Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Notizie di salute
  3. Le malattie che i cani possono “fiutare”

Le malattie che i cani possono “fiutare”

Ultimo aggiornamento – 03 aprile, 2017

Secondo un recente studio, il fiuto dei cani aiuterebbe nella diagnosi di alcune malattie
Indice

Tutti i proprietari di cani conoscono la loro straordinaria capacità di percepire quando qualcosa non va. Si ritiene che i cani abbiano un “sesto senso” che li rende in grado si rilevare pericoli o eventi imminenti. I ricercatori dell’Istituto Curie di Parigi hanno trovato che i cani, in particolare i pastori tedeschi, hanno la capacità di fiutare il cancro al seno nelle donne, con una precisione del 100%.

I cani aiutano nella diagnosi del cancro al seno?

Amaury Martin dell’Istituto Curie, con l’aiuto dei suoi colleghi e dell’addestratore Jacky Experton, ha dimostrato che è possibile addestrare, in soli sei mesi, pastori tedeschi a identificare con precisione il cancro al seno. Attraverso metodi di “game-playing” e di addestramento ricompensa, i cani hanno imparato a identificare e differenziare bende di pazienti affetti da cancro da bende non-cancerose.

Per determinare l’efficacia di questo strumento diagnostico, è stato condotto un test in cui 31 bende sono state collocate all’interno di coni dove i cani potevano inserire il loro naso. C’erano quattro coni, tre contenevano bende non cancerose e uno contenente bende cancerose. Questo “giochino” è stato ripetuto in due fasi diverse.

Attraverso il loro olfatto i cani sono stati in grado di fiutare le bende cancerose. I risultati hanno rivelato, infatti, che i cani hanno avuto un tasso di successo del 90% durante la prima fase, rilevando 28 delle 31 bende cancerose. La seconda fase è stata poi eseguita con un tasso di precisione del 100%.

Il fiuto dei cani come supporto diagnostico nei paesi più poveri

Secondo i ricercatori questo è un metodo semplice, non invasivo, che potrebbe rivoluzionare il rilevamento del cancro in alcune parti meno sviluppate del mondo. Per esempio, questa tecnica inventiva può beneficiare Paesi con accesso limitato alle mammografie. Potrebbe anche aiutare le persone a ricevere un trattamento salvavita nelle fasi precoci del cancro.

“In questi paesi, ci sono oncologi e chirurghi, tuttavia nelle zone rurali spesso c’è un accesso limitato alla diagnostica” – ha spiegato Isabelle Fromantin, che guida il progetto denominato “Kdog.”

Quali altre malattie possono essere fiutate dai cani?

I cani sono animali intelligenti che hanno dimostrato di poter essere i nostri migliori assistenti medici. Essi possono avvisare i proprietari per le emergenze mediche a causa del loro raffinato senso dell’udito e dell’olfatto. Qui di seguito sono elencate tre altre condizioni mediche che i cani sono in grado di rilevare negli esseri umani.

Emicrania: i cani svelano chi ha mal di testa!

L’emicrania è caratterizzata dall’improvvisa comparsa di un forte mal di testa. La capacità di rilevare un’emicrania imminente può fare la differenza nella gestione del dolore. In uno studio, condotto nel 2013, alcuni ricercatori hanno reclutato pazienti con emicrania cronica che possedevano cani e li hanno sottoposti alla compilazione di un questionario, in cui veniva loro chiesto se avevano notato comportamenti particolari dei loro “pets” durante gli attacchi di emicrania.

Ebbene, più della metà dei partecipanti ha riferito cambiamenti nel comportamento dei loro cani durante o poco prima che iniziasse l’attacco. Circa il 60% dei soggetti, sottoposti al questionario, ha affermato che il loro cane li aveva messi in guardia sull’insorgenza imminente di un mal di testa, di solito una o due ore in anticipo.

Diabete? Ce lo dicono i cani

I cani sono in grado di avvisare pazienti diabetici quando il loro livello di zucchero nel sangue si sta riducendo o innalzando. Uno studio condotto nel 2016 dal Diabetes Care ha trovato che i cani in grado di rilevare l’isoprene, una sostanza chimica i cui livelli ematici aumentano in caso di elevate concentrazioni di zucchero nel sangue. I ricercatori ritengono che i cani sono particolarmente sensibili all’isoprene, mentre l’uomo non è in grado di rilevare tale sostanza chimica.

Infezioni delle vie urinarie: se il cane abbaia, sì!

I cani urinano per marcare il loro territorio. La capacità di un cane di odorare le urine potrebbe apportare benefici per la salute del proprietario. In uno studio condotto nel 2016, i ricercatori hanno addestrato cinque Labrador e Golden Retriever, facendo loro fiutare diversi campioni femminili per otto settimane, per identificare l’urina infetta. I risultati hanno rivelato che erano in grado di rilevare campioni contenenti quattro differenti batteri con una precisione del 90%.

Insomma, i nostri amici a 4 zampe possono dirci molto sulla salute… è proprio vero: un cane è anche un tesoro!

Mostra commenti
Emergenza morbillo: i casi sono in preoccupante aumento
Emergenza morbillo: i casi sono in preoccupante aumento
Colesterolo nel sangue: cosa accadrebbe se non lo curassimo?
Colesterolo nel sangue: cosa accadrebbe se non lo curassimo?
Contatta uno specialista Prenota un videoconsulto
Articoli più letti
Gli effetti nocivi del fruttosio
Gli effetti nocivi del fruttosio
Prevenire il citomegalovirus in gravidanza
Prevenire il citomegalovirus in gravidanza
Nuovi punti di vista sulla schizofrenia
Nuovi punti di vista sulla schizofrenia
Stadio di un tumore: quando dobbiamo preoccuparci?
Stadio di un tumore: quando dobbiamo preoccuparci?