Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Notizie di salute
  3. Rimedi Per Il Dolore Alla Milza

5 rimedi per alleviare il dolore alla milza

Ultimo aggiornamento – Gennaio 21, 2019

5 rimedi per alleviare il dolore alla milza

Il dolore alla milza è una tipica condizione dovuta a ingrossamento dell’organo omonimo, situato nella parte sinistra dell’addome sotto il diaframma. In condizioni normali presenta le dimensioni di un pugno con peso medio per le donne di 168 grammi e 200 grammi per gli uomini. Le funzioni della milza sono molte (e molte importanti!). Tra queste, ricordiamo:

  • La produzione di anticorpi a tutela di diffusione di infezioni, batteri o altri agenti patogeni
  • La rimozione dal sangue di globuli rossi invecchiati
  • Il mantenimento del livello di globuli rossi e delle piastrine nel sangue

Ma quanto la milza fa male, qual è la causa? E, soprattutto, come è possibile porvi un rimedio?

Dolore alla milza: le cause e sintomi

L’ingrossamento della milza, in medicina noto come splenomegalia, e il dolore che ne deriva, è determinato essenzialmente da:

  • Infezioni batteriche
  • Parassiti (ad esempio: malaria, toxoplasmosi, schistosomiasi)
  • Abuso di alcool
  • Uso di droghe
  • Consumo eccessivo di cibi raffinati
  • Patologie a carico del fegato (ad esempio: cirrosi epatica)

E ancora:

  • Cancro (leucemia o linfoma)
  • Lesioni alla milza
  • Malattie del sangue
  • Disturbi del sistema linfatico

Tipici sintomi da milza ingrossata abbiamo, invece:

  • Difficoltà di digestione
  • Sensazione di rigonfiamento al tatto in direzione della posizione della milza
  • Dolore sulla spalla sinistra
  • Dolore su lato sinistro al di sotto del diaframma
  • Sensazione di stanchezza
  • Perdita di peso non giustificata
  • Pelle ingiallita
  • Infezioni frequenti (ad esempio all’orecchio o alle urine)
  • Dolore in caso di respiri profondi
  • Feci accompagnate da sanguinamento

Dolore alla milza: i rimedi più efficaci

Se quando correte avvertite dolore alla milza, è bene consultare un medico, il quale, grazie all’ausilio di test di imaging, ecografia e tomografia, potrà valutare l’eventuale condizione di ingrossamento della milza e individuare il trattamento adeguato.

Se dalla diagnosi la vostra milza risulta ingrossata, non disperate! Ecco 5 validi rimedi per limitare il progredire del gonfiamento e attenuare il dolore:

  1. Evitare attività di contatto – In condizione di ingrossamento della milza già presente è bene limitare attività fisiche o comuni pratiche quotidiane che possono mettere a rischio di urto la milza, ad esempio guidare senza cintura, giocare a calcio o a basket.
  2. Alimentazione – Come sempre vale l’espressione che siamo ciò che mangiamo. Una dieta ricca di antiossidanti, vitamine e sali minerali è fondamentale per ridurre l’infiammazione a carico della milza. Escludere dalla propria alimentazione cibi raffinati, cibi di scarsa qualità, latticini, cibi a base di soia, cibi con glutine, oli vegetali. Prediligere frutta, verdura, frutta secca e pesce.
  3. Praticare attività fisica – Il movimento favorito da esercizio fisico permette un aumento del flusso sanguigno verso organi digestivi e favorisce l’espulsione di rifiuti.
  4. Ridurre lo stress – La milza risente particolarmente di condizioni di stress psicologico. Lo stress è spesso causa di infezioni e problemi digestivi, quali sindrome dell’intestino irritabile ed ulcera. Esercizi di rilassamento, pratica di hobby, massaggi rilassanti possono aiutare ad attenuare lo stress e gli effetti devastanti sul benessere della milza.
  5. Sostegno del sistema linfatico – Per facilitare il drenaggio del sangue e ridurre il dolore a carico della milza, sono consigliati massaggi con oli essenziali, da praticare due o tre volte al giorno.

Se nonostante i rimedi su elencati il dolore alla milza continua a tediarvi, valutate con il vostro medico la possibilità di intervenire chirurgicamente con la rimozione dell’organo. Infatti, seppure la milza è un importante organo a tutela delle più insidiose infezioni batteriche, è anche vero che… possiamo vivere senza!

Mostra commenti
Cosa fare (e non fare) durante una crisi epilettica: le regole del soccorso
Cosa fare (e non fare) durante una crisi epilettica: le regole del soccorso
Per evitare problemi alla prostata, inizia a perdere quei chili di troppo
Per evitare problemi alla prostata, inizia a perdere quei chili di troppo
Articoli più letti
Aterosclerosi, individuato un nuovo fattore di rischio
Aterosclerosi, individuato un nuovo fattore di rischio
Come calcolare le settimane di gravidanza
Come calcolare le settimane di gravidanza
Sideremia bassa: come accorgersi? Cosa fare?
Sideremia bassa: come accorgersi? Cosa fare?
Carenza di ferro? Quando la conseguenza è l’ipocromia
Carenza di ferro? Quando la conseguenza è l’ipocromia