Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Notizie di salute
  3. I comportamenti errati che rovinano la vista

I comportamenti errati che rovinano la vista

Ultimo aggiornamento – 26 ottobre, 2017

I comportamenti errati che rovinano la vista e gli occhi
Indice

A chi non è mai capitato di avere la vista offuscata, gli occhi arrossati o doloranti dopo un’intensa giornata di studio o di lavoro, magari dopo ore al computer?

Certamente stare molte ore davanti a un monitor non è sano per la salute degli occhi, ma esistono diverse cattive abitudini che possono compromettere lo stato di salute della vista ma che, inavvertitamente, ogni giorno compiamo. Scopriamo insieme quali sono per cercare di correggerle e evitare di danneggiare i nostri occhi!

Quali sono le cattive abitudini per la nostra vista?

Di seguito vi illustriamo le 10 peggiori abitudini che mettono a repentaglio la salute degli occhi:

  • Fissare il cellulare – Capita di arrivare a fine giornata con gli occhi doloranti, non solo a causa delle ore passate al pc: molto spesso, lo schermo da imputare come colpevole è quello del nostro smartphone, che contiene caratteri più piccoli da leggere e che sottopone, quindi, la nostra vista a sforzi eccessivi. Il consiglio è quello di staccare lo sguardo dal monitor ogni 20 minuti circa, o di impostare una maggiore grandezza di caratteri, per agevolare la lettura.
  • Guardare la tv o leggere di notte – Dopo una lunga giornata, non c’è niente di peggio per i nostri occhi che sottoporli ad un altro immane sforzo: la visione di un film o la lettura di un libro nelle ore notturne. Oltre ad avere un impatto negativo sul sonno, queste due comuni abitudini impongono alla vista dei livelli di luce non ottimali. Inoltre, per quel che riguarda la tv, il repentino cambiamento dei livelli luminosi, porta gli occhi a compiere un surplus di lavoro, che li rende ancora più irritati e stanchi. La penombra notturna fa sforzare di molto la vista durante la lettura, per cui vi consigliamo, qualora non riusciste ad abbandonare questi due hobbies, di proseguirli in un ambiente adeguatamente illuminato.
  • Addormentarsi con le lenti a contatto – Dopo una lunga giornata di lavoro, potreste avere la tentazione di coricarvi presto, o addormentarvi mentre vi state semplicemente rilassando sul divano, prima di aver effettuato tutte le operazioni di routine per andare a dormire. Attenzione: se vi siete scordati di togliere le lenti a contatto, ciò potrebbe costituire un grosso problema per la salute. Oltre a procurarvi possibili infezioni, dormire con le lenti a contatto ancora indosso può causare permanenti danni agli occhi: ricordate quindi di rimuoverle e buttarle (se sono usa e getta) o pulirle nella soluzione specifica (se sono mensili).
  • Strofinarsi gli occhi – Questo abituale gesto, che diventa ancor più istintivo se siamo assonnati o se gli occhi ci procurano qualche fastidio, potrebbe determinare la rottura dei vasi sanguigni presenti sotto le palpebre: più opportuno è ricorrere agli impacchi freddi, che danno sollievo agli occhi senza arrecare danni.
  • Usare eccessivamente il collirio – Questo accorgimento è spesso adottato da chi soffre di occhi arrossati: ma i colliri non medicali non promuovono la salute degli occhi, servono solo a dare un sollievo temporaneo, diminuendo l’arrossamento. I colliri medicali vanno invece utilizzati seguendo scrupolosamente le indicazioni dell’oculista. Occorre smettere di usarli se causano irritazione o altri problemi oculari.
  • Non osservare una dieta bilanciata – Esistono molti cibi raccomandati per la salute degli occhi; tra i più conosciuti vi sono mirtilli e carote, ma anche agrumi, noci, verdure a foglia verde, cereali integrali, oli vegetali e pesce promuovono il benessere oculare, poiché contengono vitamina C, vitamina E, Omega 3 e zinco. Anche bere molta acqua aiuta il corpo a reidratarsi, garantendo un’adeguata produzione lacrimale, che assicura un’opportuna lubrificazione dei bulbi oculari.
  • Mettere troppo trucco – Ombretti, mascara, matite per il contorno occhi: sono tutti tipi di make up utilizzati sull’area oculare e perioculare. Mettere troppo trucco, potrebbe facilmente farlo entrare negli occhi, arrosandoli. Inoltre, tutto ciò che applichiamo in questa area delicata potrebbe essere un pericolo, poiché, se tali prodotti sono scaduti o mal conservati, possono generare irritazioni e infezioni, dal momento che si caricano facilmente di batteri e contengono comunque sostanze chimiche, soggette ad alterarsi nel tempo. Sostituite, perciò, periodicamente i vostri vecchi trucchi con del make up nuovo e senza rischi per la salute.
  • Dormire troppo poco – La mancanza di sonno si ripercuote generalmente sulla lucidità mentale e sulla capacità di ragionamento, ma anche gli occhi ne risentono, come molte altre parti del corpo. I sintomi tipici del non dormire abbastanza, per quel che riguarda gli occhi, si traducono in: spasmi, visione offuscata, occhi doloranti e occhi secchi. Per ovviare a tali problemi, dormite almeno sette ore per notte e non usate pc e smartphone prima di addormentarvi.
  • Non mettere occhiali da sole e da vista – Se avete un problema di vista, anche lieve, l’ostinarvi a non utilizzare gli occhiali non sarà di giovamento, poiché affaticherà ulteriormente la vista. All’aria aperta, gli occhiali da vista dovranno poi essere sostituiti con quelli da sole, aventi opportuno filtro in grado di bloccare i raggi UV, dannosi per gli occhi.
  • Non eseguire il periodico controllo della vista – Si sa, spesso recarsi dal medico può essere poco piacevole, ma evitare di farlo potrebbe causare sgradevoli conseguenze! Un controllo periodico dall’oculista è raccomandato e doveroso: permette di diagnosticare per tempo eventuali patologie (anche in assenza di sintomi) e salvarvi così la vita, oltre ad evitare future complicazioni. Vincete dunque la pigrizia ed eseguite un controllo oftalmologico periodico!

Seguendo questi facili accorgimenti la salute dei vostri occhi non potrà che migliorare e, ricordate: se il problema persiste, non esitate a contattare uno specialista per verificare lo stato di salute della vista!

Mostra commenti
CALL4BRAIN 2017: l’appuntamento è con la scienza
CALL4BRAIN 2017: l’appuntamento è con la scienza
Come riconoscere (al volo) un bugiardo patologico
Come riconoscere (al volo) un bugiardo patologico
Contatta uno specialista Prenota un videoconsulto
Articoli più letti
Gambe e piedi gonfi e pesanti: quando sono sintomi di linfedema?
Gambe e piedi gonfi e pesanti: quando sono sintomi di linfedema?
Adenoma tubulare: è un polipo oppure no?
Adenoma tubulare: è un polipo oppure no?
Chi ha più probabilità di sviluppare la sindrome del tunnel carpale?
Chi ha più probabilità di sviluppare la sindrome del tunnel carpale?
Insonnia e suicidio: qual è la relazione?
Insonnia e suicidio: qual è la relazione?