parte delle prove raccolte sono a sfavore della chirurgia al ginocchio e Andy Carr, direttore del Botnar Research Center alla Oxford University Institute of Musculoskeletal Sciences ha scritto un editoriale a riguardo, sostenuto da studi adeguati.

Lo stesso Carr ha affermato che è difficile supportare o giustificare una procedura che ha dei potenti effetti collaterali, anche se rari, e che offre ai pazienti dei benefici non diversi dall’effetto placebo.

Mostra commenti
Lottare per sopravvivere: la storia di una donna che non può aumentare di peso
Lottare per sopravvivere: la storia di una donna che non può aumentare di peso
Una nuova terapia per chi soffre di fibrosi cistica
Una nuova terapia per chi soffre di fibrosi cistica
Contatta uno specialista Prenota un videoconsulto
Articoli più letti
Muffa in casa? Ci sono pericolose conseguenze sulla salute
Muffa in casa? Ci sono pericolose conseguenze sulla salute
Epitelioma, un tumore della pelle molto diffuso (di cui si parla poco)
Epitelioma, un tumore della pelle molto diffuso (di cui si parla poco)
Apnee notturne e patente: l’iter da seguire per tornare a guidare
Apnee notturne e patente: l’iter da seguire per tornare a guidare
Jogging e realtà virtuale per correre tra i paesaggi di tutto il mondo
Jogging e realtà virtuale per correre tra i paesaggi di tutto il mondo