Kiwi: un alleato prezioso per chi soffre di colesterolo alto

Kiwi: un alleato prezioso per chi soffre di colesterolo alto

Le feste natalizie sono ormai alle porte e con loro anche tutti i cenoni che non portano solo chili di troppo, ma tendono anche ad aumentare i livelli di colesterolo, molto spesso trascurati.

I principali responsabili li conosciamo: i piatti diffusi in tutta Italia che puntualmente decorano le nostre tavole a Natale e Capodanno, come fritture, salumi, antipasti salati, formaggi vari, pandoro, panettone e dolci di tutti i tipi. Per fortuna, c’è un alleato che viene in nostro soccorso nei periodi invernali: il kiwi.

Questo frutto della salute è un alimento a cui non si dovrebbe mai rinunciare, perché non solo è buono, ma ha anche un’enorme quantità di effetti benefici per l’organismo, primo fra tutti la riduzione dei livelli di colesterolo, con un apporto calorico molto basso. Ecco tutti i benefici del kiwi e in che modo favorisce l’abbassamento del colesterolo, fondamentale per i soggetti ipercolesterolemici.

Come abbassare il colesterolo? Ci pensa il kiwi!

Kiwi e colesterolo, qual è il legame? Secondo uno studio condotto a Taiwan, su 43 soggetti ipercolesterolemici, due kiwi al giorno possono ridurre in modo significativo il problema. Infatti, i benefici del kiwi permettono di aumentare i livelli di HDL, cioè il colesterolo buono, di vitamina C e di vitamina E, e di abbassare quelli dell’LDL, ossia il colesterolo cattivo.

Lo studio è stato ampiamente confermato da una ricerca norvegese, secondo la quale due o tre kiwi al giorno riducono i livelli di trigliceridi del 15%, così come l’aggregazione delle piastrine, responsabile dei coaguli e dell’infarto.

Secondo i valori nutrizionali, un kiwi di media grandezza contiene circa 0,36 grammi di grassi, dei quali solo 0,02 grammi sono saturi. Come è ben noto, il consumo di alimenti poveri di grassi saturi aiuta a ridurre il colesterolo.

Un altro aspetto che permette di abbassare il colesterolo è il contenuto di fibre solubili del kiwi. Questo genere di fibre, infatti, permette di creare un gel viscoso all’interno dell’intestino che ostacola l’assorbimento del colesterolo a livello intestinale. Un kiwi contiene circa 1,7 grammi di fibre, di cui 0,7 grammi sono proprio di fibra solubile, praticamente il corrispettivo di mezza tazza di germe di grano.

Kiwi per il colesterolo e altri benefici

Il kiwi è quindi una vera e propria arma contro il colesterolo, ma i suoi benefici non finiscono qui. Le dosi di vitamina C contenute nel kiwi abbassano i livelli di CRP, ossia della proteina C-reattiva. Con l’aumento di questi livelli, cresce anche la possibilità di avere un infarto. Grazie all’azione della vitamina C, di cui il kiwi è molto ricco, il rischio di attacco di cuore viene ridotto, persino meglio dell’azione delle statine.

Benefici e proprietà del kiwi

Tra le tante proprietà del kiwi si ricordano gli effetti benefici contro l’asma. Infatti, si pensa che l’apporto di vitamina C e di antiossidanti che contiene questo frutto possa aiutare in modo efficace a contrastare i sintomi dell’asma come fiato corto, tosse notturna e affanno, specie nei bambini.

Al termine di ogni cenone natalizio, si consiglia di riservare un posticino per il kiwi, perché grazie all’alto contenuto di fibre e all’enzima proteolitico, detto actinidina, favorisce la digestione, velocizzando il processo di scomposizione delle proteine.

Secondo i valori nutrizionali, circa tre kiwi al giorno forniscono il 273% della dose giornaliera consigliata di vitamina C. Questa vitamina permette tra i tanti effetti benefici di migliorare la risposta immunitaria contro raffreddore e influenza stagionale, in particolar modo nei bambini e negli adulti sopra i 65 anni.

Le proprietà del kiwi sono davvero numerose e comprendono anche la riduzione dello stress ossidativo cellulare, responsabile dei danni al DNA strettamente connessi al cancro. In particolar modo, il consumo regolare di kiwi permette di ridurre l’incidenza di cancro al colon.

Infine, il kiwi permette di protegge anche la vista, grazie agli alti livelli di zeaxantina e di luteina, due noti carotenoidi, che riducono il rischio di degenerazione maculare e perdita della vista.

Ma quante solo le calorie del kiwi? Questo frutto presenta solo 61 calorie per 100 grammi, quindi è ideale sia per le diete post natalizie, che durante i cenoni.

In definitiva, grazie ai suoi benefici, il kiwi è il frutto ideale da mangiare a fine pasto, per ridurre il colesterolo, in particolare modo per i soggetti a rischio che durante le feste faticano a tenere sotto controllo l’alimentazione, per facilitare la digestione e per evitare di saltare i festeggiamenti a causa dell’influenza stagionale, in quanto come si è visto, ha delle proprietà effetto scudo contro le malattie invernali.

Insomma, anche in questo caso, la natura ci viene incontro regalandoci un frutto di stagione perfetto per affrontare il Natale, fatto di cenoni interminabili e di epidemie influenzali.  Per queste feste, il consiglio generale è di evitare di abbuffarsi come ci si ripromette ogni anno, ma se proprio lo dovete fare, non dimenticate di mangiare il kiwi: povero di calorie e perfetto per il colesterolo!

Perché kiwi e colesterolo sono davvero un’accoppiata formidabile!


FONTE

Sono numerosi gli studi che evidenziano l’effetto benefico del kiwi sul colesterolo. Si segnala, a titolo di esempio, la ricerca dal titolo Effects of kiwifruit consumption on serum lipid profiles and antioxidative status in hyperlipidemic subjects pubblicata sull’International Journal Of Food Sciences And Nutrition.

comments powered by Disqus